Michael Jackson, in arrivo un nuovo album? Lo ha dichiarato il fratello Tito

Musica

Camilla Sernagiotto

©Getty

Tito Jackson, fratello del celebre cantante scomparso nel 2009 (che con lui è stato membro dei Jackson 5, poi tramutatisi in The Jacksons) ha dichiarato al tabloid britannico "The Sun" che lui e i fratelli starebbero lavorando a un potenziale nuovo disco di Jacko. “Ha lasciato diverse cose”, ha rivelato in riferimento ai brani inediti che il cosiddetto "Re del Pop" avrebbe lasciato nel cassetto

Forse vedremo - ma soprattutto ascolteremo - un nuovo album di Michael Jackson. Non stiamo parlando di una raccolta di Greatest Hits ma proprio di un disco inedito, con nuova musica.
A dichiarare il possibile arrivo di una nuova fatica discografica che sarà firmata in maniera postuma dal cosiddetto "Re del Pop" è stato suo fratello, Tito Jackson.

Il cantautore e chitarrista statunitense l'ha rivelato in occasione di un'intervista al tabloid britannico The Sun, svelando che il leggendario fratello avrebbe lasciato molti inediti nel cassetto... Un bel tesoretto per la famiglia, insomma.

“Ha lasciato diverse cose”, ha affermato Tito al quotidiano britannico, aggiungendo: "Siamo disposti a fare dei tentativi e a vedere cosa succede".

Quel plurale maiestatis non è tale ma semmai si riferisce al fatto che non soltanto lui sarebbe al lavoro: anche gli altri fratelli starebbero lavorando alacremente nella speranza di poter pubblicare una nuova opera che porti la firma di Jacko, benché costui sia scomparso nel 2009.

I Jacksons al lavoro

approfondimento

Michael Jackson, 11 anni fa scompariva il Re del Pop. FOTO

"Sarebbe bello essere in un disco con Michael ancora una volta", ha aggiunto il fratello Tito durante l'intervista con il quotidiano britannico The Sun.
E quel "ancora una volta" si riferisce al fatto che Tito è stato membro assieme a Michael dei mitici Jackson 5, il gruppo musicale formatosi negli anni Sessanta che vedeva i cinque fratelli della famiglia Jackson (a cui in seguito si aggiunse anche Randy, motivo per cui la band cambiò nome, trasformandosi in The Jacksons perché Jackson 6 suonava male).

Proprio con loro, con i The Jackson, Tito sarebbe prossimo a tornare in studio di registrazione per incidere nuova musica, incidendo nuove tracce basate su inediti nati dal genio del membro della band diventato più celebre.


I Jacksons hanno pubblicato sei album in studio durante la propria carriera, il primo risalente al 1976 (uscito con il titolo "The Jacksons") e l'ultimo nel 1989, intitolato "2300 Jackson Street". In mezzo ci sono stati "Goin' Places" (1977), "Destiny" (1978), "Triumph" (1980) e "Victory" (1984).

Dalla morte di Michael Jackson avvenuta nel 2009, invece, sono stati pubblicati due dischi suoi, da solista. Il primo intitolato "Michael" (2010) e il secondo "Xscape" (2014).

La voce di Michael Jackson usata postuma da altri artisti

approfondimento

Michael Jackson, 11 anni senza il Re del Pop: le canzoni più iconiche

Dopo la morte di Michael Jackson, la sua ugola è comunque vissuta non solo nei suoi album pubblicati prima dell'addio e nei due usciti postumi, quelli del 2010 e del 2014.
Anche molti suoi colleghi lo hanno omaggiato, accogliendo la sua voce in alcuni brani. È il caso di Drake e di Lenny Kravitz, tra gli altri.
Del primo è uscito "Don't Matter To Me ft. Michael Jackson" nel 2018, mentre Jacko "duetta" con l'amico Lenny Kravitz in "Michael Jackson ft Lenny Kravitz - (I Can't Make It)", singolo anch'esso uscito nel 2018.

Thriller 34°esimo disco di platino

approfondimento

Duran Duran, 5 canzoni per conoscere la band iconica

Pochi giorni fa il disco di Michael Jackson, Thriller, ha ottenuto il trentaquattresimo disco di platino (pari a 34 milioni di copie vendute). Con questo risultato, il famoso album del cantante diventa il disco più venduto della storia della musica di tutti i tempi.

Questo nuovo traguardo farà mangiare ancora di più le mani ai Duran Duran, che lo scorso 2 agosto hanno raccontato di aver detto di no a Michael Jackson, che li voleva per una collaborazione.

Il tastierista Nick Rhodes, ospite del talk show americano “What Happens Live With Andy Cohen” insieme agli altri membri della band, ha spiegato cosa è accaduto.

“Tornato a casa dopo un tour – doveva essere il 1983, credo – squilla il telefono, mia madre risponde e dice: ‘C’è qualcuno al telefono per te, dice che si chiama Michael Jackson’”.
All'inizio ha pensato si trattasse di uno scherzo ma poi l'artista ha realizzato: “Dopo circa un minuto ho pensato: ‘Oh mio Dio, Michael Jackson!’”.
Ha spiegato che Jacko era interessato a fare un disco insieme ai Duran Duran dopo l'uscita del loro album “The Reflex” del 1984. Tuttavia gli altri membri della band non hanno colto l'invito.

“L’ho detto a tutti: ‘Ehi, Michael Jackson ha chiamato ieri sera. Vi andrebbe di fare una canzone con lui?’ Ma hanno risposto: ‘No’”, ha concluso il musicista 59enne. L'errore della vita? Ai posteri l'ardua sentenza. Di certo per dire di no al Re del Pop ci vuole tanto coraggio.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.