Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus

Sport

Il tecnico toscano lascia dopo un solo anno il Chelsea e firma un triennale con i bianconeri: accordo tra i due club per la risoluzione anticipata del contratto con i Blues. Con la squadra londinese ha vinto l'Europa League e ha ottenuto un terzo posto in Premier League

Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus. Il tecnico toscano ha firmato un contratto triennale con i bianconeri, fino al 30 giugno 2022. La Juventus lo ha annunciato con un comunicato sul proprio sito ufficiale, arrivato in contemporanea con quello del Chelsea, in cui si spiega che i due club “hanno raggiunto un accordo per la risoluzione anticipata del contratto” che legava Sarri al Chelsea per altri due anni, “su richiesta dell'allenatore". L’allenatore toscano, 60 anni, lascia il Chelsea dopo un solo anno (in cui ha vinto l’Europa League) e torna in Italia per sostituire sulla panchina bianconera Massimiliano Allegri, a un mese dal suo addio (LA FOTOSTORIA DI ALLEGRI).

Le parole del Chelsea: "Grazie Sarri, ma voleva tornare in Italia"

Nel comunicato del Chelsea vengono riportate le parole di Marina Granovskaia, direttrice esecutiva del club: "Durante i colloqui che hanno seguito la finale di Europa League - spiega Granovskaia -, Maurizio ha chiarito quanto fortemente desiderava tornare nel suo paese natio, spiegando che le sue ragioni per voler tornare a lavorare in Italia erano significative. Credeva anche che fosse importante essere più vicino alla sua famiglia, e per il benessere dei suoi genitori anziani sentiva di dover vivere più vicino a loro a questo punto", si legge nel comunicato. "Maurizio lascia il Chelsea con il ringraziamento di tutti noi per il lavoro svolto da lui e dai suoi assistenti durante la stagione - continua Granovskaia - in cui ha vinto l'Europa League, guidandoci verso un'altra finale di coppa e un terzo posto in Premier League. Vorremmo anche congratularci con lui per essersi assicurato il ruolo migliore in Serie A e augurargli buona fortuna per il futuro"

La carriera

Sarri ha allenato in Italia per tutta la carriera, fatta eccezione per l’ultimo anno al Chelsea. Dopo una lunga gavetta nelle serie minori, è arrivato nel 2005 su una panchina di Serie B, in cui esordisce guidando il Pescara. Poi, sempre nella categoria cadetta, le esperienze con Arezzo, Avellino e Grosseto. E poi nel 2012 l’Empoli, con cui ottiene la promozione in Serie A nel 2014. L’anno successivo viene ingaggiato dal Napoli, dove resterà per tre anni stupendo pubblico e esperti di calcio per la qualità del gioco espresso dalla sua squadra. Con lui gli azzurri ottengono due secondi posti, sempre dietro la Juventus, e un terzo posto. Nel 2018 il passaggio al Chelsea. Nella stagione 2018-2019 a Londra si classifica terzo in Premier League e conquista l’Europa League ottenendo così il primo trofeo continentale della sua carriera.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.