Vasco Rossi: "I Maneskin sono i miei preferiti"

Musica
©Kika Press

Vasco Rossi tifa per i Maneskin a Sanremo 2021. Il rocker di Zocca ha citato la band in una storia sui suoi social (SEGUI IL LIVE DELLA QUARTA SERATA)

Dopo essere stato chiamato più volte in causa durante le varie serate del Festival di Sanremo, Vasco Rossi ha finalmente deciso di parlare del Festival.

Sui suoi social, infatti, poche ore fa l’artista ha voluto esprimere la sua preferenza tra gli artisti in gara.

“I Maneskin sono i miei preferiti”, ha detto Vasco in una delle sue storie su Instagram, taggando sotto la giovane band. Band che, nella classifica provvisoria, si è posizionata decima nell’attesa delle ultime due serate del Festival in cui sarà possibile ascoltare di nuovo “Zitti e buoni”.

I Maneskin a Sanremo 2021 con “Zitti e buoni”

La band è in gara a Sanremo 2021 con il brano “Zitti e buoni” mentre per la serata delle cover ha optato per “Amandoti” dei CCCP, accompagnata sul palco da Manuel Agnelli.

 

Parlando della loro partecipazione a Sanremo e del loro inedito i Maneskin hanno detto: “Il pezzo che portiamo si chiama Zitti e buoni e parla principalmente di redenzione e voglia di spaccare il mondo con la musica. Per il resto non vi anticipiamo niente e aspettiamo che siate voi a sentire il pezzo e darci le vostre impressioni”. Queste le parole del frontman Damiano. Sulle sonorità della canzone è intervenuto invece il batterista Ethan Torchio: “Le sonorità della canzone sono attualmente un mistero, però possiamo dire che rispecchiano perfettamente i Maneskin”.

Il timbro rock del brano, unito all’anima graffiante della band, non poteva che attirare l’attenzione di chi ha fatto del rock tutta la sua vita: Vasco Rossi.

Vasco Rossi e Sanremo

approfondimento

Sanremo, le censure più famose della storia del Festival

Il Festival di Sanremo, almeno nella forma più classica, non ha mai fatto parte dell’universo sonoro di Vasco Rossi.

 

Eppure nel 1982 il rocker è stato in gara tra i Big con la sua “Vado al massimo”. La performance sanremese è storia anche grazie al fatto che, al termine dell’esecuzione Vasco, si infilò il microfono in tasca con l’intento di passarlo al concorrente successivo. Dato il filo troppo corto, però, il microfono cadde dalla tasca e finì per terra facendo diffondere un boato in tutto l’Ariston. Inizialmente si disse che l’artista aveva volutamente gettato il microfono per spregio alla giuria e alla manifestazione.

L’anno successivo il rocker si è ripresentato al Festival di Sanremo con il brano “Vita spericolata”, canzone poi arrivata penultima ma diventata un enorme successo radiofonico. Nonché uno dei brani più rappresentativi della produzione artistica di Vasco Rossi e della musica italiana.

 

Negli anni successivi il rapporto col Festival si è limitato alla firma di alcuni brani in gara cantati da altri artisti fino a quando, nel 2005, è stato all’Ariston in qualità di superospite.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.