Cara, chi è la giovane cantante che ha collaborato con Fedez

Musica
@Instagram

Autrice di “Le Feste di Pablo”, Cara ha conquistato Fedez. Che ha deciso di pubblicare il singolo in versione remix

Di Cara, i più hanno cominciato a sentirne parlare solo qualche giorno fa. Quando Fedez, ormai da mesi lontano dalla musica, ha annunciato il suo ritorno. Un ritorno alle origini, si potrebbe dire. Al piacere di fare musica come quando era solo agli inizi, e registrava le sue canzoni in studi di periferia.

Il nuovo singolo di Fedez, però, non è esattamente di Fedez. È invece la riedizione di un brano, “Le Feste di Pablo”, di Cara. Ma chi è questa giovane cantante emergente, che col suo talento ha saputo conquistare il rapper?

Chi è Cara

Ventenne di Crema, il vero nome di Cara è in realtà Anna Cacopardo. Appassionata di musica sin da bambina, con un amore per il cantautorato italiano (da Lucio Dalla a Fabrizio De André) e per il pop internazionale (Michael Jackson, Twenty One Pilots, Jessie Reyez), Cara studia all’Istituto musicale Folcioni di Crema dove si specializza in canto e pianoforte.

Dopo alcune esibizioni live intime e acustiche, e la presentazione di suoi brani inediti, nel 2017 arriva in semifinale al Tour Music Fest di Mogol e in finale al concorso Area Sanremo. Si iscrive quindi al corso di Canto Moderno dell’Accademia di Musica NAM di Milano e, nel 2019, pubblica il singolo “Mi Serve” (poi uscito anche in versione remix, con la collaborazione del rapper Samuel Heron).

Il 13 marzo 2020 esce “Le Feste di Pablo”. E Fedez se ne innamora. Al punto da farne una versione remix, pubblicata su Spotify il 10 aprile.

Cara e Fedez, un incontro fortuito

Ai cantanti emergenti, Fedez è vicino da sempre (vedi alla voce Gaia Gozzi, sua concorrente a X Factor e vincitrice dell’edizione 2020 di “Amici”). 

«La quarantena ci costringe a pensare e io non voglio buttare via questa occasione. Prima che tutto questo iniziasse mi sono preso una lunga pausa dalla musica per dedicarmi alla mia famiglia, lavorare su me stesso e scartavetrare i miei spigoli. Così ho iniziato un percorso nuovo (...): ritrovare me stesso attraverso nuove canzoni. Mi ero stupidamente convinto che il valore della musica potesse essere proporzionale all'uso dello studio in cui veniva registrato… ma avete notato come sono essenziali gli interni di una navicella spaziale? Così sono andato a lavorare in un piccolo studio alla periferia di Crema. In questi mesi sono tornato a fare musica come quando avevo 18 anni, senza pensare troppo alle conseguenze strategiche. In studio ho incrociato una giovane artista emergente che stava registrando una sua canzone: "Ti spiace se provo a scriverci una strofa?". In questi giorni ho creato il set up amatoriale di quando ho registrato il mio primo disco da indipendente, ho ritrovato la bozza di quel pezzo e allora ho capito cosa rappresenta per me la musica: rompere le catene con un tagliaunghie» ha raccontato Fedez nel suo video, postato su Instagram per annunciare l’uscita di “Le Feste di Pablo”.

Mentre Cara lo ringrazia, per aver creduto in lei e nella sua musica.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.