Chi è Salmo, il rapper sardo in vetta alle classifiche

Salmo, il rapper sardo in concerto
@Kikapress

Con “Playlist” Salmo ha conquistato le classifiche, confermandosi uno dei rapper più apprezzati in Italia

Con il suo ultimo album “Playlist”, Salmo ha conquistato le vette delle classifiche di vendita e di ascolto sulle principali piattaforme di musica. Il disco, uscito lo scorso 9 novembre, è certificato d’oro, ha sfondato i 43 milioni di stream e tutte le tracce sono entrate nella Top 20 della classifica dei singoli più ascoltati su Spotify. Il successo del rapper sardo non accenna a diminuire e si prevende un grande riscontro di pubblico anche per il “Playlist tour” che partirà il prossimo 13 dicembre da Vigevano. Il cantante sarà inoltre ospite alla prossima puntata di X Factor che andrà in onda giovedì 6 dicembre. Ma chi è Salmo, oggi l’interprete rap più ascoltato in Italia?

I primi album di Salmo: “The Island Chainsaw Massacre” e “Death USB”

Salmo non è solo un rapper, ma anche un produttore discografico italiano. È nato in Sardegna, per la precisione a Olbia, nel 1984. Ha iniziato la sua carriera musicale molto presto, registrando già nel 1997 alcune rime e arrivando due anni dopo a incidere il demo “Premeditazione e dolo” con i rapper Bigfoot e Scascio. Nel 2004 Salmo comincia la sua avventura da solista, pubblicando “Sotto pelle” e  “Mr. Antipatia” l’anno successivo. Il primo album in studio arriva nel 2011, è intitolato “The Island Chainsaw Massacre”, e permette al rapper sardo di raggiungere la notorietà sulla scena del rap e del trap italiano. Nel 2012, a un anno di distanza, viene pubblicato anche il secondo disco, “Death USB”, accompagnato da cinque video per i brani “Death USB”, “Demons to Diamonds”, “Il pentacolo”, “Doomsday” e “Negative Youth”. Nello stesso anno, il giovane talento vince anche nella categoria “Best Crossover” agli MTV Hip Hop Awards 2012.

“Midnight”, “S.A.L.M.O. Documentary” e “Hellvisback”

Con una media di un album all’anno, il 18 marzo 2013 giunge anche “Midnight”, che debutta in cima alla classifica degli album più venduti in Italia e quattro mesi dopo ottiene la certificazione d’oro per aver venduto quasi 30mila copie. L’album è anticipato dal singolo “Russel Crowe” a cui sono seguiti, nello stesso anno, la pubblicazione dei video di “Rob Zombie”, “S.A.L.M.O.” e “Killer Game”. “S.A.L.M.O. Documentary” è invece il primo album dal vivo del rapper sardo, uscito il 17 giugno del 2014 e contenente diversi brani cantati durante il “Midnite Live Session Tour”, svoltosi da aprile a maggio del 2013. Nel 2015 esce l’album “Hellvisback”, che come il precedente debutta in cima alle classifiche FIMI come disco più venduto e conquista sia il disco d’oro che quello di platino.

“Palylist”

Con l’ultimo album in studio, “Playlist”, Salmo si riconferma come uno dei rapper di successo nel panorama musicale italiano, conquistando diversi record per la sua carriera e riscuotendo un grande successo di pubblico. Il disco, pubblicato il 9 novembre scorso, ha visto anche la partecipazione di importanti nomi del rap e del trap italiano, come Sfera Ebbasta, Nitro, Fabri Fbra e Coez. L’album contiene anche il brano “il cielo nella stanza” con un testo molto intimo, che è finito dritto al primo posto della classifica di Spotify. Sono presenti anche “90MIN” di Salmo e il testo di “Lunedì”.

Le collaborazioni

Nel corso degli anni, Salmo ha collaborato con diversi artisti, tra cui Ensi, Bassi Maestro, Clementino, MadMan, Noyz Narcos, Gemitaiz, MadMan, Nitro, Fritz da Cat e anche con Jovanotti, per il quale ha curato nel 2014 la regia del video “Sabato”, a cui è seguita una versione remixata l’anno successivo. Salmo ha anche partecipato al tour di Jovanotti del 2015 come artista d’apertura dei concerti.