Serie A, la Roma contro il razzismo: patch Black Lives Matter sulle maglie

Sport

I giallorossi, come comunicato dalla società, indosseranno la tenuta con il logo del movimento anti-razzista per tutte le partite che mancano alla fine del campionato 2019-2020

La Roma scende il campo contro il razzismo. I calciatori giallorossi indosseranno infatti una patch del movimento "Black lives matter" per le restanti partite di campionato, allo scopo di sensibilizzare il mondo dello sport e non solo sul tema del razzismo. "Non basta più non essere razzisti - ha scritto la società giallorossa sui canali ufficiali social - Bisogna essere anti-razzisti".

L'iniziativa della Roma

approfondimento

George Floyd, gli atleti che si sono inginocchiati in suo onore. FOTO

A partire dalla sfida contro la Sampdoria del prossimo 24 giugno all'Olimpico e fino all'ultima gara di campionato contro la Juventus a Torino, i giocatori della Roma indosseranno una patch speciale sulla manica sinistra delle maglie. Il logo contiene le parole "Black lives matter", a supporto del movimento globale impegnato nella lotta al razzismo. Dopo la morte di George Floyd a Minneapolis dello scorso 25 maggio, anche il mondo dello sport si è sentito in dovere di scendere in campo per sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema molto delicato. Quella della Roma è una delle tante iniziative realizzate per dare voce al movimento di protesta che ha preso piede in diverse città del mondo.

Maglie all'asta per beneficenza

Le maglie indossate dai giocatori della Roma con la patch di "Black lives matter" saranno messe all'asta allo scopo di finanziare diverse organizzazioni impegnate nella lotta al razzismo. Tra queste anche Roma Cares, la onlus nata nel 2014 per promuovere valori positivi nello sport. I proventi delle vendite all'asta verranno utilizzati in parte per finanziare iniziative organizzate dalla società giallorossa contro il razzismo, che coinvolgeranno anche i più giovani in tutta Italia. All'inizio del mese di giugno la Roma aveva già dimostrato la sua sensibilità al tema razzismo, quando l'allenatore Paulo Fonseca e i giocatori si erano inginocchiati durante un allenamento a Trigoria, in un gesto che è diventato simbolo del movimento Black lives matter.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.