MasterChef 9, le ricette degli ospiti Vincenzo Santoro e Henrique Fogaça. VIDEO

L’ottava puntata di MasterChef 2020 ha avuto due ospiti speciali, il pasticcere Vincenzo Santoro e lo chef Henrique Fogaça, che hanno portato ai concorrenti nuove conoscenze ma anche notevoli difficoltà. Continua a leggere per scoprire quali sono state le prove a cui hanno preso parte! MasterChef 2020 ti aspetta tutti i giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

MASTERCHEF 9: SCOPRI LO SPECIALE

L’ottava puntata di MasterChef ha messo duramente alla prova i concorrenti, che nel corso delle prove si sono misurati con preparazioni nuove e difficili, due delle quali introdotte dagli ospiti Vincenzo Santoro e Henrique Fogaça.

Il primo, grande pasticcere e titolare della pasticceria Martesana di Milano, ha fatto il suo ingresso in occasione della Mystery Box. Una volta entrati nella MasterClass, i concorrenti hanno trovato una Mystery Box fatta di cioccolato e hanno subito pensato di dover sostenere una prova di pasticceria, ma a MasterChef niente è come sembra! Infatti, gli aspiranti cuochi hanno dovuto sostenere una prova di pasticceria salata, sul modello delle creazioni di Santoro, che ha presentato agli aspiranti chef i suoi Capricci salati, un’invenzione a cui è arrivato dopo anni di ricerca. Si tratta di un prodotto salato preparato tenendo fede a quello che è un processo produttivo del dolce. Di questi “pasticcini salati”, creati stratificando varie preparazioni dai gusti più disparati, il pasticcere ha portato alcuni esempi, tra cui il Capriccio caprese, fatto da strati di frolla, mousse di mozzarella, gelatina di pomodoro, cake e basilico e il Capriccio al peperone, costituito da strati di frolla salata, mousse di parmigiano, cake e gel al peperone.

Il titolare della pasticceria Martesana ha spiegato che per ottenere il risultato desiderato è necessario che il taglio dei vari pezzi venga fatto quando il prodotto è freddo, perciò bisogna fare molta attenzione alle temperature. Inoltre, bisogna stare attenti a non far entrare in contatto preparazioni calde e fredde, perché si rovinerebbe il risultato finale. Infine, è importante che la consistenza deve essere uguale per tutti gli strati. I Capricci sono un tipo di prodotto per cui è importante il sapore ma ance l’aspetto, infatti la cromaticità è il loro primo biglietto da visita, anche se l’elemento più importante resta comunque il gusto.

Per l’Invention Test, invece, si è passati ad un dei temi più tecnici e importanti della cucina: la carne e tutti i suoi tagli particolari, che sono frutto di un’arte di macelleria antica. Per parlarne è entrato in scena Henrique Fogaça, uno chef che arriva proprio dalla patria della carne, il Brasile, che è stato anche giudice di MasterChef nel suo paese. Lo chef ha mostrato ai concorrenti come realizzare 4 tagli di carne, che Luciano, vincitore della Mystery Box, ha deciso come assegnare a sé e agli altri concorrenti. Ognuno di loro ha dovuto ricavare il proprio pezzo e cucinarlo, preparando anche una salsa di accompagnamento adatta.

Partendo dalla parte posteriore della mucca, lo chef ha mostrato come ricavare: la Picanha, un taglio tradizionale per il barbecue che viene fatto in Brasile e che si cucina alla brace, che ai concorrenti è stato suggerito di preparare sostituendo la cottura tradizionale con quella sulle piastre portate a una temperatura elevatissima. La Picanha è un tipo di carne che non va cotto troppo sennò si asciuga, perciò il modo corretto per servirlo è al sangue. Il Coxao mole, che va tagliato contro la fibra, in modo perpendicolare e si può cucinare in padella, tagliato in piccoli pezzi. Il Coxao duro, con cui si può fare la milanese e Il Patinho, che va bene per fare il macinato, ad esempio per gli hamburger.

SCOPRI CHI SONO GLI ELIMINATI DA MASTERCHEF 9 SINO AD ORA