Serie A: vincono Fiorentina, Napoli, Udinese e Roma. Juventus-Inter finisce 0-1. VIDEO

Sport
©Ansa

I viola vincono 1-0 contro l'Empoli grazie al gol di Nico Gonzalez. Il Napoli batte fuori casa l'Atalanta 3-1, l'Udinese rimonta il Cagliari (5-1). Nel match delle 18, la Roma supera 1-0 la Sampdoria a Genova. In serata, a Torino, la Juventus perde 1-0 contro l’Inter: decide Calhanoglu su rigore. La 31esima giornata si chiude lunedì con Hellas Verona-Genoa alle 18.30 e Milan-Bologna alle 20.45 (in diretta su Sky)

ascolta articolo

In questa domenica di campionato il primo match è stato quello tra Fiorentina ed Empoli, che ha visto i viola aggiudicarsi il derby per 1-0. Alle 15 Atalanta-Napoli è finita 1-3 e Udinese-Cagliari 5-1. Nel match delle 18, la Roma ha battuto 1-0 la Sampdoria a Genova. Alle 20.45, a Torino, la Juventus ha perso 1-0 contro l’Inter (TUTTI GLI HIGHLIGHTS DI SERIE A). La 31esima giornata di Serie A si chiude lunedì con Verona-Genoa alle 18.30 e Milan-Bologna alle 20.45 (in diretta su Sky).

La cronaca di Juventus-Inter (GLI HIGHLIGHTS)

vedi anche

MotoGp, Gp Argentina: vince Espargaró su Aprilia. VIDEO

Finisce 1-0 per l’Inter la sfida di Torino con la Juventus. Inzaghi parte con Dzeko e Lautaro in attacco; Allegri risponde con Cuadrado, Dybala e Morata alle spalle di Vlahovic. Prima del match, la cantante ucraina Kateryna Pavlenko e l'italo-brasiliana Gaia cantano Imagine, celebre canzone pacifista di John Lennon, con i giocatori di Inter e Juve abbracciati a centrocampo. Si parte e, dopo 9 minuti, i bianconeri centrano la traversa: cross di Cuadrado, Handanovic respinge di pugno, Chiellini sfiora col ginocchio e la palla colpisce il legno. A decidere il big match è la rete di Calhanoglu su rigore - concesso per un pestone di Morata su Dumfries - a fine primo tempo. Szczesny para il primo tiro, ma Irrati fa ripetere perché De Ligt entra in area prima che il centrocampista turco colpisca il pallone. Sul dischetto si ripresenta Calhanoglu, che questa volta non sbaglia. Il primo tempo finisce 1-0 per i nerazzurri. Nella ripresa, occasioni da entrambe le parti. Al 73’ palo di Zakaria. Il risultato non cambia. I tre punti vanno all’Inter, che sale a 63 (con una partita in meno). Resta a quota 59 la Juve, che interrompe a 16 giornate la propria imbattibilità.

Il tabellino di Juventus-Inter 0-1

50' pt Calhanoglu (rig.)
 

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro (28' st De Sciglio); Locatelli (34' pt Zakaria), Rabiot (40' st Arthur); Cuadrado (40' st Bernardeschi), Dybala, Morata (28' st Kean); Vlahovic. All. Allegri

 

INTER (3-5-2): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Bastoni; Dumfries (14' st Darmian), Barella, Brozovic (33' st Gagliardini), Calhanoglu (33' st Vidal), Perisic; Dzeko (46' st Gosens), Lautaro (14' st Correa). All. S. Inzaghi

Ammoniti: Lautaro, Rabiot, Locatelli, Morata, Cuadrado, Skriniar, Perisic, Calhanoglu per comportamento non regolamentare.

La cronaca di Sampdoria-Roma (GLI HIGHLIGHTS)

A Genova la Roma batte 1-0 la Sampdoria. In avvio Giampaolo sceglie Caputo unica punta, Mourinho opta per Pellegrini e Mkhitaryan alle spalle di Abraham. L’unico gol della partita arriva al 27’: Zalewski crossa, Thorsby in scivolata anticipa Abraham e la palla finisce tra i piedi di Mkhitaryan, che la spinge in rete. Nel finale Abraham esce dolorante a una spalla: da valutare le sue condizioni in vista della gara di giovedì in Conference League (in diretta su Sky). Nel recupero Pellegrini, diffidato, si fa ammonire e salterà la Salernitana per tornare contro il Napoli. I giallorossi conquistano il decimo risultato utile consecutivo in campionato e salgono a 54 punti, la Samp resta a 29.

Il tabellino di Sampdoria-Roma 0-1

27' pt Mkhitaryan

SAMPDORIA
(4-3-2-1): Audero, Bereszynski, Colley, Ferrari (46' st Yoshida), Murru (15' st Augello), Candreva, Thorsby (28' st Trimboli), Rincon (15' st Vieira), Sensi (1' st Quagliarelli), Sabiri, Caputo. (33 Falcone, 30 Ravaglia, 7 Supriaha, 16 Askildsen, 26 Magnani, 39 Di Stefano, 70 Trimboli). All: Giampaolo


ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio, Mancini, Smalling, Ibanez, Karsdrop, Cristante, Olivera (48' st Kumbulla), Zalewski (36' st Vina), Pellegrini (48' st Bove), Mkhitaryan, Abraham (36' st Shomurodov). All. Mourinho

 

Ammoniti: Ibanez, Bereszynski, Olivera, Sabiri per gioco scorretto, Pellegrini per comportamento non regolamentare.

La cronaca di Atalanta-Napoli (GLI HIGHLIGHTS)

Al Gewiss Stadium il Napoli batte 3-1 l’Atalanta e si porta a casa tre punti preziosi per la corsa scudetto. Spalletti punta su Mertens affiancato da Politano e Insigne, Gasperini si affida a Muriel e Malinovskyi riforniti da Koopmeiners. In avvio più pericolosi i padroni di casa ma, nel momento migliore dell’Atalanta, a passare in vantaggio sono gli azzurri: al 14’ Insigne trasforma il rigore assegnato per un contatto tra Musso in uscita e Mertens. Occasioni da entrambe le parti, soprattutto con Freuler e Mario Rui, ma a segnare è di nuovo il Napoli: al 37’ assist di Insigne e girata al volo vincente di Politano. Il primo tempo finisce 2-0 per i campani. Dopo i tentativi di Scalvini e Boga, al 58’ De Roon riesce ad accorciare le distanze di testa su cross di Miranchuk. L’Atalanta ci prova, ma a chiudere i giochi è la rete di Elmas all’81 in contropiede. A Bergamo finisce 3-1 per il Napoli. La squadra di Spalletti sale a 66 punti e aggancia provvisoriamente la vetta, in attesa di Milan-Bologna di lunedì sera; gli uomini di Gasperini restano a quota 51.

Il tabellino di Atalanta-Napoli 1-3

14' pt rig. Insigne (N), 37' pt Politano (N), 13' st De Roon (A), 36' st Elmas (N)

ATALANTA (3-4-1-2):
 Musso; Scalvini, Palomino, Djimsiti (18' st Maehle); Hateboer (1' st Boga), De Roon, Freuler (38' st Pasalic), Zappacosta; Koopmeiners; Malinovskyi (1' st Miranchuk), Muriel (38' st Cisse). Allenatore: Gasperini
 

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Zanoli, Koulibaly, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka; Politano (14' st Elmas), Zielinski (25' st Fabian Ruiz), Insigne (24' st Lozano); Mertens (43' st Malcuit). Allenatore: Spalletti

 

Ammoniti: Palomino, Juan Jesus, Anguissa e De Roon per gioco falloso, Ospina per comportamento non regolamentare.

La cronaca di Udinese-Cagliari (GLI HIGHLIGHTS)

L’Udinese vince in rimonta 5-1 contro il Cagliari. Cioffi parte con la copia d’attacco Success-Beto, Mazzarri punta su Joao Pedro. Al 32’ è proprio l’attaccante rossoblu a sbloccare il risultato: ripartenza di Deiola, assist di Dalbert, Joao Pedro batte Silvestri. Pochi minuti dopo, al 38’, il pareggio dell’Udinese: Cragno salva la porta sul colpo di testa ravvicinato di Udogie e sul tiro a botta sicura di Beto, ma non può nulla sulla conclusione di Becao. Al 45’ l’Udinese ribalta il match: cross di Pererya, Beto - che non segnava dal 9 gennaio - ritrova il gol. Il primo tempo finisce 2-1. La ripresa comincia con un’altra rete di Beto, servito da Success, al 49’. Dieci minuti dopo, 4-1 dell’Udinese: Molina supera Cragno con un pallonetto dalla distanza. Al 74’ ancora Beto: di testa segna la rete del 5-1 finale. Nel finale secondo giallo per Grassi ed espulsione. Finisce così. L’Udinese conquista punti preziosi per staccarsi ancora di più dalla zona bassa della classifica e sale a 33, il Cagliari incassa la quarta sconfitta consecutiva e resta fermo a quota 25.

Il tabellino di Udinese-Cagliari 5-1

32' pt Joao Pedro (C); 38' pt Becao (U); 45' pt, 4' st, 28' st Beto (U); 14' Molina (U)

UDINESE (3-5-2): 
Silvestri; Becao, Nuytinck, Zeegelaar; Molina (24' st Soppy), Pereyra, Walace (17' st Jajalo), Makengo (24' st Arslan), Udogie; Success (17' st Pussetto), Beto (30' st Nestorovski). Allenatore: Cioffi
 

CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno; Goldaniga, Lovato (30' st Walukiewicz), Altare (10' st Keita); Zappa (20' st Rog), Deiola (10' st Baselli), Grassi, Dalbert, Bellanova; Pereiro (30' st Carboni), Joao Pedro. (1 Aresti, 31 Radunovic, 21 Luvumbo, 22 Lykogiannis, 32 Ceter, 33 Obert). Allenatore: Mazzarri

Ammoniti: Dalbert, Walace, Baselli, Pereryra per gioco falloso

Espulso: Grassi per doppia ammonizione.

La cronaca di Fiorentina-Empoli (GLI HIGHLIGHTS)

vedi anche

Serie A, vincono Spezia e Torino. Lazio batte Sassuolo 2-1. HIGHLIGHTS

La Fiorentina vince il derby con l'Empoli grazie al terzo gol stagionale di Nico Gonzalez, al 58'. L'argentino un minuto prima della rete è protagonista dell'episodio decisivo del match. Subisce un fallo da Luperto che costa la seconda ammonizione al difensore. L'Empoli ha contestato la prima ammonizione nel recupero del primo tempo. Sempre nella prima frazione di gioco, annullato un gol a Di Francesco per intervento del Var per un fallo di Pinamonti su Terracciano in uscita.

Il tabellino di Fiorentina-Empoli 1-0

González N. 58'
 

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano, Venuti, Milenković, Igor, Biraghi; Castrovilli, Torreira, Duncan; Gonzalez, Cabral, Saponara. Allenatore: Italiano
 

EMPOLI (4-3-2-1): Vicario; Stojanovic, Tonelli, Luperto, Cacace; Zurkowski, Stulac, Bandinelli; Henderson; Di Francesco; Pinamonti. Allenatore: Andreazzoli
 

Ammoniti: Luperto, Torreira, Ismajli

Espulso Luperto.

Sport: I più letti