Vikings: la trama completa della serie tv, dalla prima alla sesta stagione

Serie TV sky atlantic

Marco Agustoni

Dal 7 aprile arriva su Sky Atlantic la seconda parte della sesta e ultima stagione della serie tv di culto, in onda ogni mercoledì sera alle 21.15 e disponibile anche on demand e in streaming su NOW. Ecco un breve riassunto di quello che succede in 'Vikings'. Ma c'è di più: da giovedì 1 aprile saranno disponibili on demand tutti (ma proprio tutti!) gli episodi, e Sky Atlantic +1 diventerà un pop-up channel dedicato fino a giovedì 8, con tutte (ma proprio tutte!) le stagioni complete

Vikings, dove eravamo arrivati


Sembrano davvero lontani i tempi in cui Ragnar Lothbrok viveva assieme a Lagertha e ai figli (ai tempi erano due!) nella loro fattoria. I giorni di gloria come jarl di Kattegat erano ancora distanti, ma ancora più distanti sono i fatti narrati nella sesta stagione di Vikings, la serie tv cult la cui seconda parte è in arrivo su Sky Atlantic a partire dal 7 aprile.


FOTO: le immagini di Vikings 6 in anteprima


I nuovi episodi di Vikings andranno in onda ogni mercoledì sera alle 21.15 e saranno anche disponibili on demand e in streaming su NOW. Ma c'è di più: da giovedì 1 aprile saranno disponibili on demand tutti (ma proprio tutti!) gli episodi, e Sky Atlantic +1 diventerà un pop-up channel dedicato fino a giovedì 8, con tutte (ma proprio tutte!) le stagioni complete.

 

Per chi faticasse a rammentarsi come siamo arrivati fino a qui, ecco un breve recap della trama di Vikings.


Vikings, la trama della serie tv

Vikings, cosa è successo nella prima stagione


Nella prima stagione di Vikings, Ragnar (Travis Fimmel) non è altri che un "normale" agricoltore che porta avanti la sua fattoria con la moglie Lagertha (Katheryn Winnick) e con i figli Bjorn e Gyda (quest'ultima destinata a morire ben presto di malattia). Come ogni vichingo che si rispetti, però, durante la bella stagione compie incursioni e razzie assieme ai compaesani.


Katheryn Winnick: le foto più belle della Lagertha di Vikings


Spinto dal desiderio di gloria e conoscenza, Ragnar è il primo della sua gente a organizzare una spedizione verso ovest, nonostante il parere contrario del suo signore, il conte Haraldson (Gabriel Byrne).


Aiutato dal geniale costruttore di navi Floki (Gustaf Skarsgård), Ragnar riesce ad approdare in Inghilterra, e più precisamente nel regno di Northumbria, assieme al fratello Rollo (Clive Standen). Qui saccheggia un monastero e riporta a casa a Kattegat, assieme a un ingente bottino, il monaco Athelstan (Geroge Blagden). Fra i due nasce un’insospettabile amicizia.


Nel frattempo crescono però i dissidi con lo jarl Haraldson, che lo sfida a duello. Ragnar vince e diventa il nuovo capo, mentre Rollo prende sotto la sua ala la moglie di Haraldson, Siggy. Tornato in Northumbria, Ragnar deve fronteggiare gli uomini di re Aelle II, con il quale infine scende a patti.


Durante un viaggio, Ragnar si fa sedurre dalla fascinosa principessa Aslaug (Alyssa Sutherland), che rimane incinta. Rollo comincia a tramare con il conte Borg ai danni del fratello e contro re Horik.

Ah, i bei vecchi tempi alla fattoria... (immagine dalla prima stagione di Vikings)

Vikings, cosa è successo nella seconda stagione

approfondimento

Vikings, il cast: attori e personaggi della serie tv. FOTO


La seconda stagione di Vikings comincia con la battaglia fra Horik e Ragnar contro Borg e Rollo. Quest’ultimo combatte con furore contro i suoi ex compagni, ma si arrende al momento di affrontare il fratello, che lo salva dalla pena di morte per tradimento.


I condottieri vichinghi stipulano una tregua e si accordano per tornare a razziare l’Inghilterra. Aslaug arriva incinta a Kattegat. Lagertha decide di lasciare Ragnar e se ne va. Nascono i figli di Ragnar e Aslaug: Ubbe, Hvitserk e Sigurd.


Durante un’incursione. di arrivare in Northumbria, spinti da una tempesta i vichinghi arrivano nell’Essex, dove si trova re Ecbert (Linus Roache). Ragnar tratta con Ecbert per un bottino, ma è costretto a ritornare perché nel frattempo lo jarl Borg, indispettito per essere stato escluso dalla spedizione, ha attaccato e conquistato Kattegat, alla cui difesa era rimasto Rollo. Athelstan rimane da re Ecbert, che si affeziona al monaco apostata.


Travis Fimmel, il vichingo venuto dall’Australia


Con l’aiuto dello jarl Sigvard, nuovo marito di Lagertha, Ragnar e i suoi alleati riconquistano Kattegat. Bjorn, ormai cresciuto (Alexander Ludwig), decide di rimanere con il padre. Nasce il quarto figlio di Aslaug, Ivar, ma il fatto che sia storpio turba profondamente Ragnar.


Ragnar accetta di aiutare Horik a tornare nel Wessex, da cui nel frattempo quest’ultimo era stato respinto. Ad aiutarli c’è Lagertha, che nel frattempo ha ucciso il marito e ha preso il suo posto. In Inghilterra i vichinghi si scontrano con le forze di Ecbert e Aelle. Horik nel frattempo trama per uccidere Ragnar, ma quest’ultimo aveva già pronta la sua contromossa e si libera dell’avversario, diventando re.


Vikings, cosa è successo nella terza stagione


Ragnar, Rollo, Lagertha, Bjorn e Floki ripartono alla volta del Wessex. Sul posto, re Ecbert gli fa una proposta: se aiuteranno la principessa Kwenthrith a riconquistare il regno di Mercia, donerà loro delle terre da coltivare. La missione è compiuta e comincia la colonizzazione delle nuove terre.


Alla corte di Ecbert, Athelstan ha una relazione con la principessa Judith (Jennie Jacques), da cui avrà il figlio illegittimo Alfred. Di ritorno, Lagertha deve fronteggiare la ribellione ai suoi danni organizzata da Kalf e chiede l’aiuto di Ragnar. Questi, però, propone a Kalf di unire le forze per andare a razziare una città piena di ricchezze: Parigi.


Ecbert infrange la promessa e spinge i suoi uomini ad attaccare l’insediamento vichingo, il che fa infuriare Ragnar. Il vichingo nel frattempo si avvicina sempre più ad Athelstan, che ha ritrovato la sua fede. Indispettito e geloso, Floki, fedele agli dei vichinghi, assassina il monaco.


Vikings, tutti i segreti di Travis Fimmel


I vichinghi arrivano con navi e torri d’assedio a Parigi, difesa dallo spietato conte Oddone. L’attacco non ha successo e Bjorn e Ragnar rimangono gravemente feriti. I francesi resistono, ma sono in difficoltà, per cui accettano un accordo con un moribondo Ragnar, consegnando una compensazione ai suoi uomini in cambio del ritiro e accordandogli il battesimo e la sepoltura in città.


Si tratta però di un inganno: Ragnar non è morto e, presa in ostaggio la figlia del re, obbliga i difensori ad aprire le porte di Parigi, facendo entrare i suoi uomini. Di ritorno a casa, Ragnar accusa un terrorizzato Floki dell’omicidio di Athelstan. Rollo rimane invece a Parigi, dove il re gli propone di sposare sua figlia e lo fa giurare di difendere la città da nuove invasioni.

 

Vikings, cosa è successo nella quarta stagione


Divisa in due parti, la quarta stagione inizia con la pubblica accusa di Ragnar nei confronti di Floki, che finisce rinchiuso in una grotta in attesa di giudizio. L’artigiano viene liberato solo in seguito alla morte della figlia Angbroda.


Mentre Ragnar si isola dalla sua famiglia, sbarca a Kattegat re Harald Bellachioma (Peter Franzén), che vuole prendere parte al nuovo assalto a Parigi. Lagertha si vendica di Kalf, mentre Bjorn si accasa con Torvi (Georgia Hirst), moglie di Erlendur. Rollo si guadagna la fiducia dei franchi e organizza le difese di Parigi.


Il nuovo assedio, in effetti, fallisce. Di ritorno a Kattegat, affranto dalla disfatta, Ragnar è sempre più inviso al popolo, che si sente abbandonato dal suo leader. L’eroe vichingo tenta il suicidio, ma fallisce. Decide allora di vendicarsi di Ecbert e parte alla volta del Wessex, seguito dal solo figlio Ivar (Alex Høgh), desideroso di farsi prendere sul serio nonostante la sua invalidità.


Vikings: vichinghi su Instagram


Bjorn parte alla volta del Mar Mediterraneo per saccheggiare nuove e promettenti terre. Approfittando dell’assenza dell’ex marito e del figlio, Lagertha attacca Kattegat, uccide Aslaug e diventa la nuova regina, attirandosi l’odio di Ivar e degli altri figli della rivale.


Alla spedizione di Bjorn e Hvitserk (Marco Ilsø) si unisce Rollo, stanco della vita da nobile: insieme saccheggiano le coste spagnole. Ragnar si reca da Ecbert, che consegna il suo amico/nemico ad Aelle: questi lo fa gettare in una fossa piena di serpenti, dove il leggendario guerriero trova la morte.


Bjorn organizza una spedizione punitiva, aiutato anche da Harald, e i vichinghi sconfiggono presto l’esercito di Aelle, che viene condannato a subire la terribile “aquila di sangue”. Aethelwulf viene nominato re dal padre Ecbert, ma viene sconfitto e deve fuggire.


Ecbert chiede la possibilità ai vichinghi di potersi suicidare, promettendo loro in cambio il possesso dei suoi territori (anche se questi appartengono ormai legalmente al nuovo re). Il conte Egil attacca Kattegat, ma viene sconfitto da Lagertha, la quale scopre che il mandante è Harald.


Floki se ne va, sconvolto dalla morte della moglie Helga, mentre Bjorn riparte alla volta del Mediterraneo con Halfdan, fratello di Harald. Ivar uccide il fratello Sigurd (David Lindström) per averlo deriso. Nel frattempo, in Inghilterra il vescovo-guerriero Heahmund (Jonathan Rhys Meyers) si prepara a fronteggiare i vichinghi.

 

Bjorn vs l'orso: uno dei momenti più memorabili della quarta stagione di Vikings... e dell'intera serie

Vikings, cosa è successo nella quinta stagione

approfondimento

Travis Fimmel ieri e oggi, le foto più belle


Divisa anch’essa in due parti, la quinta stagione di Vikings si apre con la conquista dei vichinghi, incoraggiati dal sempre più popolare Ivar, della città di York. Harald viene arrestato da Lagertha, ma riesce a fuggire dopo aver rapito una delle sue fedeli, Astrid, che diventerà la sua sposa.  


Floki approda per caso in Islanda e si convince, in preda al delirio, che si tratti di Asgard, il regno degli dei. Di ritorno, convince alcuni abitanti di Kattegat, nonostante la riprovazione di Lagertha, a seguirlo.


I sassoni attaccano York, ma vengono presi alla sprovvista dalle trappole organizzate da Ivar, che esce trionfante dal confronto. Ubbe (Jordan Patrick Smith) torna a Kattegat, mentre Hvitserk giura fedeltà a Ivar. Questi sconfigge nuovamente i nemici e fa prigioniero Heahmund, che accetta di combattere al suo fianco.


Ivar e Harald si alleano per conquistare Kattegat. Bjorn torna e, dopo aver lasciato Torvi, sposa la figlia del re dei Sami, tribù lappoene alleata di Lagertha. Gli invasori vengono sconfitti e Heahmund, sempre più confuso, viene fatto prigioniero da Lagertha, che ha una relazione col vescovo.


Nel Wessex, alla morte di Aethelwulf Judith trama e riesce a portare al trono il figlio illegittimo Alfred, nonostante le proteste dei lord. Hvitserk torna con le truppe dello zio Rollo e nel nuovo assedio di Kattegat Ivar e Harald (che nello scontro uccide il fratello Halfdan) hanno la meglio.


Lagertha si dà alla fuga dopo aver ucciso in battaglia l’ex amante Astrid. Rollo torna in Francia senza essere riuscito a convincere Bjorn e Lagertha ad andare con lui. I due, assieme a Ubbe e Torvi, seguono invece Heahmund in Inghilterra, dove Alfred accetta di ospitare i vichinghi dopo averli arruolati fra le sue fila. Ubbe e Torvi acconsentono a farsi battezzare.


Nell’insediamento islandese, nel frattempo, la situazione precipita: le condizioni di vita sono difficilissime e i dissidi fra famiglie portano a spargimenti di sangue che scoraggiano Floki, convincendolo ad abbandonare i suoi seguaci.


Ivar, che intanto sta facendo piazza pulita dei suoi detrattori a Kattegat, si invaghisce della serva Freydis, che sposa. Questa rimane incinta nonostante Ivar non possa avere figli, dopo un rapporto con uno schiavo che poi fa uccidere.


Con l’aiuto di Ubbe e degli altri, re Alfred riesce a respingere un attacco di re Harald: i vichinghi si vedono così assegnate le terre promesse anni prima a Ragnar. Bjorn, sposata la guerriera Gunnhild, di cui era innamorato Harald, decide di riprendersi Kattegat. Harald, nonostante l’odio per il rivale, acconsente ad aiutarlo.


Hvitserk, ormai pentito di essersi schierato con Ivar, cerca di convinvere re Olaf, da cui è stato mandato in missione diplomatica, ad attaccare suo fratello. Freydis partorisce un bambino deforme e Ivar, per evitargli le sue sofferenze, decide di abbandonarlo nei boschi.


Dopo un primo assedio, le truppe di Bjorn, Harald, Olaf, Hvitserk e Ubbe vengono respinte. Ma quando Freydis scopre della morte del bambino decide di aiutare gli invasori e rivela un passaggio attraverso cui Bjorn riesce a penetrare nella città, conquistandola. Ivar uccide Freydis e fugge da Kattegat, mentre Bjorn viene proclamato re.


Vikings 5: le foto del finale di stagione

 


Vikings, cosa è successo nella prima parte della sesta stagione

 

Con Ivar ancora in circolazione, per gli abitanti di Kattegat c'è poco da stare tranquilli. Il Senza ossa si avventura infatti lungo la Va della seta e approda nella Rus' di Kiev, il potente regno governato dai russi discendenti dai norreni. Qui il nostro antieroe fa amicizia con il reggente Oleg il Profeta, che lo prende in simpatia e lo coinvolge nei suoi intrighi per fare fuori suo fratello Askold, imprigionare l'altro fratello Dir e, come se non bastasse, di fatto sequestrare suo nipote Igor, legittimo erede al trono.

 

Il giovane Igor viene preso sotto l'ala protettrice di Ivar, che a sorpresa si lega al bambino. Oleg rivela al vichingo le sue intenzioni: invadere la Scandinavia in quanto terra di origine dei Rus'. Per farlo, intende avvalersi proprio del suo aiuto, promettendogli in cambio di farlo re (fantoccio) dei vichinghi. Peccato che anche Ivar abbia (ovviamente) un piano in mente. Ecco quindi che libera Dir e promette a Igor che lo aiuterà a liberarsi delle ingerenze dello zio e riprendersi il potere, come gli spetta. Nel frattempo Oleg sposa la bella principessa Katia, incredibilmente simile a Freydis, particolare che non sfugge a Ivar.

 

approfondimento

Vikings: Valhalla, trama e anticipazioni sulla serie spin-off

A Kattegat, Bjorn mette al bando Capelli Bianchi e gli ultimi seguaci di Ivar, che giurano vendetta. Lagertha decide di seppellire la sua spada e di dedicarsi alla gestione di una fattoria. La pace però non dura a lungo: mentre Bjorn (che nel frattempo su incitamento della moglie Gunnhild sposa in seconde nozze la serva Ingrid, di cui si è invaghito) è in trasferta per aiutare Harald, prigioniero di Olaf, i banditi capitanati proprio da Capelli Bianchi cominciano a compiere razzie nelle vicinanze. La leggendaria shield maiden è quindi costretta a riesumare la sua arma per difendere i contadini.

 

Il tentativo di Bjorn di liberare Harald fallisce, ma Olaf rivela le sue autentiche intenzioni: vuole convocare un concilio per eleggere Bjorn re di tutta la Scandinavia, in modo da riunire i vichinghi sotto un unico regno. Peccato che anche Harald decida di partecipare le elezioni e, con l'aiuto di Kjetill, desideroso di essere nominato re d'Islanda, riesce a comprare l'appoggio degli altri jarl, vincendo le elezioni. Quando Kjetill scopre però che Harald vuole uccidere Bjorn lo avvisa e i due riescono a scappare per un soffio, salvati dal pirata Erik.

 

Lagertha riesce a respingere i briganti, ma negli scontri perde la vita uno dei figli di Bjorn, che le era stato affidato da Torvi assieme alla sorella. Giura di vendicarsi di Capelli Bianchi e, scontrandosi con lui in duello, riesce a ucciderlo, ma è gravemente ferita. Tornata in fin di vita a Kattegat, viene uccisa da un delirante Hvitserk, in preda ai fumi della droga e convinto di dover vendicare la madre Aslaug. Il figlio di Ragnar viene condannato al rogo da Bjorn, ma Ubbe intercede e lo salva. Bandito dai vichinghi, si avventura a Oriente, dove viene catturato dai Rus' e portato dall'odiato fratello Ivar, felice di rivederlo.

 

Ubbe, desideroso di scoprire nuove terre, si reca in Islanda con Kjetill. Qui conosce il misterioso Othere, un personaggio dai molteplici volti e passati, che giura di avere trovato, dopo essersi perduto per mare, una terra ancora più a Occidente. Oleg e Ivar preparano l'invasione di Kattegat. Proprio Ivar congegna il piano con cui i Rus' riescono ad avere la meglio sui vichinghi che si sono alleati per respingere gli invasori. Harald è gravemente ferito, mentre Bjorn viene pugnalato da Ivar sulla spiaggia.

 

 

Vikings, cosa è successo nella seconda parte della sesta stagione (SPOILER)

approfondimento

Vikings: Valhalla, il cast della serie spin-off

Di seguito sono riportati i fatti narrati negli episodi finali di Vikings. Ovviamente, chi non volesse rovinarsi la sorpresa e preferisse scoprire cosa succederà ai figli di Ragnar su Sky Atlantic a partire dal 7 aprile è invitato a interrompere qui la lettura. Seguono spoiler.

 

*******

 

I Rus' sembrano uscire vincitori dal conflitto, ma il roccioso Bjorn non è morto e ha ancora un filo di energia in corpo. Pur allo stremo, si mette al comando delle forze vichinghe che fronteggiano di nuovo gli invasori. Credendolo morto e risorto, i Rus' si fanno prendere dal panico e gli uomini di Bjorn, che pure muore trafitto da numerose frecce, hanno la meglio e riescono a scacciare Oleg e i suoi uomini. Dopo Lagertha, anche Bjorn viene salutato come uno dei più grandi eroi dei suoi tempi.

 

Per Oleg non è finita qui: in patria Ivar, con l'aiuto della bella Katia e del fratello Hvitserk, fa fuggire Igor da Kiev e lo porta da Dir. Lo zio del legittimo erede al trono dei Rus' organizza la controffensiva per riconquistare la capitale, ma non c'è neanche bisogno di combattere, perché ormai Oleg è stato abbandonato da tutti. Ivar saluta il suo giovane amico, destinato a diventare re, e anche Katia, che gli rivela di aspettare un figlio da lui. Assieme a Hvitserk torna a Kattegat, dove nel frattempo la situazione non è rimasta immutata.

 

Gunnhild e Ingrid (incinta non si sa se di Bjorn o se di Harald, che l'aveva violentata) si contendono il trono, ma non hanno fatto i conti con il ritorno di Harald, che riprende il potere. La seconda, pur odiandolo, accetta di sposare il re di Norvegia, mentre Gunnhild preferisce andare incontro alla morte per ricongiungersi a Bjorn. Harald decide di riaccogliere a Kattegat Ivar, che lo convince a partire alla volta del Wessex, per riprendere le conquiste in Inghilterra.

 

Dopo un lungo viaggio Ubbe e i suoi approdano in una nuova terra, decisamente meno florida di quanto sperassero, ribattezzata Groenlandia. I coloni sono sfiniti dal viaggio e dalla fame e in breve la situazione degenera: il delirante Kjetill, che vuole diventare re anche di queste lande, mette in fuga il gruppetto di sopravvissuti di cui fanno parte lo stesso Ubbe, Thorvi e Othere. Questi, dopo un viaggio ancora più difficile, arrivano in fin di vita sulle coste di un'altra terra (ovvero il Nord America), che si rivela piena di risorse naturali. Non si tratta, però, di un luogo disabitato, perché in breve i viaggiatori incontrano dei nativi, che si rivelano però piuttosto amichevoli.

 

Nel Wessex i vichinghi si scontrano con le truppe di re Alfred. Per quanto in un primo momento gli invasori sembrino avere la meglio, alla fine sono i normanni ad andare incontro alla sconfitta, a conferma dei cattivi presagi notati da Ivar, che come Harald va incontro alla morte, assistito negli ultimi momenti dal fratello Hvitserk. Questi, di suo, si converte e diventa un uomo di chiesa alla corte di Alfred.

 

A Kattegat Erik cerca di prendere il potere in assenza di Harald, ma Ingrid o fa assassinare e diventa la regina. In Nord America, Ubbe e i suoi scoprono di essere stati preceduti dallo scomparso Floki, che nel frattempo è diventato una sorta di mistico. La vita dei coloni è messa a rischio dalla cupidigia di uno dei vichinghi, ma il crimine è punito e i rapporti coi nativi sono ristabiliti. L'ultimo episodio di Vikings si conclude con Ubbe e Floki impegnati a guardare il mare e a parlare di Ragnar e della vita.

 

 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.