The Duke, la recensione: Helen Mirren e Jim Broadbent per una commedia sul velluto

Cinema

Giuseppe Pastore

The Duke foto

Il film di Roger Michell, gradevole e un po' senile, intrattiene e diverte grazie alla bravura dei due protagonisti Jim Broadbent e Helen Mirren

La vera storia dell'incredibile furto del Duke of Wellington di Francisco Goya dalla National Gallery di Londra, 1961, confessato da un insospettabile e anziano signore di Newcastle.

approfondimento

Venezia 77, il red carpet di “The Duke” di Roger Michell. FOTO

Fuori concorso c'è anche l'ultima commedia del 64enne Roger Michell, regista sudafricano dalla carriera solida e senza particolari guizzi il cui film più famoso - Notting Hill - non è certo una creatura da festival. Per lo sbarco a Venezia non si rinnega, anzi, sfodera tutto il suo mestiere per proporre una commedia un po' senile che tocca tutta le gradazioni del carino: trama scorrevole, trionfo dei buoni sentimenti, due premi Oscar come Jim Broadbent e Helen Mirren che procedono con il pilota automatico lungo una sceneggiatura che brilla più per i dialoghi che per gli snodi narrativi. Tutto insieme però The Duke funziona, con sottotrame gustose come la battaglia per l'abolizione del canone per i pensionati, tema evidentemente molto sentito nella Old England in cui tutti gli over 60 avevano dovuto fare i conti con due guerre mondiali (molto più stucchevole invece il passaggio sulla figlia scomparsa per un incidente in bici, del tutto irrilevante ai fini della storia). E alla fine, dopo tanto arrabattarsi, Kempton Button ottiene la riabilitazione, in un modo che sembra ironicamente occhieggiare alla Brexit nel malcelato fastidio anti-establishment che serpeggia un po' verso chiunque, a cominciare da "quell'ubriacone spagnolo" che ha dipinto un quadro anch'esso trattato con sarcasmo, per continuare con le forze dell'ordine, la giustizia, la televisione e i giornali con l'eccezione del glorioso Daily Mirror.

 

Le altre recensioni
Lacci
Mila
Amants
Quo Vadis, Aida?
The Human Voice

Padrenostro

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.