Cugini di Campagna contro i Måneskin: Thomas copia Nick Luciani sul palco degli MTV EMA

Musica

Camilla Sernagiotto

Per esibirsi alla cerimonia dei premi, il chitarrista ha sfoggiato un look molto simile a quello di Nick Luciani. Non un outfit qualunque bensì quello sfoggiato dalla band nata negli anni ’70 durante la cover di “Zitti e buoni”… Forse una citazione voluta (e geniale) per rispondere ai CdC che hanno recentemente rimproverato la band romana di avergli copiato le tute a stelle e strisce per aprire il concerto degli Stones a Las Vegas

Thomas Raggi, il chitarrista dei Måneskin che poche ore fa si è esibito assieme al resto della mitica band sul palco della cerimonia degli MTV EMA a Budapest, sembra aver voluto citare volontariamente nel look i Cugini di Campagna.

Se così fosse, si tratterebbe di una risposta davvero geniale al j’accuse che il gruppo romano nato negli anni ’70 ha rivolto ai giovani concittadini.

All'inizio di novembre 2021, infatti, i CdC erano sulla bocca di tutti - nonché sulla bacheca social di chiunque - per un rimprovero fatto alla band di Damiano relativo allo scopiazzare i propri abiti di scena.
Si riferivano alle tute a stelle e strisce scelte dai Måneskin per aprire il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas.

Ebbene, in quelle ore si è levato un "polverone" mediatico, una querelle che ha impazzato su Twitter, Facebook e via dicendo, tra risate di chi comunque è convinto (tuttora) che i rocker più attempati siano buontemponi e che ci stiano scherzando su ma anche tra battute al vetriolo di coloro che invece credono che i CdC stiano facendo sul serio.

Ma a zittire i Cugini di Campagna - anzi: a farli stare “zitti e buoni” - sono ora gli stessi Måneskin, i quali hanno scelto la via più elegante e intelligente per mettere a tacere il tutto.

Thomas Raggi ha infatti indossato sul palco degli MTV EMA per l’esibizione di Mammamia una tuta a rombi bicolore con finish lucido e specchiante che “omaggia” Luciani. Anzi no: non omaggia ma piuttosto forse sussurra a Luciani & Co. di smetterla di accusarli di scopiazzare i loro abiti di scena. Come? Scegliendo non un look a caso bensì quello per cui gli ormai ribattezzati Country’s Cousins (per dargli un respiro internazionale) hanno sfoggiato mentre suonavano la cover di “Zitti e buoni” e non solo: si tratta del vestiario per cui hanno accusato Lady Gaga in persona di copiarli… Tasto F5, per dirla à la Boris: basiti.

Il look dell'accusa a Lady Gaga

approfondimento

I Cugini di Campagna vs i Maneskin: “Basta copiare i nostri abiti”

Ebbene sì, i Cugini di Campagna hanno tirato in ballo perfino la Regina del Pop, la cui fama mondiale non le impedirebbe - a loro avviso - di andare a emulare un gruppo che in Italia, per carità, sarà anche leggendario ma che al di fuori del nostro Paese non vanta un seguito "foltissimissimo", ecco.

 

Per adesso pare non sia entrata ancora nel mirino dei Cugini di Campagna Madonna, sempre che non esca dall’archivio personale del gruppo romano una foto di repertorio che documenti Nick Luciani con un bustino in seta con coppe coniche firmato Jean Paul Gaultier perché altrimenti per la Signora Ciccone ci saranno non pochi grattacapi…

 

Chiaramente stiamo scherzando, in linea con gli stessi Cugini di Campagna a cui siamo quasi sicuri di intravedere tanta ironia, molto sarcasmo e parecchia voglia di regalarci una grassa risata.

E, alla stessa maniera, i Måneskin hanno risposto. 

Più impegnato il look di Damiano

approfondimento

I Måneskin cantano Mammamia agli MTV Europe Music Awards 2021. VIDEO

Da notare è anche, anzi soprattutto, l'outfit scelto dal cantante.

Damiano David dei Måneskin ha optato per un top corto nero trasparente, un paio di stivali e guanti in lattice, calze a rete e reggicalze. Una mise che è la riconferma della proclamazione e auto-proclamazione a icona genderless e genderfluid ma anche un vestiario che vuole riferirsi alla lotta della comunità LGBTQ nell'Ungheria di Orban.

 

Una mise, la sua, che non muove certo l'ilarità di quella di Thomas Raggi di cui abbiamo parlato fino a ora ma che andava assolutamente notata e sottolineata: è importante per le voci famose farsi megafoni di lotte per i diritti umani.

 

Quindi, oltre al premio Best Rock (e al primato: sono i primissimi artisti italiani che se lo sono aggiundicati nella storia degli MTV EMA. Hanno battuto inoltre Coldplay, Foo Fighters e Imagine Dragons, per dire), a Damiano va anche uno chapeau per la scelta fashion dietro cui si cela una protesta importante.  

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.