Champions League, Liverpool-Barcellona 4-0: gol e highlights delle semifinali

Sport

Straordinaria impresa dei Reds che ribaltano ad Anfield il 3-0 subito al Camp Nou. Le doppiette di Origi e Wijnaldum regalano la seconda finale consecutiva agli uomini di Klopp. Delusione per Messi e compagni che vedono sfumare il sogno triplete

Impresa storica del Liverpool che batte 4-0 il Barcellona e ribalta il 3-0 subito all’andata sotto i colpi di Messi. Decisive le doppiette di Origi e Wijnaldum. Contro ogni pronostico, a Madrid, il prossimo 1 giugno, ci andranno i Reds. Per il club inglese si tratta della seconda finale consecutiva, la nona nella storia. Grande delusione per i catalani che vedono materializzarsi un’altra volta l’incubo “remuntada” dopo quella subita a Roma nei quarti di finale della scorsa stagione contro i giallorossi. (LA CRONACA DELLA PARTITA - IL MATCH D'ANDATA)

Primo tempo: Origi infiamma subito Anfield

Assenze pesanti per il Liverpool, con Klopp che deve rinunciare a Salah e Firmino per infortunio: al loro posto giocano il belga Origi e l’ex Inter Shaqiri. Parte fortissimo la squadra di casa, spinta dai propri tifosi: dopo 50 secondi i Reds sfiorano già la prima rete ed è Jordi Alba a mandare in angolo salvando i suoi in scivolata sull’azione di Mané. Al 6’ arriva il vantaggio del Liverpool con Origi. Il classe 95’ è spinge in rete una corta respinta di Ter Stegen sul tiro di Henderson. Al 13’ primo squillo di Messi (TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SU MESSI) e prima parata di Alisson: l’argentino calcia di prima col mancino ma è bravo il portiere brasiliano a mandare in calcio d’angolo. Al 17’ è ancora l’ex estremo difensore della Roma protagonista, questa volta sul connazionale Coutinho e sul suo destro a giro. Dopo i primi 20 minuti a ritmi frenetici, le due squadre rallentano nei 20 successivi e così è soltanto al 42’ che arriva un’altra occasione con Henderson che calcia di sinistro da fuori. Palla deviata da Vidal (con un braccio, fuori area) in calcio d’angolo. Al secondo dei quattro minuti di recupero, ci prova Messi da lontano: tiro debole e impreciso per il numero 10 blaugrana (LA FOTOSTORY DEL FUORICLASSE ARGENTINO). Poco dopo è invece Jordi Alba a sfiorare il pareggio ma Alisson è bravo a stopparlo. (I RISULTATI - LE CLASSIFICHE DEI GIRONI - SERIE A: GOL E HIGHLIGHTS)

Secondo tempo: Wijnaldum e Origi regalano la finale ai Reds

Anche nella seconda frazione è il Liverpool a partire meglio e a creare la prima opportunità. Al 5’ è Van Dijk sugli sviluppi di un corner a impegnare Ter Stegen. Sul capovolgimento di fronte va vicino all’1-1 il Barça: Suarez da solo in area non riesce a dare forza al suo tiro, ben parato da Alisson. Al 53’ arriva il raddoppio del Liverpool con Wijnaldum, entrato dopo l’intervallo al posto di Robertson, che si inserisce perfettamente sul cross di Alexander-Arnold e punisce un non perfetto Ter Stegen. Appena due minuti dopo, incredibile ad Anfield: il Liverpool segna il gol del 3-0 ancora con Wijnaldum lasciato libero in area sul cross di Shaqiri. L’olandese segna di testa il gol che pareggia il 3-0 del Camp Nou. Al 66’ si sveglia il Barça e lo fa con Messi che calcia da pochi metri impegnando Alisson in calcio d’angolo. Al 78’ arriva il 4-0 del Liverpool: furbizia di Alexander-Arnold che batte rapidamente un calcio d’angolo sorprendendo tutti, Origi è solo in area e batte Ter Stegen. Nel finale ci prova il Barça ma in maniera confusa, a Madrid ci andrà il Liverpool di Jurgen Klopp.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.