Euro 2020, finale Italia-Inghilterra: tutto quello che c'è da sapere

Sport
©Getty

La guida completa all'ultimo atto del primo Europeo itinerante della storia, che si disputerà a Londra allo stadio di Wembley: dalle probabili formazioni all'arbitro, dai precedenti tra le due Nazionali alle altre finali disputate in passato dalla Nazionale italiana. La partita è in diretta domenica sera alle 21 su Sky Sport

La finale della sedicesima edizione degli Europei di calcio, la prima in versione itinerante della storia, sarà Italia-Inghilterra (LO SPECIALE EURO 2020). I primi a ottenere il pass sono stati gli Azzurri, che in semifinale hanno battuto la Spagna ai rigori. A raggiungere l’Italia in finale sono stati gli inglesi, che si sono qualificati battendo 2-1 ai tempi supplementari la Danimarca nella seconda semifinale, con il gol decisivo del capitano Harry Kane. La finale si giocherà domenica alle 21 allo stadio Wembley di Londra, lo stesso che ha ospitato le due semifinali e alcune partite delle fasi precedenti. La partita sarà preceduta dalla cerimonia di chiusura degli Europei. Per la finale non ci sarà il maxischermo all'Olimpico di Roma, come stabilito nell'ultima riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza che si è svolto in prefettura il 9 luglio (DOVE SARANNO VIETATI E DOVE CONSENTITI I MAXISCHERMI).

 

Euro 2020, l'Italia trionfa: oggi l'incontro con Mattarella. DIRETTA

Dove e quando si gioca

vedi anche

Le foto dell'Italia all'arrivo a Londra

La finale si disputerà allo stadio di Wembley, un vero e proprio tempio del calcio, che potrà ospitare 60mila spettatori dopo l'alleggerimento delle misure anti-Covid rispetto all'inizio della manifestazione. Quello di Londra è uno degli undici impianti che hanno ospitato le 51 partite di Euro 2020. È la prima volta che questo stadio ospita una finale degli Europei. Nel 1996 i campionati si tennero in Inghilterra e la finale si giocò nel vecchio Wembley, lo stadio che oggi non esiste più e che è stato abbattuto quasi vent'anni fa.

Dove vedere Italia-Inghilterra

Inghilterra-Italia sarà visibile in diretta su Sky domenica alle ore 21 su Sky Sport Uno (numero 201 del satellite, 472 e 482 del digitale terrestre), Sky Sport Football (203 del satellite, 473 e 484 del digitale terrestre) e Sky Sport (251 del satellite). Disponibile per gli abbonati anche su Sky Go e su Now TV.

Le probabili formazioni

Per quanto riguarda l’11 iniziale disegnato dal ct Mancini, si va verso la stessa Italia vista contro la Spagna. Sarebbe la prima volta che il ct conferma l’11 della partita precedente: mai infatti Mancini aveva utilizzato per 2 gare consecutive la stessa squadra. L’Italia dovrebbe quindi scendere in campo con il classico 4-3-3 e il tridente Chiesa-Immobile-Insigne, ed Emerson Palmieri ancora al posto dell'infortunato Spinazzola, con l’altra fascia occupata da Di Lorenzo. Sempre Bonucci-Chiellini la coppia al centro della difesa, e a centrocampo il trio Barella-Jorginho-Verratti. Anche l’Inghilterra potrebbe confermare l’11 visto contro la Danimarca, con Saka, Mount e Sterling alle spalle dell'unica punta Kane. In difesa Walker, Stones, Maguire, e Shaw. E la diga di centrocampo formata da Rice e Phillips.

Le altre finali dell’Italia

approfondimento

Dai Mondiali '34 a Euro '20: tutte le finali della Nazionale italiana

Con la finale di Euro 2020 diventano 11 le finali conquistate dalla Nazionale italiana da quando la nostra selezione partecipa alle manifestazioni internazionali. Sei le vittorie: tre sono del leggendario ct Vittorio Pozzo, che trionfò ai Mondiali del 1934 e del 1938, oltre che alle Olimpiadi del 1936. Nel 1968 l’unica vittoria agli Europei finora, con il 2-0 contro la Jugoslavia grazie alle reti di Riva e Anastasi: era il replay della prima finale (allora non esistevano i tempi supplementari ma si rigiocava il match in caso di pareggio) finita 1-1. L’Italia ha alzato altre due volte la Coppa del Mondo, nel 1982 e nel 2006. Le sconfitte: ai Mondiali 1970 (4-1 contro il Brasile) e 1994 (sconfitta ai rigori sempre contro il Brasile), poi agli Europei 2000 (al golden gol contro la Francia), 2012 (4-0 contro la Spagna).

I precedenti tra Italia e Inghilterra

Italia e Inghilterra non si sono mai incontrate in una finale di un torneo internazionale, anche perché l’Inghilterra ne ha giocata soltanto una: quella della Coppa del Mondo del 1966 vinta contro la Germania Ovest. L’ultimo confronto risale a una partita amichevole giocata nel 2018 a Wembley e finita in parità. L’ultimo precedente ufficiale tra le due nazionali risale invece ai Mondiali in Brasile del 2014: l’Italia vinse 2-1. Ad arbitrare la partita era l’olandese Bjorn Kuipers, lo stesso che dirigerà questa finale.

L’arbitro

leggi anche

Europei, Kuipers è l'arbitro della finale Italia-Inghilterra

Kuipers, 48 anni, sarà affiancato i connazionali Sander van Rockel e Erwin Zeinstra, mentre il quarto uomo sarà lo spagnolo Carlos del Cerro Grande. Al Var invece il tedesco Bastian Dankert. Kuipers ha diretto quattro volte gli azzurri, l’ultima proprio in una sfida con l’Inghilterra, al Mondiale in Brasile del 2014, vinta dagli Azzurri per 2-1. Negli altri tre precedenti un pareggio con la Croazia (nel 2014), e le sconfitte con Francia (2016) e Spagna (2017). Kuipers ha iniziato ad arbitrare a 16 anni, seguendo l’esempio del padre (che però si è fermato ai dilettanti). È laureato in business administration alla Radboud University Nijemegen, e all’attività calcistica ha affiancato quella imprenditoriale. È uno degli uomini più facoltosi d’Olanda, proprietario infatti di un piccolo impero di supermercati (la catena C100, ne possiede oltre 500). Non solo: recentemente ha aperto una bottega da barbiere. Ha un patrimonio stimato di circa 12 milioni di euro che lo rende uno degli arbitri più ricchi al mondo.

Mattarella allo stadio, come Pertini e Napolitano

A sostenere l'Italia a Wembley ci sarà anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il capo di Stato italiano ha infatti deciso di far sentire la propria vicinanza nei confronti della nazionale azzurra in occasione di una finale internazionale, che all'Italia manca dal 2012 (anche in quel caso erano gli Europei, ndr). Mattarella sarà dunque in tribuna, che vedrà anche la presenza, per la controparte inglese, del Principe William e di Boris Johnson, già presenti a Wembley in occasione della semifinale contro la Danimarca. La speranza è che la presenza di Mattarella possa rievocare alcune immagini di festa da parte dei capi di Stato italiani già viste nel passato: quella di Sandro Pertini in occasione del trionfo al “Mundial” del 1982 e di Giorgio Napolitano con la vittoria ai Mondiali 2006 in Germania.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.