Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Apple, in arrivo i nuovi iPhone: ecco le anticipazioni

I nuovi iPhone saranno svelati il 12 settembre (archivio Getty Images)
4' di lettura

In attesa della presentazione ufficiale del 12 settembre, circolano molte indiscrezioni sui prossimi dispositivi della Mela. Saranno quasi certamente tre, con uno low-cost e uno extra-large

APPLE KEYNOTE 2018: TUTTE LE NOVITÀ

Saranno quasi sicuramente tre e uno dei modelli dovrebbe essere più economico. La versione extra-large, invece, potrebbe avere un nome bizzarro. Si sussurra anche di smartphone dorati e bicolore. Le conferme si avranno solo il 12 settembre, quando alle 19 ora italiana inizierà la presentazione. Nell'attesa, ecco le indiscrezioni che circolano sui nuovi iPhone 2018.

Tre nuovi iPhone

Non due ma tre iPhone, come nel 2017, ma con una gamma molto diversa. A dirlo sono una serie di analisi. Le prime risalgono alla fine di aprile. Lo scorso anno ci furono due iPhone 8 (standard e Plus) e il X, la versione del decennale. Quest'ultimo dovrebbe essere il modello stilistico dei suoi successori. Dovrebbero esserci un iPhone con display Oled da 5,8 pollici (la stessa dimensione del X), una versione “Plus” (anche se potrebbe non chiamarsi così) con dimensioni (6,5 pollici Oled) e prezzo più elevati. E una batteria più generosa. Il terzo dovrebbe avere un Lcd da 6,1 pollici. Sarà soprattutto questa componente a incidere sul costo del cartellino.

Come sarà il “low-cost”

L'iPhone più economico dovrebbe mancare di alcune funzioni e avere una scocca in alluminio e vetro. Dovrebbe essere leggermente più spesso rispetto ai fratelli più costosi. Con un aspetto più giovanile, che dovrebbe riflettersi anche nelle colorazioni. Bloomberg ha riportato la possibilità di versioni bicolore. “Low-cost” si intende, ovviamente, per gli standard di Apple. Il dispositivo da 6,1 pollici dovrebbe restare attorno ai 700 dollari. Comunque meno dei 1.000 necessari per il X.

Il design

Diverse fonti hanno parlato nelle scorse settimane di uno stile senza grandi innovazioni. Il salto, d'altronde, c'era stato già lo scorso anno. Il sito 9to5Mac, specializzato in notizie che riguardano Cupertino e fonte molto attendibile, ha pubblicato quella che pare essere la prima immagine dell'iPhone. Non ci sono state smentite. La foto contiene due dispositivi: dovrebbero essere iPhone da 5,8 pollici e quello da 6,5 pollici. Non ci sono sorprese. Il design è molto simile a quello dell'iPhone X. Niente tasto Home, bordi assenti e notch. S'intravede una colorazione oro, che sarebbe inedita.

I nomi degli iPhone

Bloomberg aveva ipotizzato l'abbandono della dicitura “Plus” e l'uscita di versioni “S”. Cioè di smartphone che rappresentano un aggiornamento del predecessore, lasciando maggiori innovazioni al 2019. 9to5Mac ha confermato: i due iPhone più costosi dovrebbero avere la sigla “XS”. La stessa testata, pochi giorni dopo, ha riportato un'altra indiscrezione: il più grande dispositivo dei tre che dovrebbero essere svelati (quello da 6,5 pollici) potrebbe avere un nome curioso: XS Max. La pronuncia sarebbe molto simile a “Xmas”, abbreviazione americana che sta per “Natale”. A questo punto, quindi, ci sarebbero un iPhone XS e un iPhone XS Max. Si sa meno sul possibile nome del dispositivo più economico, per il quale Apple potrebbe ripescare “iPhone 9” (saltato tra l'8 e il X)

Produzione e lancio

Lo scorso anno, Apple decise di presentare iPhone 8 e X in contemporanea. Il dispositivo del decennale, però, sarebbe arrivato in commercio solo a novembre. Anche a causa di difficoltà produttive: nessuno aveva mai distribuito display Oled su così vasta scala. Una sorte simile potrebbe toccare quest'anno all'iPhone più economico dei tre. Lo affermano un report di Morgan Stanley e l'analista Ming-Chi Kuo. Se la combinazione tra Oled e design “a tutto schermo” è ormai entrato a regime, la difficoltà potrebbe nascere dall'inedita combinazione tra il nuovo stile e il display Lcd. “Non prevediamo un ritardo nel lancio degli iPhone Oled da 5,8 e 6,5 pollici”, ha spiegato alla fine di luglio Katy Huberty di Morgan Stanley. Ci sarebbero però stati “problemi legati alla retroilluminazione” (che è la maggiore differenza tra Lcd e Oled) che hanno causato “un mese di ritardo nella produzione di massa del dispositivo da 6,1 pollici”. Secondo i fornitori, quindi, al momento ci sarebbero sei settimane di ritardo rispetto alla tabella di marcia. Non è escluso però che la Mela sia riuscita ad accelerare nelle ultime settimane.

Doppia Sim

L'arrivo di iPhone con doppia scheda è qualcosa più di un'indiscrezione: riferimenti alla dual sim sono stati rintracciati nella versione beta di iOS 12, il sistema operativo della Mela che arriverà nelle prossime settimane. Secondo una previsione del noto analista Ming-Chi Kuo, la novità dovrebbe interessare almeno uno dei tre nuovi modelli. Per Bloomberg, invece, potrebbe approdare sui due iPhone con schermo più ampio. Resta però da capire su quali mercati arriverà. Il maggiore indiziato è la Cina. Mentre non è certo che la doppia Sim si affacci in Europa e Stati Uniti.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"