Nations League, Italia-Olanda 1-1. Gli Azzurri frenano nel girone

Sport

Di Pellegrini e Van de Beek nel primo tempo le reti che decidono l'incontro. La Nazionale frena nel girone e viene sorpassata dalla Polonia che supera la Bosnia

L’Italia pareggia 1-1 a Bergamo con l’Olanda e frena la sua marcia nella Nations League. Contro gli Orange la squadra di Mancini scatta con Pellegrini al 17’, ma si fa raggiungere al 25' da Van de Beek. Cruciale per i destini azzurri nella manifestazione la sfida del 15 novembre con la Polonia che ha battuto 3-0 la Bosnia ed è passata in testa nel girone.  

Segna Pellegrini, risponde Van de Beek

approfondimento

Nations League, Polonia-Italia 0-0: gli Azzurri creano ma non sfondano

Dopo una partenza piuttosto tattica, è l’Italia che rompe gli indugi e con una perfetta azione di contropiede mette Pellegrini in condizione di filare solitario verso la porta olandese e sbloccare il risultato (17’). Gli ospiti provano a reagire, ma sono sempre gli Azzurri a rendersi pericolosi e sempre con ripartenze come quella che al 23’ porta Immobile a tu per tu con il portiere avversario che però si allunga bene alla sua sinistra per respingere. Dal possibile 2-0 due minuti dopo si passa all’1-1 con Van de Beek lesto a raccogliere un batti e ribatti in area e scaraventare la palla di prepotenza alle spalle di Donnarumma. La squadra di Mancini fatica a ritrovare il filo del gioco dopo la doccia fredda e al 34’ rischia di andare sotto con un colpo di testa di De Jong. La replica italiana arriva poco dopo con Spinazzola e Pellegrini autori di una doppia occasione nel giro di un minuto, ma Cillessen respinge gli assalti dei due azzurri. Comunque sono i segnali di ripresa confermati al 40’ da una sortita offensiva di Bonucci che si conclude con un colpo di testa alto sopra la traversa.

Nella ripresa la gara cala di intensità

La ripresa inizia con l’Olanda in avanti e Wijnaldum che tenta la conclusione dal limite murata dalla difesa di Mancini e con Depay che viene invece neutralizzato da un grande intervento di Donnarumma al 53’. Al 56’ è Immobile però ad avere la più ghiotta delle occasioni approfittando di un errore di Hateboer per filare verso Cillessen, ma concludendo addosso all’estremo difensore in uscita. La gara con il passare dei minuti cala di intensità e resta equilibrata, ma senza grosse occasioni su un fronte e sull’altro. Un risultato che va un po’ stretto agli Azzurri vista la vittoria della Polonia sulla Bosnia nell’altra gara del girone. Ora a Mancini contro Lewandowski & co. serve una vittoria. 

Sport: I più letti