Messi al Psg: "Qui per continuare a vincere. Difficile lasciare Barcellona"

Sport
©Ansa

Il fuoriclasse argentino, dopo l'addio al Barcellona, ha parlato da nuovo giocatore del club francese: "Ringrazio Leonardo e tutto il club per come mi hanno accolto. E’ stato rapido e facile chiudere questa trattativa in una situazione non semplice". Ha firmato un contratto fino al 2023 e indosserà la maglia numero 30, lasciando la 10 a Neymar

“Sono molto felice. Tutti sanno che il mio addio al Barcellona è stato davvero difficile da gestire, però dopo tanti anni ho dovuto cambiare. Il fatto di arrivare qui mi ha dato tanta felicità e voglia di iniziare. Mi sto godendo tutto sin dal primo momento, con la mia famiglia. Voglio iniziare ad allenarmi presto, conoscere i compagni e lo staff tecnico. Voglio ringraziare Leonardo e tutto il club per come mi hanno accolto. E’ stato rapido e facile chiudere questa trattativa in una situazione non semplice. Ho la speranza di continuare a vincere con questo club, il mio obiettivo è quello di continuare a crescere e conquistare altri titoli”. Sono le prime parole di Leo Messi  (FOTOSTORIA) da giocatore del Psg, nella conferenza stampa di presentazione dell'argentino a Parigi, all'auditorium del Parco dei Principi (VIDEO). La Pulce ha firmato coi parigini un contratto fino al 2023 e avrà la maglia numero 30, lasciando la 10 a Neymar.

Al Khelaifi: "Giorno storico per il club e per tutto il mondo del calcio"

approfondimento

Messi, fotostoria di un campione: i primi calci, i trionfi, le lacrime

Presentando la stella sudamericana, il presidente del Psg, Nasser Al Khelaifi, ha parlato di “giorno storico incredibile per questo club e per tutto il mondo del calcio". Per il patron del club parigino "Leo è l’unico ad aver vinto per sei volte il Pallone d’Oro, ha regalato la sua magia al calcio. Sarà bellissimo per tutti i tifosi del Psg e per tutti i tifosi del mondo"

Messi: "Non vedo l'ora di scendere in campo"

leggi anche

Leo Messi al Psg, è ufficiale: l'argentino avrà la maglia numero 30

“Sarà bellissimo vivere la quotidianità con questa rosa eccezionale. Giocherò con i migliori e questo e sempre bellissimo”, ha detto Messi parlando dei compagni Neymar e Mbappè. “Non so quando potrò giocare i primi minuti, parlerò con lo staff tecnico, sicuramente dovrò fare un po’ di preparazione, vengo dalle vacanze. Spero che scenderò in campo al più presto possibile”. E sui nuovi compagni ha aggiunto: "Conoscevo alcune persone all'interno dello spogliatoio: Paredes, Di Maria, Neymar... sono stati importanti, fattore determinante perché io potessi scegliere il PSG".

Messi: "Qui per continuare a vincere Champions"

leggi anche

Messi, conferenza d’addio al Barcellona in lacrime: "È un arrivederci"

“Il Psg - ha proseguito Messi - è stato sempre molto vicino a vincere la Champions, ma non vi è mai riuscito. Non so cosa possa mancare. Bisogna essere un gruppo molto unito, non conosco questo spogliatoio, ma serve anche un po’ di fortuna. Non sempre vince il migliore, la Champions è una competizione speciale. La squadra è completa, sono stati fatti acquisti importanti per vincere la Champions. Sono qui per aiutare. Credo di essere nel posto giusto per continuare a vincere altre Champions”.

Messi: "Sarebbe bello ma strano affrontare il Barcellona"

"Non so se giocheremo contro il Barcellona, potrebbe essere bello tornare a Barcellona al Camp Nou, magari in uno stadio pieno. Potrebbe anche essere strano tornare a Barcellona con una maglia diversa, vedremo...", ha aggiunto Messi nella conferenza stampa di presentazione al Parco dei Principi.

Al Khelaifi: "Mbappé resterà al Psg"

leggi anche

Messi, Laporta "Il rinnovo di Lionel rischio finanziario per il Barça"

L'arrivo di Messi non comporta la partenza di un altro big dell'attacco parigino, il francese Kylian Mbappé. "Tutti conoscono il futuro di Mbappé: resterà a Parigi", ha detto il presidente Al-Khelaifi, chiarendo che la squadra non è disposta a privarsi di una delle sue altre stelle, corteggiata dal Real Madrid. "Mbappé è un giocatore molto competitivo, con una mentalità vincente - ha spiegato il dirigente qatariota -. Voglio una squadra competitiva e più di così è difficile da immaginare. Lui non può fare altro che restare qui per vincere".

Al Khelaifi: "Rispettato il fair play finanziario"

Rispondendo a una domanda sulla campagna acquisti stellare del club, il presidente del Psg ha detto: "Abbiamo seguito tutte le leggi del fair play finanziario. Rispettiamo tutto quanto e prima di fare qualsiasi passo parliamo con i nostri partner e ci confrontiamo con la Ligue1. Questo ha reso possibile la firma di Leo. Avevamo un grande desiderio da entrambe le parti di concludere questa trattativa. Troppe volte si vuole vedere il negativo ma bisogna cercare il lato positivo, perché tutto è stato fatto seguendo la volontà di tutti e stiamo controllando dettagliatamente tutte le cifre e gli aspetti economici". 

Messi: "Verratti è un fenomeno"

La conferenza stampa si è conclusa con un elogio a Marco Verratti. "Sta dimostrando di essere uno dei migliori al mondo. Il Barcellona per molti anni ha provato ad acquistarlo. Ora le cose si sono capovolte e sono io che sono venuto a giocare con lui. È un fenomeno e un ragazzo spettacolare", ha detto il fuoriclasse argentino rispondendo a una domanda sul centrocampista italiano. Poi, quando è stata annunciata la fine della conferenza stampa al Parco dei Principi di Parigi, dalla sala affollata da giornalisti, fotografi, commentatori e operatori tv, si è levato il coro "Messi, Messi".

Sport: I più letti