Salmo, Kumite: testo e significato della canzone di Flop

Musica

Il brano, settima traccia del nuovo lavoro, è prodotto da Takagi & Ketra

"Il mio disco peggiore", con queste parole Salmo ha introdotto “Flop”, il nuovo lavoro discografico che sta facendo discutere i fan e gli addetti ai lavori. Dal disco è stato estratto “Kumite”.

L'orizzonte concettuale di “Flop”

approfondimento

Salmo con la Croce Rossa per sostenere la sua Sardegna

Un lavoro maturo ed eccentrico che conduce a una riflessione più ampia. Salmo ha sfruttato al massimo la libertà di esprimersi in questo nuovo album, disponibile all'ascolto dal 1°ottobre. Pop, elettronica, rock e rap, naturalmente, si fondono in “Flop”, che giunge a tre anni di distanza dal precedente “Playlist”, premiato sei volte col Disco di platino. Il rapper sardo in “Flop” si interroga su alcuni meccanismi controversi che caratterizzano la contemporaneità, ossessionata dall'apparire e dall'approvazione altrui. In questo disco Salmo si riappropria della possibilità di sbagliare, contro tutte le ipocrisie dell'epoca che stiamo vivendo. La caduta, del resto, è evocata nella stessa copertina del disco che riecheggia un dettaglio de “L’Ange Dechu” (“The Fallen Angel” opera del pittore francese Alexandre Cabanel.
In “Kumite” si riporta la discussione su una relazione d'amore sbagliata e che appartiene al passato. Il rapper si pone domande a cui non serve attendere una risposta.

Il testo di “Kumite”

Lo sai, ho la testa malata, lo sai, non voglio pensarti
Il problema è che ti ho trovata ma ho continuato a cercarti
Mi sono perso sul fondo, ho fatto a pezzi la foto
Ogni istante acquista un valore solo se diventa un ricordo

Allora fatti da parte, giro solo, sto meglio
Voglio farmi del male, restare tre giorni sveglio
Stanotte ho perso le chiavi, un biglietto sul parabrezza
“Vuoi qualcuno che ti ami o che lenisca l’insicurezza?”, yea

Non dormo già da un po’ in questo stupido motel
Secco come un no, sai che ho dubbi come un forse
Sto provando ancora a dare un senso, yea
Mi uccide se ripenso che sei

La fine del mondo come i Maya, come i Maya
Fuggiamo da questa topaia, siamo iIdie hard
Conta solo su di te, mica su di me
Questo amore è un kumite, baby, è un kumite

Fine del mondo come Maya, come i Maya
L’ultimo tiro che mi sdraia, che mi sdraia
Conta solo su di te, mica su di me
Questo amore è un kumite, baby, è un kumite, eh

La tempesta è passata portando via il mio rispetto
Sei la persona sbagliata al momento perfetto
Lo sai che passano gli anni e tu non sembri la stessa
Stretta dentro i tuoi panni brilli solo di luce riflessa

Dicevi “la mia vita non è niente di che”
Allora dimmi perché stavi proprio con me, ah
Se l’amore è vile dovevo fuggire
Sparo ancora versi a colpi di fucile

Solo rose in fiamme strette sulle spine
Scrivo con il sangue la parola “fine”

Non dormo già da un po’ in questo stupido motel
Secco come un no, sai che ho dubbi come un forse
Sto provando ancora a dare un senso, yeah
Mi uccide se ripenso che sei

La fine del mondo come i Maya, come i Maya
Fuggiamo da questa topaia, siamo I die hard
Conta solo su di te, mica su di me
Questo amore è un kumite, baby, è un kumite

Fine del mondo come Maya, come i Maya
L’ultimo tiro che mi sdraia, che mi sdraia
Conta solo su di te, mica su di me
Questo amore è un kumite, baby, è un kumite, eh

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.