Le dieci canzoni più famose di Ghali

Ghali
@Kikapress

Le canzoni più famose di Ghali: ecco un elenco dei successi del rapper milanese

Nome tra i più noti della scena rap e trap contemporanea, Ghali è arrivato al successo negli ultimi anni grazie all’originalità delle sue canzoni. Nato e cresciuto nella periferia di Milano, figlio di genitori tunisini, Ghali Amdouni si è avvicinato all’hip hop con lo pseudonino Fobia, diventato poi Ghali Foh. Nel 2011 ha fondato i Troupe D’Elite, messi sotto contratto dall’etichetta Tanta Roba di Gué Pequeno. Nel 2015 il rapper ha cambiato definitivamente il suo nome d’arte in Ghali.

Il web è stato il veicolo del suo successo: è proprio sui canali digitali che ha raccolto il suo seguito anno dopo anno. Il primo disco, intitolato “Album”, è stato pubblicato nel 2017 sotto la produzione di Charlie Charles (ad ora, è triplo disco di platino). Verso la fine dello stesso anno è uscita anche la raccolta “Lunga vita a Sto”, che contiene brani realizzati dal 2014 al 2016, negli anni prima della pubblicazione del debut album. I pezzi di Ghali riescono ad avere l’orecchiabilità tipica dei tormentoni mantenendo testi che toccano con ironia forti temi d’integrazione sociale e culturale. Ecco le sue dieci canzoni più famose:

  1. Ninna nanna
  2. Happy Days
  3. Habibi
  4. Ricchi Dentro
  5. Cara Italia
  6. Peace & Love
  7. Zingarello
  8. Come Milano
  9. Dende
  10. Wily Wily

Ninna nanna

“Ninna nanna” è il singolo d’esordio di Ghali, il primo ad essere pubblicato su Spotify. Il pezzo ha stabilito il record di streaming in un solo giorno, raggiungendo quota 200.000 ascolti in sole 24 ore. Uscito per l’etichetta indipendente fondata dallo stesso rapper, vanta ora quattro dischi di platino. Nella copertina del singolo Ghali è stato fotografato con la madre.

Happy Days

“Happy Days” è il terzo singolo estratto dal disco d’esordio “Album”. Pubblicato a maggio 2017, si è guadagnato un ruolo da protagonista tra i tormentoni estivi della scorsa estate. Quattro dischi di platino anche questo brano.

Habibi

Il termine “Habibi” viene dalla lingua araba e significa “Amore mio”. Lo si usa per indicare una persona a cui si vuole bene, anche tra amici. Nel brano sono presenti anche altre espressioni e modi di dire arabi “Wily Wily, Nari Nari” non ha una traduzione letterale in italiano, ma può equivalere alle esclamazioni “mamma mia”, “oddio”. Quarto singolo estratto da “Album”, uscito il 1 settembre 2017.

Ricchi Dentro

“Ricchi dentro” fa parte di “Album”. È una delle canzoni più ascoltate di Ghali su Spotify e si è guadagnata due dischi di platino. Il video è stato pubblicato a marzo 2018 su YouTube, totalizzando (ad ora) più di 10 milioni di visualizzazioni.

Cara Italia

Sentita per la prima volta nell’inverno 2017 come canzone dello spot pubblicitario Vodafone (in versione remixata), “Cara Italia” è stata poi pubblicata a gennaio 2018. Una dichiarazione d’amore del rapper italo-tunisino verso il Bel Paese.

Peace & Love

Debutto in vetta alla Top Singoli FIMI per il singolo inedito “Peace & Love”, pubblicato il 4 maggio 2018. Il pezzo è stato realizzato in collaborazione con Sfera Ebbasta e Charlie Charles, che ne ha anche curato la produzione. Attualmente certificato doppio platino.

Zingarello

Zingarello” è l’ultima uscita di Ghali, realizzata in collaborazione con Sick Luke, beatmaker e produttore della Dark Polo Gang.

Come Milano

“Come Milano” è un brano pubblicato nel 2014, realizzato in collaborazione con Charlie Charles. La traccia faceva parte del disco “Il mio giorno preferito” pubblicato coi Troupe D’Elite, gruppo fondato da Ghali nel 2011. In seguito allo scioglimento della band, Ghali ha cancellato i vecchi pezzi dai propri canali digitali, “Come Milano” è l’unico rimasto online. La canzone è stata inclusa nella raccolta “Lunga vita a Sto”, pubblicata a novembre 2017.

Dende

Pubblicata su YouTube il 29 febbraio 2016, “Dende” è stata poi inclusa nella raccolta “Lunga vita a Sto”. La canzone è ispirata al manga e anime giapponese Dragon Ball: Dende è il verde personaggio proveniente dal pianeta Namek.

Wily Wily

“Wily Wily” è un pezzo pubblicato a maggio 2016, anch’esso incluso poi in “Lunga vita a Sto”. Il testo racconta gli stereotipi riguardanti gli stranieri. Per la prima volta in questo pezzo, Ghali ha deciso di accostare all’italiano il dialetto del Maghreb. Il video è stato girato in Giordania, tra il deserto del Wadi Rum e Petra.