Festival di Cannes, il meglio dai red carpet dell’ultima settimana

Glamour, glamour, glamour! Ecco cos’è il tappeto rosso del Festival di Cannes di quest’anno. Abiti di haute couture, zazzere fashion, make-up da urlo. E spacchi, scollature e bellezza da togliere il fiato. Ecco tutto il meglio di ciò che è passato sul red carpet nel primo week-end e nella seconda e ultima settimana di Festival di Cannes 2019, dal 17 al 24 maggio.
 

Cannes 2019: lo speciale

La 72esima edizione del Festival di Cannes non si smentisce nella seconda settimana, riconfermandosi una delle edizioni della kermesse con il livello più elevato di glam.
Outfit principeschi, bellezze mozzafiato, sorrisi che fanno sciogliere come neve al sole della Costa Azzurra...
Ecco tutto il meglio di ciò che ha sfilato a testa alta sul tappeto rosso durante il primo week-end e la seconda settimana del Festival di Cannes 2019, dal 17 al 24 maggio.



Il red carpet del 17 maggio


Il 17 maggio si è aperto con il tappeto rosso per la premiere del thriller Little Joe diretto da Jessica Hausner e con protagonisti Emily Beecham e Ben Whishaw.

Regina indiscussa di stile? La bella Emily Beecham, in abito lungo nero con corpetto a balconcino e scollo a V profondo tempestato di perline nere.
Anche Natalia Janoszek ha incantato tutti in nero con un abito sirena decorato da ricami botanici.

Più variopinto e spettacolare il red carpet per il film Dolor y Gloria di Pedro Almodóvar a Cannes, in perfetto stile spagnolo e mediterraneo.
Penelope Cruz incantevole con un abito di Chanel a fantasia floreale bianco-blu e gioielli Atelier Swarovski fine jewelry è stata ovviamente al centro dei flash.
Rossy de Palma ha sfoggiato un mini abito in seta nera con un’esplosione di piumaggi variopinti, colorando il red carpet di allegria irriverente com’è nel suo stile.
Bella Hadid invece punta sulla nuance che dovrebbe confondersi con il tappeto rosso ma non si camuffa affatto, anzi risalta in tutto il suo splendore con l’abito di Roberto Cavalli Archive red passion con spacco, strascico e dettaglio cutting sul fianco. Sensualissimissima!

Victoria Bonya con una tuta in paillettes argento e scollo a V vertiginoso di Vicedomini ha abbagliato tutti, un po' per il riflesso dei flash ma soprattutto per la sua bellezza conturbante.

Più neutri Antonio Banderas e la fidanzata Nicole Kimpel, entrambi in nero (lei con un abito di Pronovias).
Al contrario, Deepika Padukone ha optato per l’esagerazione formato abito: con un vestito a balze in tulle di Gambattista Valli Couture dalla nuance fluo verde lime, è stata una nuvola di fluorescenza di passaggio sulla croisette.
Kiddy Smile infrange il dress code al maschile vigente a Cannes preferendo allo smoking un abito fiorato di Toni Maticevski mentre Anja Rubik infrange quello femminile preferendo al solito abito principesco un tuxedo Saint Laurent by Antony Vaccarello portato senza niente sotto il blazer… Super sexy, alla faccia del dress code del gentil sesso!

Amber Heard con un abito monospalla di Elie Saab in raso color porpora e stivaloni rossi sopra al ginocchio è divinamente chic & sexy.

La stessa sera c’è stato anche il tappeto rosso di Too Old Too Die Young, la prima serie tv diretta dal regista danese Nicolas Winding Refn. Da Leonie Hanne con corpetto nero e veste soprabito dalla trasparenza molto hot fino a Taylor Hill con gonna mini, top cropped e mantella sul bianco-blu, anche questo red carpet si è rivelato una parata di charme sensuale.

 

Il red carpet del 18 maggio


Il 18 maggio si apre con il red carpet del noir The Wild Goose Lake diretto da Yinan Diao. Non sono mancati all’appello i coniugi Tarantino: Quentin e la moglie Daniella in nero hanno calamitato gli obiettivi dei fotografi.
Tocca poi al film fuori concorso Les Plus Belles Années d'une vie, il film di Claude Lelouch con Jean-Louis Trintignant e e Monica Bellucci. Sul tappeto rosso una parata di star internazionali, da Helen Mirren ad Andie MacDowell.
La modella brasiliana Isabeli Fontana incanta tutti con un abito rosa sfumato dalla texture metallica ma la più bella del reame targato Cannes è lei: Monica Bellucci, incantevole con un abito lungo blu navy.
Anche il tappeto rosso del film in concorso La Gomera del romeno Corneliu Porumboiu è stato un bagno di glamour che si è mescolato al bagno di pioggia causato dal maltempo…
La più wow? La meravigliosa Catrinel Marlon con un abito lungo da favola, in tulle plissettato nella nuance rosa cipria.

Per il tappeto rosso di Lux Aeterna dell’argentino Gaspar Noé, proiettato a mezzanotte, il nero è stato grande protagonista.
Anja Rubik l’ha scelto su blazer dress ricoperti di paillettes, Charlotte Gainsbourg in un paio di shorts in pelle con camicetta di seta trasparente e reggiseno anch’esso nero.
L’altra Charlotte, la Casiraghi, ha accolto il nero ma colorando la sua jumpsuit corta con ricami in paillettes variopinti.



Il red carpet del 19 maggio


Il 19 maggio si apre con il red carpet di A Hidden Life, il film scritto e diretto da Terrence Malick.
Il regista non si è fatto vedere ma hanno sfilato August Diehl e Valerie Pachner, i protagonisti del film che racconta la storia di un pastore austriaco che si è rifiutato di combattere per i nazisti.
Sul red carpet anche Alain Delon, Palma d'oro alla carriera in questa edizione del Festival
L'attrice indiana Aishwarya Rai Bachchan ha incantato tutta la croisette con un abito metallico monospalla sulla nuance dell’oro con strascico.


Nel pomeriggio è toccato al film francese Portrait of a Lady on Fire (Portrait de la jeune fille en feu), nuovo film della regista e sceneggiatrice Céline Sciamma.
Nel cast c’è anche l’attrice italiana Valeria Golino che ha sfoggiato un abito nero glitterato di brillantini oro con scollo a V.
Chloe Sevigny si è presentata con una mise più casual e insolita: un paio di micro-shorts, un body e un trench in pvc nero lucido.

Nella stessa serata c’è stato anche il red carpet di Maradona, il documentario dedicato al mitico calciatore argentino diretto da Asif Kapadia che ha messo insieme i momenti più significativi di oltre 500 ore di girato inedito proveniente dall'archivio personale di Maradona.
Il fuoriclasse argentino non ha partecipato alla premiere ma non sono mancati tifosi del Napoli, con tanto di sciarpa e gagliardetti del club partenopeo con cui il calciatore ha conquistato due scudetti.


E nella sezione "Un Certain Regard" è stato presentato anche Chambre 2012, il nuovo film del regista francese Christophe Honoré con Chiara Mastroianni nel cast che interpreta una donna che decide di lasciare suo marito dopo 20 anni di matrimonio. La Mastroianni si è presentata con un outfit total black composto di gonna lunga e blusa effetto vinile lucido, incantando tutti.

Il red carpet del 20 maggio


Il 20 maggio ha visto sfilare sulla croisette le star arrivate per la premiere di Young Ahmed, il film francese diretto dai fratelli Dardenne che parla della radicalizzazione dei giovani musulmani in Occidente.
Da Wu Kexi vestita con un abito monospalla a veli color pastello e inserti di cristalli a Hsia Yu-Chiao con un abito bianco dallo scollo mozzafiato con colletto e decoro in vita in paillettes argentee, lo Stile con la S maiuscola non è mancato all’appello su questo tappeto rosso.


Parata di stelle per il red carpet del film La Belle Époque di Nicolas Bedos, presentato fuori concorso a Cannes 2019 nella settima giornata del festival.

Marion Cotillard con gonna a strascico in raso nero e top cropped con scollatura a balconcino; la mitica Fanny Ardant in Giorgio Armani Privé con il suo stile sempre impeccabilmente bonton. Total black anche per Isabelle Adjani, con un abito lungo di Alexander Vauthier.
Più primaverile Natalia Vodianova, con un abito a sirena color nude impreziosito da paillettes argento di Atelier Versace.
Rosso porpora, da vera dea, per Miriam Leone che ha indossato un abito monospalla di Gucci dalla texture brillante e dal taglio che strizza proprio l’occhio alle tuniche con mantello dell’Olimpo, scelta seguita anche dalla top model Josephine Skriver, anche lei in rosso con un peplo dalle maniche ampie che riecheggiano un mantello.

Sul fronte maschile, Willem Dafoe si è mostrato impeccabile con un completo in blu navy mentre Daniel Auteuil e Guillaume Canet hanno optato per lo smoking con tanto di papillon.

La giornata del 20 maggio si conclude con il red carpet di Frankie, il film del regista americano Ira Sachs presentato in tarda serata. Regina indiscussa di questo tappeto rosso (per non dire dell’intero Festival) è stata la divina Isabelle Huppert. Con un abito attillato a maniche lunghe interamente ricamato con paillettes argentate firmato Giorgio Armani Privé, l’attrice si è riconfermata la  divinità numero uno dell’Olimpo cinematografico francese.

 

Il red carpet del 21 maggio


La giornata del 21 maggio ha tolto lo scettro del potere magnetico alle dive consegnandolo ai due divi che hanno avuto tutti gli occhi su di sé: Brad Pitt e Leonardo DiCaprio.

Stiamo parlando ovviamente del red carpet di Once Upon a Time in Hollywood, il nuovo attesissimo film di Quentin Tarantino.
Brad Pitt in smoking con papillon (firmato Brioni) e occhiali scuri da bello e dannato, Leonardo DiCaprio con una mise simile (firmata Giorgio Armani) ma senza sunglasses e l’altro grande protagonista, il regista Tarantino (vestito per l’occasione in perfetto stile Iena, ovviamente): ecco il trio che ha dominato la serata!
Con loro la protagonista femminile del film, Margot Robbie con un top a baby-doll e pantaloni in paillettes firmati Chanel.
Un lingerie dress in seta bianca ha reso sensuale e divina Daniella Pick, la moglie di Tarantino.
Non è mancata all’appello nemmeno Chiara Ferragni, con una gonna plissettata e mini top dal retrogusto rock e sexy di Philosophy by Lorenzo Serafini.
Animalier maculato effetto leopardo con frange di Tom Ford per Doutzen Kroes mentre Coco Rocha ha incantato con un abito lungo trasparente impreziosito da decori ipnotici in cristalli di Elie Saab.
Abitino corto rosa confetto con mega fiocco in raso nero di Miu Miu per Chloe Sevigny mentre Elle Fanning opta per lo stile rétro molto raffinato con un outfit di Dior composto di gonna in tulle blu navy e camicetta in chiffon con tanto di cappello.
Michelle Rodriguez invece ha sfoggiato un abito degno di una sposa chic: un vestito bianco in pizzo e piume di Rami Kadi Couture con gonna ampissima.
Bianco anche per Dakota Fanning, con un abito lungo a spalline in seta di Giorgio Armani.
Effetto peluche per la bella Sara Sampaio, con un abito a strascico in tulle effetto pelo firmato Georges Hobeika.

Adrien Brody sceglie il total blue, con un completo tutto navy, compreso il farfallino, firmato Giorgio Armani.


Il red carpet del 22 maggio


Per il red carpet del film Matthias & Maxime diretto da Xavier Dolan, Marion Cotillard ha stupito tutti con una mise inconsueta: top corto con pancia scoperta e shorts neri in stile ciclista, accompagnati da una vestaglia in denim con strappi e dragoni cinesi disegnati. L’outfit firmato Balmain ha lasciato molti di stucco, abituati al glamour puro come vorrebbe il dress code del tappeto rosso, tanto più se lo scenario è Cannes… Ma sui social la bella Cotillard ha spopolato, sdrammatizzando per una volta tanto l'amidatissimo codice del vestiario targato croisette.
Anche l’attrice Romane Bohringer ha scelto una mise casual, presentandosi in jeans e t-shirt.

Il secondo tappeto rosso della giornata, quello per il film Roubaix, une lumière diretto da Arnaud Desplechin, pullula di top model. A primeggiare è la bellissima Adriana Lima, con un abito degno di Jessica Rabbit ma color blu cobalto.
Izabel Goulart invece sceglie il rosso di Jessica Rabbit ma in versione un po’ più purpurea e con un taglio etereo fatto di veli, volant e strascico.
Molto principesco l’abito dalla doppia anima di Natasha Poly, con una parte a sirena impreziosita di inserti brillanti e una gonna a strascico in raso che rende l’effetto davvero regale.
Josephine Skriver invece preferisce al principesco il divino ma con taglio mannish: per lei una jumpsuit bianca con mantella tagliata a metà sul retro che le scopre la schiena nuda.

Winnie Harlow opta invece per la trasparenza più totale, sfoggiando un abito che lascia intravedere tutto con un mega inserto in paillettes sul davanti che ricorda un po’ la coda di una sirena.
Non mancano nemmeno Leonardo DiCaprio e Lea Seydoux, quest’ultima ovviamente dato che fa parte del cast del film Roubaix, une lumière .
La Seydoux ha infranto anche lei - come la Cotillard - le regole del dress code di Cannes, sfoggiando anziché un abito lungo un paio di pantaloni blu in raso e un body fiorato.

 

Il red carpet del 23 maggio


Il 23 maggio a Cannes è stato il giorno del film (in concorso) di Marco Bellocchio Il traditore, con protagonista Pierfrancesco Favino nei panni del pentito di mafia Tommaso Buscetta.
Ad attirare sguardi e flash di tutti sono stati due divi: ancora una volta Leonardo DiCaprio e, stavolta, anche Orlando Bloom.
DiCaprio cambia colore e opta per il look total blue.
La protagonista femminile del film di Belloccio, l’attrice brasiliana Maria Fernanda Candido, sfoggia un abito in maglina con texture glitterata e un paio di orecchini a fiori che la illuminano letteralmente.
Gli interpreti maschili, Pierfrancesco Favino e Luigi Lo Cascio in primis, tutti coordinati con smoking in nero e papillon.

La serata del 23 maggio ha visto anche la presentazione del film di Abdellatif Kechiche in corsa per la Palma d'oro: Mektoub, My Love: Intermezzo.
Le attrici Hafsia Herzi, Ophelie Bau, Shain Boumedine, Lou Luttiau e Alexia Chardard hanno sfoggiato per l’occasione jumpsuit brillanti, abiti in tulle rosso, pepli in seta bianca e maxi dress in nero, per un’eleganza davvero impeccabile.