Superlega, il mea culpa del patron del Liverpool. VIDEO

Sport

Dopo la rinuncia al progetto, John W. Henry si scusa con tifosi, giocatori e squadra: "In queste 48 ore si è visto chiaramente che non avrebbe resistito. Io l'unico responsabile"

GLI AGGIORNAMENTI SUL CASO SUPERLEGA

Il proprietario del Liverpool, John Henry, si è scusato con i tifosi per aver aderito al progetto della Super League. I Reds facevano parte dei "big six'"del nuovo torneo, che però adesso si sono tirati indietro. Questa notte il club ha confermato l'intenzione di lasciare la Super League, a meno di 48 ore dall'annuncio della sua nascita.  (DALL'ANNUNCIO ALLO STOP: LE TAPPE).

Il videomessaggio

"Voglio scusarmi con tutti i fan per il disagio che ho causato nelle ultime 48 ore. Va detto che il progetto presentato non sarebbe mai durato senza il supporto dei tifosi. Nessuno la pensava diversamente in Inghilterra, in queste 48 ore si è visto chiaramente che non avrebbe resistito. Vi abbiamo ascoltato, vi ho ascoltato", dice il patron, che estende le sue scuse al tecnico Jurgen Klopp e al resto della squadra: "Loro, sottolinea, non hanno nessuna responsabilità per quanto accaduto. Io sono l'unico responsabile".

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.