Matrimonio a Prima Vista 3, la convivenza: guarda il video della puntata 3

Dopo aver archiviato la luna di miele, le coppiette di Matrimonio a prima vista , si sono scontrate con i primi veri ostacoli. Nel corso della terza puntata li abbiamo visti scontrarsi, prendersi e lasciarsi. Scappare per poi tornare. Fare i conti con se stessi e confrontarsi con l’altro, non è facile. Soprattutto se non si hanno le idee chiare. Quali saranno i prossimi passi dei sei ex single in gioco? Scoprilo giovedì alle 21.15, in esclusiva assoluta su Sky Uno, nell’attesa, guarda il video e rivivi i momenti clou del quinto e del sesto episodio.

La domanda è ormai è diventata un refrain: “Può il matrimonio di due perfetti sconosciuti trasformarsi in vero amore?” Alcune volte sì, altre no, altre ancora chissà…Se lo chiedessimo a Francesca Musci e Stefano Protaggi, i protagonisti della scorsa stagione che il 17 giugno riconfermeranno in chiesa quel fatidico sì, la risposta sarebbe una e una sola. Per l’operaia di Lissone e il maître di Borgomanero non ci sono stati dubbi, si sono riconosciuti al primo sguardo e al primo sguardo si sono innamorati. Per Daniela e Roberto, Camilla e Mauro, e Rossella e Andrea, al contrario, le cose non sono così chiare, tutt’altro. E se è vero che i colpi di scena sono dietro l’angolo e ogni puntata scompiglia le carte in tavola, è impossibile non farsi influenzare dalle prime impressioni. Ma tutto è in gioco, e tutto ancora è da scoprire, del resto si sa, l’animo umano è spesso indecifrabile, e per citare Benjamin Franklin: “Ci sono tre cose veramente dure: l’acciaio, il diamante e conoscere se stessi”.

Lo sposino di Bergamo, innamorato perso della sua mogliettina, vorrebbe proprio questo: “farle conoscere il vero Roberto”. La coppia è alla seconda settimana di convivenza, e nonostante tra loro manchi l’intesa sessuale, mostrano di aver raggiunto un certo grado di complicità, “passando sempre più tempo insieme, conosciamo meglio i nostri pregi, i difetti, le abitudini, non abbiamo trovato veri attriti su cui discutere, ci troviamo sempre in linea”, ma non basta. Perlomeno non a lui. Va bene ridere e scherzare - lo stesso Abis sottolinea quest’aspetto. “Ridere è un elemento di condivisione e di costruzione di una relazione forte, naturalmente se c’è dell’altro”. Ed è proprio su quell’”altro” che Roberto insiste. E infine perde la trebisonda e prende una decisione drastica: chiede a sua moglie di non tornare a casa. E’ stanco, ha bisogno che Daniela lo incoraggi, non può sempre “tirare avanti il carro da solo”. Non è bastato organizzare una cenetta romantica a base di sushi e non è bastato un tenero gattino a spingere i due sotto le lenzuola. Quel tasto, resta un tasto dolente. Eppure Nada aveva dato loro gli esercizi a casa. Non sono neppure riusciti a farli. A questo punto Daniela non capisce più né suo marito, né cosa le sta succedendo, chiede consiglio alla madre che la esorta a fare il primo passo. Lo fa, ma sbaglia la modalità e Roberto la prende male. Non si sente capito, non riesce ad andare avanti e volano parole forti. “Io ho chiuso, per me questa buffonata è finita”. Salvo poi rimangiarsi ogni parola quando Daniela gli tende la mano, fa ritorno a casa e decidono di ricominciare.

Le cose prendono una brutta piega anche nella capitale, qui Camilla e Mauro sono ai ferri corti, lei sbrocca, prende tutte le sue cose e va via di casa: è stanca dell’atteggiamento di suo marito “deve puntualizzare ogni cosa, pensa di essere superiore agli altri, sto vedendo solo il brutto e ho bisogno di allontanarmi un attimo”. Lo fa in malo modo, lasciando Mauro senza parole, il neo sposino è contrariato, chiede udienza a sua sorella, suo grande punto di riferimento. Lei cerca di farlo ragionare, gli fa capire che Daniela ha tutti i principi e i valori che ha sempre cercato in una donna, “non sarà femminile come dici tu, però è affidabile, trasmette fiducia, lascerei i miei figli con lei, è la cognata che ho sempre sognato di avere”. Mauro si convince a mettere da parte l’orgoglio e scrivere un messaggio a sua moglie, la invita a cena. E lei, dopo aver consultato la sessuologa, accetta. Poco convinta, ma accetta. Varcata la porta di casa, dopo l’iniziale imbarazzo, i due si sciolgono, parlano di quanto è successo. Lei però non si ferma a dormire, ha bisogno di tempo, ma ha voglia di un nuovo inizio, proprio come Roberto e Daniela che brindano al futuro.


A Milano l’intesa tra Andrea e Rossella sembra andare a gonfie vele, peccato si tratti di un’intesa puramente mentale. E dopo un primo impatto da sogno, la coppia subisce una battuta di arresto, è soprattutto Andrea a manifestare una certa insofferenza. “Io le salterei addosso subito, lei lo sa dal primo istante, rispetto i suoi tempi, ma continua ad allontanarsi”. E continua a ripetere la stessa frase: “non c’è quella spinta che ci dovrebbe essere”. Effettivamente Rossella tratta suo marito al pari di un fratello, non è attratta fisicamente da lui, e alla lunga questo diventerà un ostacolo insormontabile. Lo psicologo Gerry Grassi conferma che tra loro “manca tutta quella parte sessuale di gioco e di intrigo”. Andrea non è più disposto a continuare su quest’onda, confessa alla moglie che se dovesse prendere una decisione oggi, questa sarebbe un “no”. Rossella resta spiazzata, forse quella di Andrea è solo una provocazione, e “con me le provocazioni non funzionano”. Sarà dura, basteranno i compiti a casa di Nada a rompere il ghiaccio?