X Factor 2019, Audizioni: le esibizioni più emozionanti

L’attesa è finita. Ha preso il via la tredicesima edizione di X Factor, con la prima puntata delle Auditions, ed è stato un vortice di emozioni. I giudici han dimostrato intuito, prontezza e competenza e non han di certo deluso le aspettative. Quali sono state, tra le tante, le esibizioni più toccanti? Continua a leggere e scopri di più! Ricorda che X Factor ti aspetta tutti i giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

Scopri lo Speciale di X Factor
5 curiosità su Mara Maionchi
5 curiosità su Sfera Ebbasta

La prima puntata delle Audizioni della tredicesima edizione del talent più cool del piccolo schermo è stata un successo. Sono stati numerosi i talenti che hanno calcato il palco di X Factor: ci hanno emozionato, commosso e divertito. La giuria, poi, si è dimostrata all’altezza, competente, fresca e collaborativa. Quali sono state le esibizioni più sorprendenti? Riscopriamole insieme!

Tra gli aspiranti concorrenti del talent, si è meritato un accesso diretto ai Bootcamp Enrico di Lauro (Harry Dila), artista di strada. Chitarra e voce, ha saputo commuovere e convincere i giudici solo con qualche nota. Preciso, diretto ed emozionante, la sua esibizione ha coinvolto anche il pubblico.

Un’altra cantante degna di nota è stata Mariam Rouass (Maryam), di soli 18 anni. Con la sua voce potente e calda, dal forte potenziale, ha portato una versione al pianoforte di Gioventù Bruciata, brano di Mahmood. Malika l’ha definita brava, misurata, elegante e dolce. Si è guadagnata, non serve dirlo, un accesso diretto alla fase successiva.

Chi non osa, non vince, si dice. Ed è stato così per Renato Torre, che ha portato sul palco una versione acustica di un brano di Sfera Ebbasta, Cupido. L’esibizione ha convinto totalmente i giudici, anche l’interprete originale della canzone, che non ha potuto trattenersi dal canticchiarla.

E se l’esibizione di Renato, oltre ad essere di impatto, è stata leggera e divertente, Salvatore Medica ha portato un brano molto più serio e commovente. La sua voce, marcatamente profonda ed emozionante, ha colpito la giuria, che gli ha permesso di ottenere ben 4 sì.

Se, fino ad ora abbiamo nominato solamente cantanti "in solitaria", è giunto il momento del primo gruppo, i Seawards, dalla sonorità convinta e coinvolgente. Neanche a dirlo, 4 sì per loro.

Tra le esibizioni più toccanti c’è sicuramente quella di Sofia Tornambene, in arte Kimono. Studentessa di soli 16 anni, ha emozionato tutti e 4 i giudici con il suo inedito, dalla scrittura fortemente matura. Una melodia appassionante, delicata e toccante, che le ha permesso di ottenere complimenti da tutta la giuria.

Anche i Five Quarters e Booda hanno infiammato il palco con le loro performance divertenti, energiche e innovative.

Infine, è stato Eugenio Campana, in arte Comete, ha ottenere l’accesso ai Bootcamp. Coinvolgente, sorprendente, ha ottenuto il consenso del pubblico e della giuria.

La prima puntata di Auditions è stata ricca di colpi di scena, e vi assicuriamo che anche la prossima seguirà questo filo. Non perdetela: vi aspetta giovedì prossimo alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

SCOPRI DI PIU'

5 cose che non sai su Samuel

5 cose che non sai su Malika Ayane

Le foto dei giudici alla conferenza stampa

Tutti i modi per seguire X Factor