David di Donatello 2022, il discorso di Silvio Orlando premiato come miglior protagonista

Cinema

Grazie al personaggio del detenuto Carmine Lagioia in Ariaferma di Leonardo Di Costanzo,  l'attore ha vinto il suo terzo di David di Donatello. Orlando si è commosso, ha ringraziato sua moglie Maria Grazia e Toni Servillo e, infine, ha suggerito, in maniera colorita, che l'unico modo per andare avanti, e darsi una mossa

Silvio Orlando vince il David di Donatello 2022 come miglior attore protagonista, battendo Elio Germano (America Latina), Filippo Scotti (È stata la mano di Dio), Franz Rogowski (Freaks Out) e Toni Servillo (Qui rido io).

Grazie alla sua toccante interpretazione del camorrista detenuto Carmine Lagioia in Ariaferma, l'ottimo film firmato da  Leonardo Di Costanzo, l'attore napoletano si è portato a casa il suo terzo David, dopo  quello del 1998, vinto come Miglior attore non protagonista per Aprile di Nanni Moretti, seguito nel 2006, da quello ottenuto grazie a Il Caimano, sempre diretto da Moretti.

David di Donatello 2022, il discorso di Silvio Orlando

approfondimento

Ariaferma, nuovo trailer del film con Toni Servillo e Silvio Orlando

"Alla prima candidatura nel 1991 ero spaesato: ora qui ci sono tanti amici coi quali lavoro. Amo tutto questo. Quest'anno sono stato con il teatro in 40 città diverse e ho fatto tanti chilometri e si vedono sulla faccia e nell'interpretazione del film. L'unica cosa che posso dire è che per andare avanti bisogna muovere il c...! Dedico questo premio a mia moglie Maria Laura, la persona migliore che abbia conosciuto in vita mia. Poi ringrazio Toni Servillo, senza il quale non sarei qui a prendere questo premio e, naturalmente, Leonardo Di Costanzo che mi ha costretto a fare questo film. Io non volevo farlo perché è un personaggio lontano dalle mie corde abituali". 

Ariaferma. la trama del film

approfondimento

Cinema: Ariaferma e Drive my car migliori film per i critici

Un vecchio carcere ottocentesco, situato in una zona impervia e imprecisata del territorio italiano, è in dismissione. Per problemi burocratici i trasferimenti si bloccano e una dozzina di detenuti con pochi agenti rimangono in attesa di nuove destinazioni. In un’atmosfera sospesa, le regole di separazione si allentano e tra gli uomini rimasti si intravedono nuove forme di relazioni.

Spettacolo: Per te