Internet delle cose, PSA presenta i veicoli connessi

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)
Psa_free2move

Grazie alla tecnologia LTE-V2X tre modelli di Suv potranno comunicare con infrastrutture a bordo strada o con i pedoni, oltre a ricevere informazioni sul traffico 

Tra le novità illustrate dal salone internazionale di Internet delle Cose 2018 c’è il lancio del progetto cinese che coinvolge Wuxi, la prima città mondiale connessa grazie all’utilizzo della tecnologia LTE-V2X, un sistema di comunicazione wireless pensato per il settore dei trasporti, applicato ai veicoli con l’obiettivo di creare un ambiente intelligente caratterizzato dalla connettività di diversi elementi, dalle infrastrutture ai mezzi. Il programma è stato sostenuto dal ministero cinese dell’Industria e delle Tecnologie informatiche, il ministero cinese della Sicurezza pubblica e il governo della provincia di Jiangsu, nella quale è situata Wuxi. In questo scenario evoluto si collocano le novità illustrate da Groupe PSA, proprietario tra gli altri di Peugeot e Citroën, che ha presentato tre modelli Suv che implementano la tecnologia LTE-V2X.

Wuxi, prima città connessa

L’intenzione del governo cinese, attraverso il progetto messo in atto, è quello di fare di Wuxi una città del futuro, un pioniere in fatto di comunicazione tra i veicoli presenti e l’ambiente circostante. L’area sperimentale riguarda una superficie urbana di circa 170 km quadrati comprendente 226 incroci e intersezioni, oltre a 600 basi di comunicazione. Questo è anche il contesto per cui PSA ha pensato alcuni dei suoi nuovi modelli di Suv, che presentano la tecnologia LTE-V2X sviluppata parallelamente con Huawei per il DS 7 Crossback, e con Qualcomm per quanto riguarda Peugeot 4008 e Citroën C5 Aircross.

Auto connesse con l’ambiente

I veicoli presentati da PSA saranno dunque equipaggiati con i chip delle due aziende tecnologiche, e avranno alcune caratteristiche per aumentare i vantaggi degli automobilisti per quanto riguarda la gestione del traffico e la sicurezza stradale. La tecnologia LTE-V2X permetterà infatti alla macchina di comunicare con le infrastrutture poste ai bordi delle strade di Wuxi, ottenendo in tempo reale continue informazioni sulla circolazione che aiuteranno le auto, specialmente quelle a guida autonoma, a individuare pericoli imminenti, a ottimizzare la velocità nei pressi degli incroci, a comunicare con altri veicoli o persino direttamente con i pedoni.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.