'Speravo de morì prima', Totti interroga Pietro Castellitto: promosso o bocciato? VIDEO

Serie TV sky atlantic

A interpretare l'ex capitano della Roma in 'Speravo de morì prima' troviamo Pietro Castellitto e sicuramente per lui sarà stata una sfida di non poco conto. Ma Totti che ne pensa? L'avrà promosso o l'avrà bocciato? Scopriamolo in questo divertente video

Manca ormai pochissimo al debutto di Speravo de morì prima, la serie tv Sky Original diretta da Luca Ribuoli tratta da “Un capitano” di Francesco Totti e Paolo Condò, sei episodi che ripercorrono l'ultimo anno e mezzo di carriera dell’ex capitano della Roma. 

 

Scopri tutto su Speravo de morì prima nello speciale sulla serie tv

Speravo de morì prima, l'esame più difficile

approfondimento

'Speravo de morì prima', le foto della serie tv su Francesco Totti

A intepretare il mitico Er Pupone di Porta Metronia, ormai lè risaputo, è Pietro Castellitto, che per prepararsi a dovere a un ruolo così importante si è dovuto applicare parecchio, sia a livello fisico - mettendo su un bel po' di massa muscolare - sia a livello mentale - per capire al meglio come interpretare nella maniera giusta un personaggio così iconico dello sport italiano. Il risultato lo vedremo a breve, ma intanto godiamoci questo divertente video in cui è lo stesso Totti a "interrogarlo." Si parte con le domande più semplici - nome e cognome, data di nascita, primo gol in serie A - per poi passare a quelle più difficili - come si fa il 4 con la mano, come si fa un selfie con la curva, e ovviamente la telefonata a Ilary. Dopo l’incontro con Venditti, Mannoia, Cassano e Vieri, per Pietro Castellitto è dunque arrivato il momento del test finale, l'esame più difficile: promosso o bocciato?

Speravo de morì prima, di cosa parla la serie tv

approfondimento

"Speravo de morì prima", le interviste al cast. VIDEO

L’ultimo anno e mezzo di carriera di Francesco Totti. Tra presente e passato, pubblico e privato, Speravo de morì prima ripercorre serissimamente, ma col tono della commedia, i diciotto mesi che vanno dal ritorno di Luciano Spalletti sulla panchina della Roma al più struggente addio al pallone della storia del calcio.

 

Un anno e mezzo di guerra contro due avversari che non fanno sconti neppure a Francesco Totti: il tempo e l’allenatore. Una guerra che divide una città e la comunità calcistica. Una guerra combattuta con passione e tormento da un calciatore che non vuole e soprattutto non riesce a mettere la parola fine a una carriera da sogno, tutta vissuta indossando sempre e solo una maglia.

Speravo de morì prima, il cast

approfondimento

Speravo de morì prima: lo speciale sulla serie tv su Totti. VIDEO

Pietro Castellitto è Francesco Totti, Greta Scarano è Ilary Blasi, Gian Marco Tognazzi è Luciano Spalletti, Monica Guerritore è la madre di Totti, Fiorella; Giorgio Colangeli è Enzo, il padre di Totti; Primo Reggiani è Giancarlo Pantano, amico storico del Capitano, Alessandro Bardani è Angelo Marrozzini, suo cugino. Gabriel Montesi e Marco Rossetti interpretano rispettivamente Antonio Cassano e Daniele De Rossi, Massimo De Santis è Vito Scala, Eugenia Costantini e Federico Tocci vestono i panni dei genitori di Totti da giovani.  

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.