Collezione Terminator… Hasta la vista, baby!

Cinema

Da sabato 17 a venerdì 23 ottobre Sky Cinema Collection ospita la saga completa di Terminator, con tutti i sei film in un unico canale. La Collezione sarà disponibile anche On Demand

Altro che Skynet… da sabato 17 fino a venerdì 23 ottobre la casa dei Terminator sarà Sky: su Sky Cinema Collection sarà infatti disponibile l’intera saga creata nell’ormai lontano 1984 da James Cameron. I sei film del franchise dedicato ai cyborg venuti dal futuro saranno inoltre disponibili, sempre a partire dal 17, anche On Demand nella Collezione TERMINATOR.


Si tratta di un’occasione imperdibile per riscoprire tutti i capitoli della serie cinematografica indissolubilmente legata alla figura di Arnold Schwarzenegger, qui in uno dei suoi più iconici ruoli, reso celebre da una recitazione “a sottrarre”, visto che il suo T-800 è un cyborg (quasi) privo di emozioni.

approfondimento

Arnold Schwarzenegger, la fotostory dell'attore. FOTO

Si comincia ovviamente là dove tutto ha avuto inizio, ovvero con Terminator, la pellicola del 1984 con cui James Cameron, che fino ad allora aveva diretto un solo lungometraggio, l’horror Piraña paura, si è imposto come uno dei più influenti cineasti degli ultimi decenni. Nel cast ci sono Linda Hamilton nei panni di Sarah Connor, Michael Biehn nel ruolo del viaggiatore del tempo Kyle Reese e per finire lui, l’imponente Arnold, fresco del successo di un’altra saga cinematografica, che purtroppo si sarebbe interrotta anzitempo con un terzo capitolo mai realizzato, ovvero quella di Conan il barbaro (di cui è in arrivo una serie su Netflix).


Siamo negli anni ’80 a Los Angeles, quando arrivano diretti dal 2029 un soldato di nome Kyle Reese e un cyborg assassino modello T-800. Entrambi sono sulle tracce dell’ignara Sarah Connor, ma per opposti motivi: il primo vuole salvarla perché lei darà alla luce a John Connor, futuro leader della ribellione contro Skynet, mentre il secondo vuole terminarla proprio per questo motivo, su incarico dell’intelligenza artificiale fuori controllo che ha dichiarato guerra all’umanità.

approfondimento

I 30 migliori film di fantascienza

Se quella interpretata da Schwarzenegger si presentava come una perfetta macchina da guerra, Terminator 2 – Il giorno del giudizio, pellicola del 1991 sempre diretta da James Cameron, ci mostrava come Skynet fosse capace di ben altro, mandando indietro nel tempo un modello più evoluto, il T-1000 mutaforma interpretato da Robert Patrick, per uccidere direttamente John Connor (l’astro nascente Ed Furlong, poi protagonista di una tragica parabola discendente). A prendere le sue difese, con un twist entrato nella storia del cinema, troviamo questa volta proprio un T-800 come quello che anni prima aveva dato la caccia a sua madre Sarah. Quattro premi Oscar per uno dei pochi sequel capace non solo di eguagliare, ma forse anche di superare l’originale.


Il terzo capitolo della saga arriva ben dodici anni dopo, nel 2003, a conferma di come il franchise sia stato capace di varcare in ottima forma la soglia del millennio: si tratta di Terminator 3 – Le macchine ribelli, pellicola diretta da Jonathan Mostow che vede Schwarzie nei panni di un T-850/101, versione potenziata del suo predecessore. Jack Stahl è John Connor, ridotto a vivere come un senzatetto dopo la morte della madre e perseguitato da incubi di un futuro distopico. Sulle sue tracce arriva il T-X interpretato da Kristianna Loken, un cyborg particolarmente evoluto al quale sarà difficile sfuggire.

approfondimento

I migliori film di Arnold Schwarzenegger

Nel 2009 McG dirige Terminator Salvation, che si discosta dai suoi predecessori per raccontare direttamente del cupo futuro in cui gli uomini sopravvissuti si organizzano per resistere al micidiale attacco di Skynet e delle sue macchine da guerra. Il ruolo di John Connor è affidato nientemeno che a Christian Bale, al cui fianco troviamo Sam Worthington, Bryce Dallas Howard, Helena Bonham Carter e Anton Yelchin nei panni di un giovane Kyle Reese. Nel film vengono inoltre mostrate le origini del mitico T-800.


Terminator Genysis, del 2015, si spinge oltre: la pellicola diretta da Alan Taylor è infatti un vero e proprio reboot della saga. Il ruolo del Terminator è affidato ancora una volta a Schwarzenegger, mentre troviamo Jason Clarke nella parte di John Connor, valoroso leader della resistenza nel 2029, Emilia Clarke nei panni di Sarah Connor nel 1984 e Jai Courtney in quelli di Kyle Reese, impegnato a viaggiare nel tempo per fermare il T-800 assassino. Ma alla storia che già conoscevamo sono aggiunte una serie di variabili impreviste, destinate a portare la vicenda in tutt’altra direzione.

approfondimento

Terminator: Destino oscuro, la recensione

L’ultimo titolo della saga e il sesto disponibile su Sky Cinema Collection e nella Collezione TERMINATOR è Terminator – Destino oscuro, il recente film diretto da Tim Miller che si prende la “libertà” di ignorare tutti i sequel a partire da Terminator 3 – Le macchine ribelli e si riallaccia direttamente a Terminator 2 – Il giorno del giudizio. Quattro anni dopo la sconfitta del T-1000, John Connor viene ucciso sotto gli occhi della madre Sarah (di nuovo la mitica Linda Hamilton) da un T-800 (Schwarzenegger) inviato da Skynet appena prima che l’Intelligenza Artificiale venisse cancellata. Ma l’umanità non è ancora in salvo: nel 2020 arrivano dal futuro una soldatessa potenziata di nome Grace (Mackenzie Davis) e il Terminator Rev-9 (Gabriel Luna), incaricati lei di proteggere, lui di uccidere una ragazza chiamata Dani Ramos (Natalia Reyes).

Spettacolo: Per te