Perry Mason: la storia del personaggio dai libri alla nuova serie tv

Serie TV sky atlantic

Marco Agustoni

HBO

Dal suo esordio letterario nel 1933, passando per il successo al cinema e in tv, fino al recente adattamento con Matthew Rhys, in onda dall’11 settembre su Sky Atlantic, ecco com’è cambiato negli anni il celebre avvocato/detective

Perry Mason è uno di quei personaggi “classici” del grande e del piccolo schermo, così scolpiti nell’immaginario collettivo da sembrare quasi immutabili nel corso degli anni. Eppure, quello che vedremo in onda a partire dall’11 settembre su Sky Atlantic nell’omonima serie tv con protagonista Matthew Rhys è un Perry Mason “tutto nuovo”. Per capire quanto sia rivoluzionaria questa nuova interpretazione del personaggio, ecco una breve retrospettiva su come è stato ritratto nel tempo.

 

CLICCA QUI: Perry Mason, le foto più belle del protagonista Matthew Rhys

Perry Mason: le origini letterarie

approfondimento

Perry Mason, la serie tv targata HBO in arrivo su Sky. FOTO


Perry Mason nasce come personaggio letterario dalla penna dello scrittore americano Erle Stanley Gardner, la cui fama rimarrà indissolubilmente legata nel tempo alla sua creatura. Il romanziere sceglie il nome in omaggio alla casa editrice Perry Mason & Co., che pubblicava la rivista per ragazzi Youth’s Companion.


La prima apparizione di Mason risale al 1933, anno di uscita di Perry Mason e le zampe di velluto. Da allora, il fortunato personaggio appare in oltre ottanta fra romanzi e racconti, affollando gli scaffali delle novità nelle librerie per oltre trent’anni, fino al 1969… e anche qualche anno in più, se si considerano due romanzi postumi pubblicati negli anni ’70, poco dopo la morte di Gardner.


Il Perry Mason dei libri, le cui origini e la cui psicologia vengono per lo più delineate nei primissimi romanzi, è un combattivo avvocato che, con metodi da detective, indaga per conto dei suoi clienti, tipicamente accusati di omicidio nonostante la loro innocenza, fino a scoprire la verità e a portare alla confessione del vero colpevole. Negli anni, questo iter si cristallizzerà in uno schema quasi fisso, applicato nella grande maggioranza dei racconti dedicati al personaggio.


Nonostante i modi inappuntabili, Perry Mason si distingue per il suo carattere e per la predilezione per casi difficili e per clienti che partono svantaggiati, perché tutte le prove puntano nella loro direzione. A spingerlo a scegliere questi “cavalli perdenti” è, oltre che la sua innata curiosità, un fervente desiderio di giustizia, principale motore di qualsiasi azione e decisione dell’avvocato.

Perry Mason: dai libri al cinema

approfondimento

Le serie tv da vedere a settembre su Sky Atlantic


La Warner Bros. intuisce immediatamente il potenziale del personaggio, tanto da decidere di portare Perry Mason su grande schermo già l’anno successivo al suo debutto editoriale, nel 1934, con il film Il lupo scomparso. La scelta cade quindi sul quarto romanzo della serie, mentre come protagonista viene chiamato il veterano della cosiddetta era pre-Code (ovvero precedente al codice morale voluto da Hays) Warren William.


William, protagonista di film come Cleopatra di Cecil B. De Mille e La maschera di ferro di James Whale, interpreta l’avvocato-detective in altri tre film, per essere poi sostituito nelle ultime due pellicole dedicate al personaggio da Ricardo Cortez prima e da Donald Woods dopo. Perry Mason, in questa serie di uscite cinematografiche, rimane piuttosto fedele a quello letterario.

Perry Mason personaggio Raymond Burr
Raymond Burr nei panni di Perry Mason, il personaggio che l'ha reso celebre

Perry Mason: il successo in tv

approfondimento

I 7 migliori film tratti dai libri di Agatha Christie


A plasmare definitivamente la figura di Perry Mason nell’immaginario collettivo è però la serie tv che dal 1957 al 1966 vede Raymond Burr incarnare il personaggio nell’arco di nove stagioni. L’attore, prima di guadagnarsi il plauso internazionale per il suo lavoro televisivo, aveva preso parte a film come La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock e a Godzilla, King of the Monsters, riedizione del 1956 di Godzilla realizzata per il mercato nordamericano.


La serie tv Perry Mason, prototipo del genere legal drama, rispetta spesso pedissequamente il sopracitato schema, per cui in ogni episodio viene introdotto un nuovo caso, con un presunto colpevole di cui Mason prende le difese. Il sospettato viene solitamente arrestato e accusato dai nemici storici dell’avvocato, il luogotenente Arthur Tragg e il procuratore distrettuale Hamilton Burger, ma viene poi scagionato dal protagonista con l’aiuto della segretaria Della Street (Barbara Hale) e dell’investigatore Paul Drake (William Hopper).


Il nostro eroe torna in tv, ma senza lo stesso successo, con The New Adventures of Perry Mason, serie con protagonista Monte Markham che però non supera lo scoglio della prima stagione, cadendo di fatto nel dimenticatoio. In compenso, Raymond Burr e Barbara Hale riprenderanno i loro ruoli in ben ventisei film tv prodotti fra il 1985 e il 1993, anno della morte dell’attore protagonista.


Perry Mason oggi


Quello che vediamo nella serie tv Perry Mason in onda su Sky Atlantic è un personaggio profondamente diverso da quello a cui eravamo abituati. Questo perché Matthew Rhys interpreta un Mason nei suoi anni giovanili, quando ancora sta cercando di "capire cosa fare nella vita".


Siamo nel 1932 a Los Angeles, città in pieno boom, nonostante il resto degli Stati Uniti stia ancora facendo i conti con il botto della Grande Depressione. Ma non è solo la nazione a essere traumatizzata: anche Perry deve fare i conti con un passato tutt’altro che facile, fra i traumi della Prima Guerra Mondiale e quelli legati al più recente divorzio.


Mason, allo sbando, viene assunto per seguire un caso che sta destando un grande scalpore nell’opinione pubblica. Deciso a scoprire la verità, investiga sull’accaduto, dando il via a una serie di avvenimenti fondamentali per delineare il suo futuro carattere e il suo amore per la giustizia. Cosa scoprirà?

Spettacolo: Per te