Francesco Gabbani: il nuovo singolo s'intitola "È un'altra cosa"

Francesco Gabbani: il nuovo singolo s'intitola "È un'altra cosa"
@Getty Images

Dopo qualche settimana di rumors, la notizia è finalmente ufficiale: il nuovo singolo di Francesco Gabbani s’intitola “È un’altra cosa”

C’è voluto un po’ di tempo, ma finalmente il cantautore Francesco Gabbani è pronto a presentare il nuovo singolo, “È un’altra cosa”, gettando così le basi per l’arrivo di un nuovo album di inediti.

“È un’altra cosa”, il nuovo singolo di Gabbani

Sono passati ormai due anni dalla pubblicazione di “Magellano”, album pubblicato nel 2017 in seguito alla vittoria del Festival di Sanremo con il famoso brano “Occidentali’s Karma”. Ne furono poi estratti i brani “Tra le granite e le granate”, “Pachidermi e pappagalli” e “La mia versione dei ricordi”.

A partire dal 10 maggio 2019 e dopo un lungo periodo di silenzio e riflessione, Francesco Gabbani torna a far parlare di sé con “È un’altra cosa”, singolo che nella stessa data entrerà anche in rotazione radiofonica. Per il momento, dobbiamo accontentarci della grafica ufficiale del singolo e del post di Facebook con allegata una breve anteprima audio del brano, che ha riscosso opinioni positive dai fan.

A proposito di Francesco Gabbani

Lo conosciamo per singoli di successo come “Occidentali’s Karma” e “Tra le granite e le granate”, ma soprattutto per aver vinto Sanremo in due occasioni differenti, dimostrando un talento fuori dagli schemi per la musica, le parole e per captare i gusti degli italiani. Francesco Gabbani, classe ’82, nasce a Carrara e sin da subito si getta a capofitto in quella che è la sua passione: la musica. I suoi genitori hanno un negozio di strumenti musicali e lui si diverte, gioca, sperimenta con mano le grandi potenzialità del suono. Dopo una prima infatuazione per la batteria, Gabbani si rifugia nel suono dolce della chitarra acustica, uno strumento perfetto per mettere in musica le sue emozioni. Da qui, la musica lo accompagna ogni giorno: fa il tecnico del suono e si guadagna da vivere, mentre nel frattempo si cimenta in generi trasversali tra cui blues, funk e jazz.

A 18 anni, quando è il lead vocalist della band pop rock Trikobalto, arriva il suo primo contratto discografico. Il primo disco viene prodotto da Alex Neri e Marco Baroni dei Planet Funk: dei due singoli estratti, “Preghiera maledetta” (2010) è quello che riscuote più successo. Non passa molto però prima che l’anima irrequieta di Gabbani gli faccia lasciare la band per intraprendere una carriera solista. Il suo primo disco arriva nel 2013 e s’intitola “Greitist Iz”. Un anno dopo esce anche il videoclip di “Clandestino”. Ma il vero successo arriva con “Amen”, canzone vincitrice di Sanremo 2016 nella categoria Giovani, premio della critica Mia Martini”, e “Premio al miglior testo Sergio Bardotti” per le “nuove proposte”. L’anno successivo, Gabbani sale di nuovo sul palco e fa ballare tutto il Paese con il suo “Occidentali’s Karma”, brano dalle sonorità accattivanti che, tramite concetti filosofici, punge nel vivo il popolo italiano e lo costringe a una piccola riflessione. Pochi mesi dopo arriva “Magellano”, il disco che gli ha permesso di portare a casa un disco di Platino FIMI e l’incondizionata ammirazione dei fan.