Takagi & Ketra, i produttori che hanno rivoluzionato il pop

Takagi & Ketra

Una collaborazione nata per caso nel backstage di un programma radiofonico ha dato il “la” alla rivoluzione della musica pop italiana e a decine di collaborazioni con artisti importanti

Due produttori hanno rivoluzionato il modo di intendere il pop italiano, proponendo sonorità diverse e collaborando con decine di artisti differenti. L’ascesa di Takagi & Ketra è stata inesorabile e ha condotto chiunque abbia collaborato con loro al successo. Eppure, l’origine della coppia di produttori è tra le più strane: uno dei due ha fatto parte dei Gemelli DiVersi, l’altro è stato beat maker dei Boom Da Bash. Dal loro primo incontro, è nata una prolifica collaborazione verso la vetta delle classifiche italiane.

Le origini di Takagi & Ketra

L’inizio del duo di produttori nasce dal backstage di un evento radiofonico: Alessandro Merli e Fabio Clemente si incrociano per caso e cominciano a conoscersi meglio, scoprendo notevoli affinità musicali. Prima è arrivato qualche scambio reciproco, poi la collaborazione ha cominciato ad estendersi verso altri artisti. Il primo a beneficiare del sound innovativo di Takagi e Ketra è stato Rocco Hunt, che nel 2014 ha presentato a Sanremo “Nu juorno buono” nella categoria buone proposte riuscendo a trionfare con il suo rap metà italiano metà napoletano. È bastata una scintilla a far scoccare la collaborazione con il rapper napoletano e poi, da lì, è cominciata l’escalation del duo.

Takagi e Ketra tra featuring e produzioni

Nel 2015 Takagi e Ketra conoscono Giusy Ferreri e la rapper Baby K: da questa collaborazione nasce uno dei tormentoni dell’estate, Roma-Bangkok. Un brano che ha riscosso grande successo, soprattutto per le sonorità innovative e per la maggiore attenzione al ritmo. L’amicizia lavorativa con Grido, ex componente dei Gemelli DiVersi, porta il duo a conoscere il fratello dell’ex GDV, J-Ax. Da questo nuovo connubio musicale nascono nel 2016 una serie di featuring e di nuove produzioni. L’ex Articolo 31, infatti, avvia un progetto musicale che lo vede a fianco di Fedez, con Takagi e Ketra a produrre brani come “Assenzio” e “Vorrei ma non posto” e candidandosi a trasformarsi da “artigiani della musica”, come essi stessi si definiscono, a veri “Re Mida” mieti successi. Il 2016 è l’anno delle collaborazioni per la coppia di produttori, che entrano in studio anche con Calcutta e producono con lui un altro tormentone, Oroscopo, per il ritmo ballabile e un ritornello facile da ricordare.

La rivoluzione di Takagi e Ketra e gli ultimi singoli

Takagi e Ketra non smettono di sorprendere neppure nel 2017, con una serie di collaborazioni invidiabili. Produrrà con loro anche Fabri Fibra, che decide di affidare alla coppia “Fenomeno”, la traccia che darà il nome al suo nono album. Sarà poi la volta di Giusy Ferreri e Baby K, questa volta con due progetti separati: la Ferreri produce infatti “Fa talmente male”, la rapper sfida “Despacito” con “Voglio ballare con te”, brano dalle cadenze sudamericane. È poi la volta di Lorenzo Fragola e Arisa, che si presentano negli studi di Takagi e Ketra con l’idea di fare un omaggio ai tempi passati. “L’esercito del selfie” invade le radio con il suo ritmo retrò e il web con un video che vede tra i protagonisti anche Francesco Mandelli e Pippo Baudo. Il 2018 si apre con un altro ricordo, questa volta degli anni ’80. Tommaso Paradiso dei TheGiornalisti ed Elisa si affidano a Takagi & Ketra per pubblicare “Da sola (in the Night)”, brano elettropop che riesce a vendere oltre 50mila copie in Italia. In vista dell’estate è ancora Giusy Ferreri a collaborare con la coppia di produttori. Dopo Roma-Bangkok è tempo di visitare il Brasile con le cadenze suadenti di “Amore e capoeira”, brano in collaborazione con Sean Kingston. L’uscita della nuova hit dell’estate coincide con un nuovo capitolo della vita artistica dei produttori, che per la prima volta decidono di comparire sia nel video del brano che sul palco in compagnia della stessa Giusy Ferreri.