Sopravvissuti, trama e cast della fiction con Lino Guanciale

Serie TV
@Rai Fiction

Dopo L’Allieva, l’attore, con Barbora Bobulova, torna in televisione con la nuova serie italiana. I due colleghi sono protagonisti di un terribile naufragio

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

Dal 3 ottobre andrà in onda in televisione la nuova serie italiana Sopravvissuti, diretta da Carmine Elia e interpretata da Lino Guanciale, Stefi Celma, Alessio Vassallo e Barbora Bobulova. Coprodotto da Rai Fiction, France Télévisions, ZDF, Rodeo Drive, Cinétévé, Sopravvissuti è un nuovo progetto dell’Alleanza tra i tre grandi servizi pubblici dell’Europa continentale (Italia, Francia e Germania) finalizzata alla creazione di serie televisive che possano competere con la grande produzione globale.

Sopravvissuti: la sinossi ufficiale

approfondimento

Le 17 migliori serie tv da vedere a ottobre, da Munich Games a Boris

Una barca di nome Arianna. Un viaggio. Dodici passeggeri. Sulla banchina Luca, alla guida del cantiere Leone che ha organizzato la traversata, saluta gioioso sua moglie Sylvie e le due figlie. Anita, ruvido ispettore di polizia, guarda partire suo figlio Gabriele, che sarà il medico di bordo. Tra gli altri, si imbarca anche la famosa attrice Giulia Morena con il marito e il figlio.  Dopo pochi giorni di navigazione, l’imbarcazione scompare dai radar. Un anno dopo, al largo delle coste venezuelane, viene ritrovato un relitto. È l’Arianna. A bordo, ancora viva, solo la metà dell’equipaggio. I sopravvissuti sono sconvolti, prostrati dalla fame e dalla sete.

Uno sguardo dietro le quinte

GUARDA ANCHE

Tutti i video sulle serie tv

Si tratta di un soggetto originale scritto da Viola Rispoli, Max Bacchini, Sofia Bruschetta, Ivano Fachin, Giovanni Galassi, Tommaso Matano. Da un’idea di Sofia Bruschetta, Ivano Fachin, Giovanni Galassi, Tommaso Matano. Ambientata a Genova la serie è composta di 12 episodi divisi in sei puntate complessiva su Rai 1. Le riprese sono state fatte tra Genova e Roma, ricostruendo anche la scena del naufragio con il blue screen in studio. “Abbiamo ricostruito in studio la sequenza del naufragio, e quella barca che si muoveva su se stessa su una piattaforma che la faceva basculare si agitava al punto che il mar di mare avrebbe potuto darlo, senz’altro”.

Spettacolo: Per te