Billions 5, la recensione del settimo episodio, "Una roba senza limiti"

Serie TV sky atlantic

Linda Avolio

Leggi la recensione del settimo episodio di Billions 5, "Una roba senza limiti," il finale di metà stagione. La nuova stagione della serie tv targata Showtime è disponibile On Demand e in streaming su NOW TV. - OVVIAMENTE CI SONO SPOILER PER CHI NON HA ANCORA VISTO L'EPISODIO

Billions 5, riassunto e commento del settimo episodio

L’ultimo episodio, per adesso, della quinta stagione di Billions – un midseason finale dovuto alle conseguenze dell’emergenza causata dal coronavirus, dunque a oggi non si sa quando la serie di casa Showtime tornerà in produzione – comincia esattamente dov’era finito il sesto: con una cena a base di sushi a casa di Axe.

 

Gli invitati sono cinque: Wags e la sua nuova compagna (la madre della creatura che finalmente lo farà entrare nell’olimpo dei bravi padri, spera lui, ma lei non sembra molto convinta!); Maria Sharapova, la plus one del proprietario di casa, nonché sua compagna di tennis; Wendy e Nico Tanner, le vittime designate. Ovviamente l’obiettivo del personaggio di Damian Lewis è ben lontano dal passare una piacevole serata in compagnia: no, qui si tratta di ricordare chi comanda e di marcare il territorio, sia nei confronti dell’ex Signora Rhoades, della quale Bobby è chiaramente innamorato, sia nei confronti del suo pittore – e “suo” non è un aggettivo scelto a caso, perché lo stesso artista, purtroppo, sa di essersi venduto…ma ciò che non sa è di essersi venduto al demonio!

approfondimento

10 serie tv da vedere su Sky Atlantic quest'estate

Per usare un eufemismo, la serata oscilla tra i dovuti complimenti a Chef Ryan, una serie di battute passivo-aggressive, e copiosi momenti di imbarazzo, ma la cosa veramente interessante è ciò che questa sequenza ci svela: che Axe è sempre più emotivo. La sua reazione alla telefonata di Prince, la rabbia nei confronti del padre, e ora la gelosia nei confronti di Wendy. Ma per vedere le conseguenze di questa perdita di controllo del personaggio di Lewis dovremo aspettare ancora un po’.

 

Facciamo dunque un passo indietro e vediamo cos’è successo in “Una roba senza limiti.” Partiamo da Chuck. Purtroppo per lui, Krakow (il sempre ottimo Danny Strong) ha commesso l’errore di aiutare Axelrod ad avere il permesso per trasformare la Axe Capital in una banca, e ora il personaggio di Giamatti, per impedire che ciò effettivamente accada, non può fare altro che gettare nel fango il Segretario del Tesoro. Mettendolo in una posizione compromettente, infatti, Rhoades spera che il permesso sarà revocato, come peraltro accadrà.

 

Ma dove colpire Krakow? Per trovare il suo punto debole, punto da cui si partirà per costruire un caso contro di lui, Chuck recluta i suoi studenti più brillanti, ma alcuni di loro non possono accettare questo modo di procedere e danno forfait. Ah, l’ingenuità e l’idealismo della gioventù! Non va meglio con quelli rimasti: Krakow sembra non avere nessun punto debole, neanche uno scheletrino nell’armadio. A quel punto, al procuratore generale e alla sua vice non resta che una sola carta da giocare: l’auto-eliminazione.

approfondimento

Billions 5, il cast e i personaggi della serie tv. FOTO

Il Segretario del Tesoro viene ufficiosamente invitato presso la sede, e a quel punto Chuck e Kate cominciano a lavorarselo, insinuando che, di lì a poco, potrebbe, forse, chi lo sa, avere luogo un’indagine riguardante i membri del gabinetto a cui appartiene e alcune presunte, forse, chi lo sa, accuse di corruzione. L’unico modo per evitare guai, suggerisce Rhoades, è una ferma presa di posizione che, qualora riportata sulle registrazioni di questa potenziale, forse, chi lo sa, indagine renderà chiaro a tutti la sua estraneità ai fatti.

 

Per farla breve, va a finire che Krakow, in piena paranoia, si ritrova a dichiarare non solo di fronte ai colleghi (con tanto di trascrizione stenografata dell’incontro), ma addirittura davanti alle telecamere che lui NON HA NIENTE A CHE VEDERE CON QUANTO FATTO DA QUESTA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE (il maiuscolo è voluto, vista la foga del personaggio di Strong!), col risultato di alzare un gran polverone e di farsi licenziare in tronco. No Krakow, no permesso per trasformare la Axe Capital in una banca. Una piccola vittoria per Chuck, una grande fregatura per Bobby.

 

Il personaggio di Giamatti passa il resto dell’episodio concentrato su come aiutare suo padre. Con la scusa di fare del bene al prossimo, fa donare il sangue praticamente a quasi tutto il suo staff, nella speranza di trovare un potenziale donatore, ma per fortuna l’unica a farsi venire qualche dubbio è Kate, che lo avvisa: quelle sono acque pericolose, meglio cambiare rotta!

 

Chuck allora entra in contatto con un dottore senza licenza veramente inquietante, il Dr. Swerdlow ,che gli propone, per la modica cifra di 5.000 dollari per la prima consulenza, anzitutto di provare a migliorare chimicamente la condizione fisica generale del padre (con l’uso di alcuni farmaci non proprio legali recuperati in Messico), in modo da farlo salire forzosamente (e in maniera truffaldina) in cima alla lista. E se ciò non dovesse accadere, c’è anche il piano B: un rene prelevato da una ragazzina immigrata che a breve sarà rilasciata dal centro di detenzione temporanea. Lei ci guadagna 38.000 dollari, la cifra necessaria per rifarsi una vita, Charles ci guadagna un rene nuovo di zecca.

approfondimento

Billions, tutto quello che c'è da sapere sulla stagione 5

E’ troppo anche per il personaggio di Giamatti, che, alla fine, decide comunque di donare i 38.000 dollari alla ragazzina, di modo che possa ricominciare la sua vita con tutti gli organi al posto giusto, e che, per adesso si limiterà a usufruire dei servizi del Dr. Swerdlow solo per quanto riguarda il miglioramento chimico della condizione fisica di suo padre.

 

Spostiamoci alla Axe Capital. L’umore dei trader non è dei migliori: molti temono, giustamente, che l’imminente trasformazione in banca significherà dire addio ai generosi bonus generalmente elargiti dagli hedge fund ai propri dipendenti. Il cambiamento fa sempre paura, concede Axe, ma, allo stesso tempo, dice ai suoi che quello non è un problema suo: che si dessero da fare, invece di stare lì a piangersi addosso! A dare una piega inaspettata alla giornata è il solito Victor Mateo, che propone al suo capo l’utilizzo di un nuovo farmaco, ancora in fase di sperimentazione e approvazione, che promette di potenziare in maniera straordinaria le capacità percettive e intellettive di chi lo assume. Sì, una roba alla Limitless, per intenderci.

 

Axe è un po’ scettico, ma perché non provarci? Ingoiata la capsula, è questione di una manciata di minuti…e poi il nostro finanziere fulvo preferito comincia a vedere i numeri uscire dai monitor sulla sua scrivania e disporsi in aria. Lì c’è la chiave di ogni cosa. Lì ci sono un sacco di soldi! Dollar Bill, Bonnie, Mafee, Ben, Tuk, Rian, Winston e gli altri decidono di assumere la sostanza…e la Axe Capital si trasforma nel giro di pochissimo in una gabbia di criceti sotto anfetamine!

 

Intanto Wendy e Taylor si trovano a dover gestire un grattacapo piuttosto fastidioso, un potenziale scandalo: a quanto pare, un’azienda green e dall’impatto etico sul territorio si è rifornita di stagno non da determinati siti verificati e certificati in Australia, bensì da delle miniere congolesi controllate dal dei signori della guerra. Ops. 

approfondimento

Billions 5, le foto del finale di metà stagione

Un bel problema di reputazione per una società appena nata che di reputazione vive. Un bel problema a livello anche concreto, perché, per poter sistemare le cose, sono previste delle necessarie perdite. Mike Prince, coinvolto nel progetto, offre di comprare le quote della Taylor Mason Carbon, visto che la sua società può resistere tranquillamente a certi colpi, ma, alla fine, Wendy e Taylor scelgono l’approccio sul lungo periodo e decidono di fidarsi di Prince e di lavorare con lui.

 

Mentre il personaggio di Maggie Siff va dall’incorruttibile (mica tanto!) Nico ‘pecunia non olet’ Tanner – e proprio lì riceve una spiacevole telefonata da Axe, che ha deciso di fare una serata di presentazione delle opere ancora incomplete del suo pittore solo per ricordargli chi è che paga –, Taylor, tornat* alla Axe Capital, si rende conto di cosa sta succedendo (molto divertente la scena della macedonia di parole in spagnolo di Rian!) e ferma Bobby giusto in tempo, evitandogli di buttare nello sciacquone del water una quantità immane di dollari.

 

Tornato sobrio, il personaggio di Lewis inizialmente ringrazia quello di Asia Kate Dillon, ma poi, quando viene a sapere quanto successo con Prince, va su tutte le furie: altro che gesto di solidarietà! Saint Mike ha fatto apposta, così le prossime perdite della Taylor Mason Carbon saranno registrate ufficialmente come perdite della Axe Capital!! E’ guerra aperta, questa volta per davvero, e sarà una guerra senza esclusione di colpi. Sarà una guerra volta all’annientamento totale, capito Michael Thomas Aquinas Prince?

Spettacolo: Per te