Gomorra, l’addio di Salvatore Esposito e Marco D'Amore ai personaggi Genny e Ciro. VIDEO

Serie TV

Sono andati in onda gli ultimi due episodi della stagione finale della serie cult di Sky Original. Due degli attori protagonisti hanno voluto salutare i loro personaggi dopo sette anni insieme. “Mi hai reso un attore migliore, certamente un uomo migliore. Addio Gennà”, dice Esposito. E D’Amore: “Vorrei dirti tante cose, abbracciarti forse. Ma so che non posso nulla. Sei tu il protagonista. Addio Cirù”

“Addio Gennà”, “Addio Cirù”. Ieri, venerdì 17 dicembre, sono andati in onda gli ultimi due episodi della stagione finale di Gomorra, serie cult di Sky Original prodotta da Cattleya in collaborazione con Beta Film. Oggi, due dei protagonisti hanno voluto dire addio ai loro personaggi dopo 7 anni insieme: ecco il saluto di Salvatore Esposito e Marco D'Amore a Gennaro Savastano e Ciro Di Marzio.

L’addio di Salvatore Esposito a Gennaro Savastano

leggi anche

Gomorra - Stagione finale, trama e recensione dell’episodio 9

“Caro Genny, sette anni fa ero solo un ragazzo della periferia che sognava di fare l’attore e per realizzare quel sogno ti ho dato il mio corpo, la mia voce, la mia anima. Ti ho dato tutto me stesso”, dice Salvatore Esposito nel suo messaggio. “Mi hai reso un attore migliore, certamente un uomo migliore”, confessa. E aggiunge: “Ora però tutto quello che abbiamo tenuto stretto, dobbiamo lasciarlo andare. Forse ci mancheremo, forse ci rivedremo. Intanto, quel ragazzo che inseguiva il suo sogno è diventato l’uomo che lo ha realizzato. Amico mio, oggi dobbiamo lasciarci, ma io e te non ci perderemo mai. Addio Gennà”.

L’addio di Marco D'Amore a Ciro Di Marzio

leggi anche

Gomorra - Stagione finale, trama e recensione dell’episodio 10

Anche Marco D'Amore nel filmato parla rivolgendosi al suo personaggio e ricordando i suoi modi di fare ormai diventati familiari per lui e per milioni di spettatori. “Vorrei dirti tante cose – racconta –, abbracciarti forse. Ma so che non posso nulla. Sei tu il protagonista. Il tuo sguardo è duro, come se mi rimproverassi qualcosa. Poi d’improvviso sorridi, mi dai due piccoli buffetti sul volto. ‘F’o’ bravo’, mi dici. Poi cammini fino alla porta, la apri e te la chiudi alle spalle senza voltarti. Addio Cirù”.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.