Le 10 canzoni più famose dei Radiohead

Radiohead
@Kikapress

Con 10 album, hanno venduto 30 milioni di dischi in tutto il mondo: ecco le canzoni più famose dei Radiohead

I Radiohead sono uno dei gruppi di alternative rock inglese più famosi degli ultimi vent’anni, apprezzati dalla critica e amati dal pubblico di tutto il mondo. La band è composta da Thom Yorke (voce, chitarra ritmica e tastiere), Ed O'Brien (chitarre, voce), Jonny Greenwood (chitarre, tastiere, Ondes Martenot e altri componenti elettronici), suo fratello Colin Greenwood (basso) e Phil Selway (batteria e percussioni). Yorke e J. Greenwood sono gli autori di quasi tutte le canzoni della band.

Tra gli artisti che hanno influenzato i Radiohead ci sono Elvis Costello, i Pixies, i Pink Floyd, i R.E.M., gli U2, i Talking Heads, i Beatles, gli Smiths e i Joy Division.

Thom Yorke ha intrapreso, parallelamente, anche una carriera da solista. Il suo ultimo album, in uscita il 26 ottobre, è la colonna sonora di “Suspiria” di Luca Guadagnino, remake del celebre horror di Dario Argento. I Radiohead hanno inciso finora 10 album e venduto 30 milioni di dischi in tutto il mondo. L’ultimo album è “A moon shaped pool”, del 2016. Ecco le loro 10 canzoni più famose.

  1. Creep
  2. Karma Police
  3. Paranoid Android
  4. No surprises
  5. Idioteque
  6. Everything in its right place
  7. Pyramid song
  8. Codex
  9. All I need
  10. How to disappear completely

Creep

Primo singolo in assoluto dei Radiohead, “Creep” è un brano del 1993 contenuto nell’album “Pablo Honey”. La canzone non fu molto apprezzata inizialmente, perché considerata “troppo deprimente”. In seguito al successo mondiale ottenuto dall’album, “Creep” fu rivalutata e ancora oggi è la canzone più famosa della band.

Karma Police

Contenuta nel terzo album dei Radiohead, “OK Computer”, del 1997, “Karma Police” ebbe un enorme successo commerciale, grazie anche a un video molto particolare. Il singolo prende il titolo da uno scherzo che i componenti della band amavano ripetere, nominando spesso la “polizia del karma”. Tutto l’album è considerato uno dei migliori dei Radiohead e dell’epoca.

Paranoid Android

Sempre da “OK Computer”, un’altra delle canzoni più famose è “Paranoid Android”, il primo singolo estratto dall’album. La rivista “Rolling Stone” la posiziona al 256° posto tra le 500 canzoni più belle di sempre e anche il pubblico la considera una delle più belle della band. Le atmosfere di “Paranoid Android” sembrano ispirarsi molto ad alcune canzoni dei Beatles. Il titolo della canzone fa riferimento a Marvin the Paranoid Android, un personaggio creato dallo scrittore inglese Douglas Adams.

No surprises

Dallo stesso album del 1997, “No surprise” fu pubblicata come singolo nel 1998. La canzone fu scritta mentre i Radiohead erano in tour con i R.E.M., nel 1995, ed è stata la prima traccia di “OK Computer” a essere registrata. Anche per “No surprise” è stata fondamentale la presenza di un video molto particolare, in cui Thom Yorke canta con la testa in una boccia di vetro, che si riempie progressivamente di acqua.

Idioteque

“Idioteque” è tratto da un altro album capolavoro dei Radiohead, “Kid A”, uscito nel 2000. La canzone è una delle più note e più criptiche della band e viene sempre eseguita durante i live. Così come per gli altri brani presenti nell’album, “Idioteque” non è mai stata rilasciata come singolo.

Everything in its right place

Anche “Everything in its right place” è un brano tratto da “Kid A”, il primo della tracklist. La canzone ha un suono elettronico caratterizzato dal sintetizzatore e dal drum machine e anche le parti vocali sono alterate digitalmente. “Everything in its right place” è stata usata da Moby come apertura del suo SonicVision e come colonna sonora di diversi film e serie tv.

Pyramid song

“Pyramid song” è contenuta, invece, in “Amnesiac”, album del 2001 dei Radiohead. La canzone si ispira alle divinità egizie dell’oltretomba e i fan hanno elaborato una teoria secondo cui il titolo del brano sarebbe ispirato geometricamente alla lunghezza delle note che lo compongono.

Codex

Molto più recente, “Codex” è un singolo inserito nell’album “King of Limbs”, del 2011. All’inizio, la canzone lascia perplessi, perché è molto intima e riflessiva, ma poi, ad ascolti successivi, la melodia ipnotica del pianoforte di Thom Yorke rapisce completamente.

All I need

Contenuta nell’album del 2007 “Rainbows”, “All I need” è una delle canzoni d’amore più dirette ed esplicite dei Radiohead. Nel testo, si parla di un amore non corrisposto che ossessiona il protagonista ed è sicuramente una della canzoni più intense cantate da Thom Yorke.

How to disappear completely

Dall’album “Kid A” è tratta un’altra delle canzoni più famose dei Radiohead, “How to disappear completely”. Il suono del brano è rilassante e onirico e trasporta l’ascoltatore in uno stato mentale allucinatorio. Thom Yorke ha dichiarato di aver avuto l’idea della canzone proprio in seguito a un sogno.