Dopo il debutto come attore, Tedua lancia "Lo-fi For U"

Musica
©IPA/Fotogramma

Il brano è una dedica ai tanti artisti che hanno accompagnato il rapper nella strada verso il successo. Tra questi Ghali, Sfera Ebbasta e Rkomi

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

Dopo una lunga attesa musicale, il rapper Tedua è tornato con il nuovo inedito Lo-fi For U, disponibile su tutte le piattaforme digitali. Recentemente lo abbiamo visto nelle vesti di attore, sotto la regia di Michele Placido, in L’Ombra di Caravaggio. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul nuovo pezzo di Tedua.

Tedua, Lo-fi for U

approfondimento

Fedez, il testo del nuovo singolo "Sapore" con Tedua

Lo-fi For U, prodotto da Shune, è il primo brano dopo oltre un anno dall’ultimo EP rilasciato, ed è anche il quarto episodio della serie Lo-fi iniziata nel 2020 in Vita Vera Mixtape, Vita Vera Mixtape: Aspettando La Divina Commedia e proseguita nel 2021 con Don’t Panic. La nuova canzone, Lo-fi for U, è un omaggio ad amici e ispiratori con i quali Tedua ha condiviso la strada verso il successo: Charlie Charles, Sfera Ebbasta, Ghali, Izi, Rkomi e anche Chris Nolan.

Tedua, il testo di Lo-fi for U

GUARDA ANCHE

Tutti i video su musica e concerti

Ladies and gentlemen

Sto esagerando

Ok Shune, la saga continua

Lo-fi four

Lo-fi for me, lo-fi for you

That’s Shune, am I right?

Tedua!

 

Ringrazio Charlie innanzitutto per la pazienza che ha avuto

Grazie a lui ho conosciuto Chris

Su una panchina rollava weeda, io il fumo

Eravamo in villa a Seguro

 

Arrivavo col cinquantino rosso

Milano Est, Milano Ovest

In circonvallazione un freddo addosso

Il cavo dell’acceleratore rotto

 

E mi ricordo a quei tempi stavo sui venti

Dicevi “quante rime inventi”, condizionavo gli altri

Correggevano il mio stile a tempo sui quattro quarti

 

Io invece dritto contro il muro

Quando rimo, chiudo gli occhi

Sopra un treno regionale che porta al mio futuro

E a tutte le fermate vedo scendere qualcuno, ah ti assicuro

 

In quei momenti senti solo i consigli del coach all’angolo

Non badi al pubblico, al casino che faranno, no

Me ne sbattevo del metronomo

 

Esuberante, logorroico

Per molti un problema cronico, per altri un flow da fenomeno

Sfera l’aveva capito come al solito

 

Io non sapevo usare i social, avevo una maglia rossa Ralph Lauren tarocca

A differenza di Giona che mi dava consigli su come si posta

Col tempo ho imparato così tanto da quel ragazzo

Spero di avergli lasciato qualcosa in cambio

O mi sentirei in debito un sacco

 

Ringrazio Ghali, così lungimirante in quegli anni con le idee di marketing

Io e i ragazzi eravamo più provinciali, addetti al catering

Pensa che mi propsavi, avevo solo sedici anni

Tu già te la comandavi, Rap’n’Roll, Troupe D’Elite

Mi dicevi sali a Milano che ce la fai

 

Senza manuale su come inseguire i sogni

Sul come parlare ai sordi, sul come fare dei soldi

In classifica l’hip hop, non il pop, str*nzi

 

Ai tempi con me c’era IZI, ancora in crisi, con il diabete

Prima del film, prima di “Bimbi”, quanti litigi ma ancora insieme

 

Io ti ringrazio per sempre Diego

Siamo cambiati da allora ma forse meglio

E questo mi onora, mi rende fiero

Anche se a scuola il diploma non l’abbiam preso

 

È mio fratello quello

Per te faccio un casino in un litigio

È il bambino prodigio con un etto nello zaino

Vai a letto ma è sempre casa di un altro

 

E tra i bimbi di “Bimbi” nessuno che mi somigli quanto Rkomi

Non parlo di metrica, non parlo del flow o i suoni

Siamo figli dei film visti insieme nei blocchi

Anche se con due caratteri opposti

 

Mi parli sempre con gli occhi e ricordi

Fanno a gara per saltare fuori

In quegli anni ero spaesato, ho pensato

Un paesano è passato dalla piazza di spaccio a far la star sul palco

 

E io ti ho spinto a questo e quell’altro

Il tuo talento l’ho sempre ammirato ma non ne faccio un vanto

Ti ho spinto così tanto da averti allontanato

 

Quando son tornato, avevi un altro sguardo

Più convinto, più coraggio

Il nostro affetto non è cambiato

Nessun conflitto, nessun contratto

 

Ed è perfetto così

I ragazzi di “Bimbi” ciò che ci può accomunare

È che siam cresciuti tutti senza la presenza di un padre

 

Tedua

Lo-fi for u

Tedua!

 

Quando giocavi a pallone per la strada

Prima di tradir la fidanzata

Prima di mollare la scuola

Prima di fuggire di casa

 

Eravamo bimbi

Eravamo bimbi

Per fare i dindi eravamo bimbi

Spettacolo: Per te