Leonardo DiCaprio dona 10 milioni di dollari alle forze armate dell'Ucraina

Cinema
©IPA/Fotogramma

Quella dell’attore, secondo Gsa News, è la somma più alta finora devoluta al Paese che combatte contro le forze di Mosca. Alla base ci sarebbero anche le origini ucraine della nonna materna della star di Titanic, anche se di lei si sa solo che era nata nel 1915 in una città dell’allora Impero russo, forse Odessa o Perm

Anche Leonardo DiCaprio si aggiunge alla lista delle star di Hollywood e del mondo della moda e della cultura che hanno deciso di aiutare concretamente l’Ucraina ad affrontare l’invasione russa. L’attore - riporta Ukrinform, agenzia di stampa ucraina, citando la Gsa News - ha donato 10 milioni di dollari alle forze armate ucraine per sostenere gli sforzi bellici e umanitari nel Paese (GUERRA IN UCRAINA, LO SPECIALE - I REPORTAGE DEI PRIMI 10 GIORNI DI GUERRA - IL VIDEOBLOG - GLI AGGIORNAMENTI).

La somma più alta donata all’Ucraina

leggi anche

8 marzo, Oksana Lyniv al Quirinale: "Ringrazio le donne ucraine"

Secondo Gsa News, la somma pagata da DiCaprio è la più alta finora donata all’Ucraina. Diverse fonti hanno riferito che l’attore avrebbe radici ucraine per via della nonna materna, anche se non è mai stato chiarito - nemmeno dall’interessata - di dove fosse originaria precisamente. Di lei, Helene Indenbirken, nata Yelena Smirnova, si sa che è nata nel 1915 in una città dell’allora Impero russo, forse Odessa o Perm, e che si è poi trasferita con la famiglia in Germania nel 1924.

Le altre star per l’Ucraina

leggi anche

Mila Kunis e Ashton Kutcher aprono una raccolta fondi per l'Ucraina

Da Hollywood fra i primi a esporsi nel campo della solidarietà all’Ucraina ci sono stati Mila Kunis e Ashton Kutcher: una delle coppie più celebri del cinema americano, oltre a versare tre milioni di dollari, ha lanciato la campagna GoFundMe "Stand With Ukraine", con l'obiettivo di raccogliere 30 milioni di dollari per aiutare coloro che hanno più bisogno. La Kunis è nata a Chernivtsi, in Ucraina, e si è trasferita con la sua famiglia negli Stati Uniti all'età di 7 anni: "Oggi sono orgogliosamente ucraina", ha detto la star de Il Cigno nero sulla pagina della raccolta fondi. "Gli ucraini - ha aggiunto - sono persone orgogliose e coraggiose che meritano il nostro aiuto nel momento del bisogno". Anche la top model americana Gigi Hadid ha annunciato sui social di voler devolvere le sue entrate dell'ultimo mese a favore di chi soffre le conseguenze della guerra in Ucraina: "Seguendo le orme della mia amica Mica Arganaraz, mi impegno a donare i miei guadagni derivanti dalle sfilate dell'autunno 2022 per aiutare coloro che soffrono a causa della guerra in Ucraina". Infine, anche J.K. Rowling, l'autrice della celebre saga di "Harry Potter", ha annunciato su Twitter di voler fare una donazione fino a 1 milione di sterline (1,2 milioni di euro) a un ente di beneficenza, Lumos, che ha co-fondato per aiutare i bambini in Ucraina. La scrittrice inglese ha istituito nel 2005 questo ente di beneficenza a favore dell'area di Zhytomyr, a ovest di Kiev, dove oltre 1.500 bambini si trovavano negli orfanotrofi già prima dell'invasione, e ora si trovano sotto attacco da parte delle forze russe.

Spettacolo: Per te