"Per sempre con noi": il calcio ricorda Davide Astori nel giorno del suo compleanno

Sport

Il difensore della Fiorentina e della Nazionale è stato omaggiato dai suoi colleghi e dalle squadre in cui ha militato. Commovente la dedica su Instagram della moglie

Oggi, 7 gennaio, Davide Astori (FOTOSTORIA) avrebbe compiuto 33 anni. Il calciatore, allora capitano della Fiorentina, è stato trovato morto il 4 marzo 2018 nella sua stanza d'hotel prima della partita dei Viola in casa dell'Udinese. Commovente la dedica della moglie Francesca Fioretti su Instagram, che ha condiviso un'immagine dell'aurora boreale in Finlandia con gli hashtag #forever e #together. Nella didascalia della foto torna vivo il ricordo del suo Davide: "Sbam, ci hai trovate".

Ondata di affetto viola

Astori è stato omaggiato anche dalle squadre di Serie A in cui ha militato. A Firenze, sui cancelli dello stadio Artemio Franchi, i tifosi della Viola hanno appeso uno striscione con la scritta "Ovunque tu sarai, auguri capitano". Sui canali social della società è comparso un mosaico da cui spicca il suo viso, accompagnato dalla scritta "DA#13 per sempre". Tra i commenti, tante frasi di affetto (anche dall'estero, come dall'Albania e dalla Francia). Qualcuno condivide un selfie scattato con Astori durante la preparazione estiva. Dal giorno della morte, i supporter della Fiorentina lo ricordano con cori e applausi al minuto 13 di ogni partita. Molti anche i messaggi postati da compagni e colleghi, oltre a quello del sindaco di Firenze Dario Nardella.

Il ricordo di Roma e Cagliari

La Roma ha ricordato il difensore con una sua immagine in maglia giallorossa, da lui indossata nella stagione 2014-2015. Il Cagliari - in cui Astori ha giocato dal 2008 al 2014 - ha invece pubblicato un'istantanea con due bambini girati di spalle e abbracciati: uno ha l'uniforme rossoblù, l'altro viola. Come a dire: l'affetto per una persona trascende i colori. "Per sempre con noi", è la dedica.

Calciatore esemplare

Davide Astori è cresciuto calcisticamente in provincia di Bergamo, dov'è nato. Poi è approdato nelle giovanili del Milan, e proprio in onore del difensore rossonero Nesta, ha scelto la maglia numero 13. Dopo la gavetta in Serie C1 con Pizzighettone e Cremonese, Astori è approdato al Cagliari, club con cui ha esordito in Serie A. In Sardegna è rimasto 6 stagioni, con 179 presenze e 3 gol. Le ottime prestazioni gli hanno permesso di indossare la maglia della Nazionale: per lui debutto, con il ct Prandelli, nel 2011 nell'amichevole Ucraina-Italia. Poi 2014 è passato alla Roma, e l'anno dopo alla Fiorentina. Nella stagione 2017-2018 Astori diventa capitano della Viola, fino a quel tragico giorno - 4 marzo 2018 - prima della gara con l'Udinese.

<center><blockquote class="twitter-tweet"><p lang="it" dir="ltr">| 💜 | <a href="https://twitter.com/hashtag/DA13?src=hash&amp;ref_src=twsrc%5Etfw">#DA13</a> per sempre ! <a href="https://t.co/3F70Kmtvhe">pic.twitter.com/3F70Kmtvhe</a></p>&mdash; ACF Fiorentina (@acffiorentina) <a href="https://twitter.com/acffiorentina/status/1214434715735875584?ref_src=twsrc%5Etfw">January 7, 2020</a></blockquote> <script async src="https://platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></center>

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.