Mila Kunis e Ashton Kutcher hanno aperto una raccolta fondi per l'Ucraina

Spettacolo
©Getty

L’attrice, originaria di Černivci, ha invitato le persone a donare per finanziare aiuti umanitari. “Non sono mai stata così orgogliosa di essere ucraina”

Mila Kunis e il marito Ashton Kutcher hanno lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe per fornire aiuti umanitari e sostegno ai rifugiati ucraini. Lo hanno annunciato i due attori con un video pubblicato su Instagram.

Mila Kunis e Ashton Kutcher, le loro parole

approfondimento

Guerra in Ucraina, 150 radio europee trasmettono Give Peace a Chance

Sono nata a Černivci, in Ucraina, nel 1983. Sono venuta in America nel 1991, mi sono sempre considerata un’americana, un’orgogliosa americana. Amo tutto ciò che questo Paese ha fatto per me e la mia famiglia. Ma non sono mai stata così orgogliosa di essere ucraina come oggi” ha dichiarato Mila Kunis, e il marito le ha fatto eco. “E io non sono mai stato così orgoglioso di essere sposato con un'ucraina”. “Gli eventi che si stanno svolgendo in Ucraina sono devastanti – ha continuato l'attrice - Non c’è posto in questo mondo per questo tipo di ingiusto attacco all’umanità”. La coppia ha così creato una pagina sulla piattaforma GoFundMe.org per raccogliere donazioni dirette a due associazioni. La prima, Flexport.org, si impegna a spedire beni di prima necessità nei Paesi confinati, la seconda, Airbnb.org, fornisce case temporanee ai rifugiati che stanno scappando verso Polonia, Romania, Ungheria, Slovacchia e Moldavia. L’obbiettivo è raggiungere i 30 milioni di dollari, 3 dei quali messi proprio da Mila Kunis e Ashton Kutcher. “Questo attacco ingiusto all’Ucraina e all’umanità intera è devastante. Il popolo ucraino ha bisogno del nostro sostegno” hanno dichiarato. “Mentre assistiamo al coraggio del popolo del Paese in cui è nata siamo anche testimoni delle esigenze di chi ha scelto la sicurezza. Stiamo raccogliendo fondi per sostenere uno sforzo di soccorso che avrà un impatto immediato da fornire ai rifugiati e aiuti umanitari alla zona. La sfida principale in questo momento è la logistica. Abbiamo bisogno di trovare alloggi e abbiamo bisogno di portare rifornimenti e risorse all’area” ha continuato Kutcher.

Sean Penn è tornato a casa

approfondimento

Sean Penn lascia l'Ucraina e cammina a piedi fino in Polonia

Intanto si sa che Sean Penn è tornato a casa, a Los Angeles. L'attore e regista si trovava in Ucraina per girare un documentario sulla situazione del Paese ma, a causa dell'attacco da parte della Russia, è dovuto scappare. L'attore è fuggito da Kiev per dirigersi verso la Polonia, così come altre migliaia di persone. "Io e due colleghi abbiamo camminato per miglia fino al confine polacco", ha scritto sui social, spiegando di aver dovuto abbandonare l'auto "sul ciglio della strada".

Spettacolo: Per te