I Goonies, un fan ha acquistato la casa del film

Cinema

Manuel Santangelo

©Webphoto

L’abitazione era stata messa in vendita dalla precedente proprietaria per una cifra superiore al milione di dollari ed è diventata negli anni una vera e propria attrazione della zona. Nell’anno del trentennale della pellicola cult di Richard Donner si calcola che siano arrivate addirittura circa 1500 persone al giorno solo per visitarla

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

 

180 metri quadri, due piani, quattro camere e un paio di bagni. Una casa in tipico stile vittoriano, costruita nel 1896 ed entrata nell’immaginario comune quasi un secolo dopo. Proprio il suo essere simbolo di un film (e di un’epoca) ha giustificato la valutazione monstre della “casa dei Goonies” che, solo qualche mese dopo la sua messa in vendita, è stata acquistata da un abbiente fan della pellicola per una cifra pari a 1,7 milioni di dollari.

Tutti vogliono la casa dei fratelli Walsh

vedi anche

Indiana Jones, Spielberg manda ancora regali a Natale a Quan

Chissà se lo sconosciuto compratore ha pagato l’abitazione corrispondendo la cifra in oro. Ci piace pensare che, come i protagonisti de I Goonies, anche lui abbia trovato il necessario per acquistare l’immobile attraverso una mappa del tesoro di Willy l’Orbo. È tuttavia più probabile che il ricco fan della serie abbia dovuto scucire i soldi di tasca sua, lottando con una concorrenza non indifferente e piuttosto agguerrita. A confermare che la casa appartenuta nel film ai fratelli Walsh fosse molto ambita ci ha pensato anche l’agente immobiliare che si è occupato della transizione: Jordan Miller della John L. Scott Real Estate ha infatti dichiarato alla stampa che la compravendita si concretizzerà definitivamente a gennaio, dopo che gli sono pervenute offerte addirittura superiori al prezzo inizialmente deciso per l’abitazione di Astoria. La notizia della vendita della casa de I Goonies aveva d’altra parte subito incuriosito tutti, anche star come l’attore Elijah Wood. Quel luogo rappresenta ancora molto anche per chi non ci è mai andato e, proprio lo spasmodico interesse attorno al posto dove i fratelli Mikey e Brand trovano la mappa del tesoro, potrebbe essere tra i motivi che hanno spinto la precedente proprietaria a disfarsi dell’immobile.

Troppi visitatori a casa Preston

vedi anche

I Goonies, svelati dettagli della serie remake del film cult

Sandi Preston aveva acquistato a sua volta la proprietà nel 2001 ed era stata tutto sommato sempre disponibile con i fan del cult diretto da Richard Donner (su intuizione di Steven Spielberg). Va tuttavia detto che a un certo punto era diventato anche per lei difficile vivere in quella che era sostanzialmente una madeleine proustiana per milioni di persone. Le visite sono state negli anni continue arrivando a raggiungere un picco nel 2015, l’anno del trentennale del film. In quel periodo la povera signora Preston arrivò ad essere assediata anche da più di 1500 visitatori al giorno, curiosi di dare un’occhiata a quella dimora vittoriana in cui però qualcuno viveva davvero. L’incessante flusso aveva portato alla fine Miss Preston a prendere decisioni drastiche, arrivando a farle mettere cartelli che impedissero l’entrata e tendoni blu che coprissero almeno in parte l’immobile. Solo ad agosto le visite erano riprese, dopo la decisione dell’inquilina di riaprire l’abitazione-set in attesa di un compratore che sapesse valorizzare questo tesoro.

Qui si fa l’Astoria del cinema

approfondimento

La playlist dei migliori video di SkyTg24 a tema cinema

La casa de I Goonies si trova anche nella realtà effettivamente a Astoria, nell’Oregon. La cittadina non ha perso l’occasione di approfittare un po’ della fama del film, arrivando a proclamare addirittura una giornata in onore della pellicola. La “festività” cade ogni anno il 7 giugno, nel giorno della data d’uscita dell’opera nelle sale americane, e richiama ogni anno migliaia di turisti vogliosi di godersi il Goonies Day. Va detto che Astoria non ospita solo la casa dei fratelli Walsh ma anzi presenta nelle vicinanze anche altre iconiche location della pellicola, come la vecchia prigione che si vede nelle scene iniziali o la locanda della Banda Fratelli. Astoria è davvero un piccolo set a cielo aperto, in grado di attrarre amanti di tutto il cinema a cavallo tra gli anni Ottanta e i Novanta. A due minuti di macchina dall’immobile appena venduto c’è infatti anche la scuola della commedia del 1990 Un poliziotto alle elementari con Arnold Schwarzenegger e persino l’abitazione (ormai abbandonata) in cui venne girato lo sci-fi Corto Circuito. Se avete sempre avuto il sogno di vivere immersi nel cinema, Astoria potrebbe essere una buona meta dove trasferirsi. Certo le quotazioni del mercato immobiliare sono quelle che sono ma in queste situazioni, è il caso di dirlo, chi trova una casa trova un tesoro.

Spettacolo: Per te