MasterChef 9, l'ospite della puntata 10 è lo chef Jeremy Chan

È tutto pronto per la decima puntata di MasterChef 2020, che vedrà la partecipazione di un ospite davvero speciale: lo chef stellato Jeremy Chan, che introdurrà la sua particolarissima cucina ai concorrenti del talent culinario più amato della tv. L’appuntamento è per questa sera, 20 febbraio, alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455. Continua a leggere per scoprire chi è lo chef Jeremy Chan!

MASTERCHEF 9: SCOPRI LO SPECIALE

GUARDA CHI SONO GLI ELIMINATI DA MASTERCHEF 9 SINO AD ORA

Giudici e concorrenti sono pronti per la decima puntata di MasterChef 2020 in cui accoglieranno un ospite davvero speciale, lo chef stellato Jeremy Chan.

Nato in Inghilterra nel 1987 da padre cinese e madre canadese, lo chef Chan ha vissuto in diverse parti del mondo per poi stabilirsi a Londra, dove nel 2017 ha aperto con il suo socio Iré Hassan-Odukale (originario di Lagos, anche se cresciuto in Inghilterra) il ristornate Ikoyi, che si trova nel West End e ha ricevuto una stella Michelin dopo un solo anno di apertura, la prima stella Michelin assegnata ad un ristorante con una forte impronta africana.

Al ristorante è stata data la definizione di West African, ma non è del tutto appropriata. Infatti, nonostante la presenza di ingredienti provenienti da quella parte del mondo, si tratta più che altro di una cucina di sperimentazione e ricerca, per cui lo chef ha scelto questi ingredienti perché poco noti ai nostri palati e quindi stimolanti per lui. Inoltre, Jeremy Chan preferisce non dare definizioni precise a quello che fa, che è qualcosa che ha a che fare con la creatività personale e con la sua interpretazione di colori, sapori e consistenze, che vuole trasmettere nel mono più immediato possibile. Nel suo menù, infatti, ci sono piatti tradizionali africani, ma sono realizzati senza preoccuparsi troppo della loro corrispondenza con la ricetta originale.

Sembra incredibile viste le sue capacità, ma lo chef Jeremy Chan ha iniziato a cucinare solo da adulto e quasi da autodidatta. Infatti, si è prima laureato con lode a Princeton in Lingue e filosofia e ha poi lavorato in Spagna come analista finanziario. È lì che si è reso conto che la sua vera passione era la cucina e ha iniziato a sperimentare, fino a quando ha deciso di licenziarsi.

È tornato in Gran Bretagna e ha cominciato a frequentare le cucine dei ristoranti con lo scopo di soddisfare la sua fame di conoscenza, portando avanti una gavetta durata 4 anni. Il tempo sufficiente per lui, che ha la capacità di assorbire come una spugna qualsiasi cosa veda. Ha lavorato con chef come Rene Redzepi e Ashley Palmer Watts, ma il suo obiettivo era quello di aprire un locale suo, dove poter servire i suoi piatti, che si basano sui prodotti e sulla massima esaltazione delle loro qualità. Così, insieme all’amico d’infanzia Iré Hassan-Odukale (che era stanco di lavorare nel settore delle assicurazioni e aveva già qualche esperienza nel management della ristorazione) ha deciso di aprire un ristorante nel cuore di Londra. Così i due sono diventati uno lo chef e l’altro il direttore del locale e hanno deciso di concentrarsi proprio sugli ingredienti della parte di Africa di cui è originario Iré.

Insomma, Jeremy Chan è un personaggio davvero originale e sarà interessantissimo vederlo interagire con i concorrenti di MasterChef 2020, a cui sicuramente regalerà emozioni e nuove conoscenze. E lo farà parlando in italiano, perché sì, tra le 7 lingue che conosce c’è anche la nostra, che imparato l’italiano leggendo Dante! L’appuntamento è per questa sera, 20 febbraio, alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.