Rumors: Chris Evans tornerà nei panni di Captain America?

Cinema

Camilla Sernagiotto

Secondo quanto avrebbe rivelato una fonte al sito statunitense Deadline, l’attore è pronto a calarsi nuovamente nei panni del famoso supereroe che ha interpretato sul grande schermo già otto volte. Soltanto voci o realtà?

Chris Evans starebbe spolverando lo scudo di Captain America, pronto a ricalarsi nei panni del celebre supereroe che dal 2011 a oggi l'attore ha interpretato per ben otto volte.

Non c’è otto senza nove, almeno secondo quanto riportato in esclusiva dal sito statunitense Deadline poche ore fa: una fonte avrebbe confermato le voci di corridoio che serpeggiano a Hollywood, ossia la presenza del divo in un nuovo progetto con protagonista il super soldato.

Film in solitaria, film corale (o serie tv)?

approfondimento

I migliori personaggi di Chris Evans

Non si sa ancora nulla circa la natura del progetto. Potrebbe trattarsi sia di una pellicola in solitaria - dedicata quindi solo al personaggio creato da Joe Simon e Jack Kirby nel 1941 - sia di un film corale degli Avengers sia di una partecipazione alla storia di un altro supereroe (come già accaduto nel 2014 con Thor: The Dark World, film in cui Chris Evans ha impersonato Captain America solamente per pochi secondi).

 

E se invece stavolta si trattasse di una serie televisiva? Non ci sono voci al riguardo ma le vie dello showbiz sono infinite… Potrebbe essere il caso anche di una comparsata nel multiverso di Doctor Strange 2, chissà...

 

Per quanto riguarda la possibilità di un film monografico, le probabilità non sono alte, anzi, in quanto la storia di Steve Rogers si sarebbe ufficialmente conclusa con gli eventi narrati da Avengers: Endgame, l’ultima pellicola del franchise prodotto dai Marvel Studios e distribuito dai Walt Disney Studios Motion Pictures.


Per adesso i Marvel Studios non hanno commentato la notizia diffusa da Deadline (e ripresa dai tabloid di tutto il mondo). Attendiamo fiduciosi, aspettando nuovi risvolti.

Sarebbe la nona volta di Chris Evans nei panni di Captain America

approfondimento

Chris Evans dice addio per sempre a Captain America

Se davvero l’attore fosse pronto a indossare nuovamente la tuta del supereroe, si tratterebbe della nona volta nell’arco della sua carriera.

 

L’esordio in questa veste risale al 2011, anno in cui Chris Evans l’ha impersonato in Captain America - Il primo Vendicatore. Il contratto firmato allora da Evans prevedeva pure la partecipazione al film corale The Avengers (2012) al fianco di Robert Downey Jr. e Chris Hemsworth (che interpretavano rispettivamente Iron Man e Thor). E questa è stata la seconda volta.

 

Non c’è due senza tre e infatti l’anno seguente torna in quel ruolo sul set di Thor: The Dark World, soltanto in una sequenza che dura alcuni secondi.

Nel 2014 ritorna come protagonista, al fianco di Scarlett Johansson e Sebastian Stan, in Captain America: The Winter Soldier.

 

Nel 2015 partecipa alla nuova pellicola corale, Avengers: Age of Ultron, e l’anno dopo torna protagonista di Captain America: Civil War.

Le ultime due pellicole della sua filmografia dedicata a al super Capitano sono di tipo corale, Avengers: Infinity War (2018) e infine Avengers: Endgame (2019).

Quindi dal 2011 al 2019 Chris Evans si è calato nell’iconica super-tuta ogni anno, eccezion fatta per il 2017.

Il personaggio di Captain America

approfondimento

5 curiosità su Chris Evans

Captain America (tradotto in italiano come Capitan America) è un  personaggio immaginario dei fumetti creato nel 1941 da Joe Simon e Jack Kirby.

 

Negli anni Quaranta i suoi comics vengono pubblicati negli USA prima dalla Timely Comics e successivamente dalla Marvel Comics.
La sua duplice personalità lo vede alternare i panni civili di Steven Grant "Steve" Rogers a quelli supereroici del celebre super-soldato.

Icona dell’America libera e democratica vs la Germania nazista, questo personaggio è nato per supportare la propaganda durante la seconda guerra mondiale. Il suo successo è immediatamente esploso, rendendo questo supereroe estremamente popolare negli States.

La sua popolarità è andata scemando alla fine del conflitto, nonostante un tentativo di ripresentarlo in una nuova veste di “cacciatore di comunisti” nei primi anni della guerra fredda.

La svolta del personaggio di Captain America: comprimario degli Avengers

approfondimento

Gli 81 anni di Batman FOTO

Nel 1964 Stan Lee, il mitico fumettista che è stato presidente e direttore editoriale della casa editrice di fumetti Marvel Comics, ha trovato la via giusta per “riabilitare” Captain America alla sua funzione di "supereroe superpopolare": gli Avengers.

 

Da quell’anno in poi, “Cap” (come viene spesso nominato in maniera familiare dagli statunitensi) è diventato un comprimario nella serie Avengers.

Non più nazionalismo, anti-nazismo o anti-comunismo ma protagonista di storie di denuncia sociale.

La grandezza del personaggio di Captain America risiede proprio nel fatto che è percepito come l’incarnazione della coscienza a stelle e strisce.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.