Calcio, Roberto Mancini sarà ct della Nazionale fino al 2026. "Resto per vincere"

Sport

La notizia del rinnovo arriva dopo il Consiglio Federale. L'ex numero dieci è alla guida degli Azzurri dal 2018. Gravina: "Investimento sul futuro". DIramata la lista dei 33 giocatori per il test contro il San Marino in vista della lista ufficiale per l'Europeo

Roberto Mancini ha deciso di firmare il prolungamento del contratto da commissario tecnico della Nazionale fino al 2026. L'ufficializzazione dell'accordo è arrivata al termine del consiglio Figc dal presidente, Gabriele Gravina.

Gravina: "Investimento per il futuro che dovevamo ai tifosi"

 un investimento della federazione per il futuro, e che dovevamo ai tifosi", ha detto il presidente federale, "sono molto contento, perché come Roberto sa, era un obiettivo della federazione per continuare un lavoro e dargli continuità anche in futuro".

Mancini: 'Resto in azzurro per vincere'

leggi anche

Niente Europei per Ibra: costretto a dare forfait dopo l'infortunio

Nel primo commento dopo il prolungamento del contratto Mancini ha detto: "Lavoriamo per arrivare alla vittoria velocemente, non c'era motivo per lasciarsi". Poi ha ringraziato il presidente e la Federcalcio. "Sono molto felice - ha aggiunto il ct - ci saranno tante manifestazioni, non è mai semplice vincere ma stiamo cercando di portare avanti il lavoro, abbiamo tanti giovani su cui puntare. La nostra speranza è che i frutti arrivino molto velocemente". Mancini ha poi commentato la coincidenza del prolungamento, che lo fa salire sul podio dei commissari tecnici più longevi, con il trentennale dello scudetto Samp. "Spero che possa essere di buon auspicio: anche lì con la Samp fu una cosa quasi impossibile. Anche qui sembrava impossibile arrivare a questo punto dopo il mondiale di Russia. Spero sia di buon auspicio per gli Europei".

I 33 azzurri per il test contro il San Marino

Intanto, a meno di una settimana dalla fine del campionato, cominciano con le convocazioni per il test contro San Marino le manovre dell'Italia per l'Europeo al via l'11 giugno a Roma. Mancini ha convocato 33 giocatori dal 24 maggio in Sardegna in vista del match in programma il 28 alla Sardegna Arena di Cagliari. Tra loro usciranno, con tutta probabilità, i 26 nomi da inserire entro la mezzanotte di martedì 1 giugno nella lista ufficiale per il torneo continentale.

L'unico esordiente è l'attaccante del Sassuolo Giacomo Raspadori, un classe 2000 che ha fatto tutta la trafila nelle nazionali giovanili e che solo a settembre ha esordito in Under 21. Tra i convocati c'è anche Marco Verratti, il centrocampista del Paris Saint Germain che si è infortunato in allenamento giorni fa e che è fortemente a rischio per l'Europeo. Mancini potrà comunque vederlo da vicino e valutarne le condizioni e il possibile recupero. Lo stesso per il romanista Lorenzo Pellegrini, alle prese con un problema piu' lieve e che il ct ha grande fiducia di recuperare.

L'elenco comprende tra i portieri Cragno, Donnarumma, Meret e Sirigu. Come difensori Acerbi, Bastoni, Biraghi, Bonucci, Chiellini, Di Lorenzo, Florenzi, Lazzari, Mancini, Spinazzola e Toloi. Tra i centrocampisti Barella, Castrovilli, Cristante, Locatelli, Pellegrini, Pessina, Sensi e Verratti. In attacco Belotti, Berardi, Bernardeschi, Chiesa, Grifo, Immobile, Insigne, Kean, Politano e Raspadori.

Dopo la gara con San Marino, gli azzurri torneranno a radunarsi lunedì 31 maggio e venerdì 4 giugno a Bologna affronteranno la Repubblica Ceca nell'ultima amichevole prima dell'Europeo.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.