Oscar, l'inclusione sarà un requisito per concorrere come miglior film: le nuove regole

Cinema
©Getty

A partire dalla 94esima edizione del 2022, sarà richiesto ai film in concorso di saper riflettere le diversità che compongono il mondo. È stato stilato un dettagliato regolamento di ammissibilità delle opere per garantire la più trasversale pluralità nelle prossime edizioni

Niente statuetta per chi non rispetterà gli standard di inclusione. È l’iniziativa degli Oscar che, a partire dalla 94esima edizione del 2022, chiederanno ai film in concorso di saper riflettere le diversità che compongono il mondo: includendo donne, persone di diverse etnie e orientamenti sessuali. Il tema dell’inclusione è al centro dell’attenzione degli Oscar da diversi anni, ma stavolta è stato prodotto un vero e proprio regolamento di ammissibilità delle opere, come scrive anche Variety. Le regole non varranno per la prossima edizione che, a causa della pandemia COVID-19, ha già prorogato l’ammissibilità dei film fino al 28 febbraio 2021 e ha stabilito che la cerimonia si terrà ad aprile.

Un modulo confidenziale che attesti l'inclusività

approfondimento

Oscar 2021, cerimonia rimandata al 25 aprile per coronavirus

Nelle cerimonie del 94esimo e del 95esimo Oscar, programmate per il 2022 e il 2023, per le opere candidate a miglior film, occorrerà presentare un modulo confidenziale che dimostri di rispettare gli standard di inclusione previsti. A partire dal 2024, per il 96esimo Oscar, anche i film che concorreranno per la migliore fotografia dovranno soddisfare le soglie di inclusione per almeno due dei quattro standard. Tutte le altre categorie al momento manterranno i loro attuali requisiti di idoneità. Con categorie come lungometraggi d'animazione, lungometraggi documentari e lungometraggi internazionali, che verranno considerate a parte.

Gli organizzatori: "Riflettere la pluralità del mondo"

approfondimento

Oscar, tutte le volte che è stato rinviato

Nonostante gli Oscar abbiano voluto sempre mantenere alta l’attenzione sui temi dell’inclusione e della diversità, nel 2016 accadde che tra i 20 candidati a miglior attore non ci fosse neppure una persona di colore. Per diversi anni, l'Academy ha lottato per nominare film che sono diversi nel cast, nei registi e negli artigiani tecnici. La allora presidente dell’Academy, Cheryl Boone Isaacs, decise dunque di impegnarsi per cambiare questa situazione. E oggi, l’attuale presidente David Rubin e l’amministratore delegato Dawn Hudson, hanno dichiarato: “L'apertura deve allargarsi per riflettere la pluralità della nostra popolazione globale, sia nella creazione dei film, sia nel pubblico che incontreranno. L'Academy si impegna a svolgere un ruolo fondamentale nell'aiutare a rendere tutto ciò una realtà”. 

Gli standard del film

approfondimento

Oscar 2020, chi ha vinto più premi i film per n. statuette

Sono diversi gli standard da rispettare. Ci sono anzitutto le regole che riguardano il film sullo schermo. E in questo caso per raggiungere lo standard il film deve soddisfare uno dei seguenti criteri.

 

Almeno uno degli attori principali o attori di supporto significativi che provenga da un gruppo etnico sottorappresentato:

• Asiatico

• Ispanico / Latinx

• Nero / afroamericano

• Indigeno / nativo americano / nativo dell'Alaska

• Mediorientale / Nordafricano

• Nativo hawaiano o altro isolano del Pacifico

• Altra etnia sottorappresentata

 

Almeno il 30% di tutti gli attori in ruoli secondari e più secondari che provenga da almeno due dei seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne

• Gruppo razziale o etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

 

Una trama che sia incentrata su un gruppo sottorappresentato:

• Donne

• Gruppo etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

Gli standard della produzione

approfondimento

Oscar, perché si chiamano così

C’è poi lo standard che riguarda tutto il lavoro che c’è dietro il film. Anche in questo caso il film deve soddisfare almeno uno dei criteri seguenti.

 

Almeno due posizioni di leadership creativa e capi dipartimento che provengono dai seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne

• Gruppo etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

Almeno una di queste posizioni che appartenga a uno dei seguenti gruppi etnici sottorappresentati:

• Asiatico

• Ispanico / Latinx

• Nero / afroamericano

• Indigeno / nativo americano / nativo dell'Alaska

• Mediorientale / Nordafricano

• Nativo hawaiano o altro isolano del Pacifico

• Altra razza o etnia sottorappresentata

 

Almeno sei altri membri della squadra tecnica che provengano da un gruppo etnico sottorappresentato.

 

Almeno il 30% della troupe del film che provenga dai seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne

• Gruppo etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

Gli standard di accesso al lavoro

approfondimento

Oscar 2020: i momenti della cerimonia che ricorderemo

Il film dovrà dimostrare anche di aver garantito un accesso al lavoro a tutte le categorie. In questo caso, per raggiungere lo standard richiesto, il film deve soddisfare entrambi i seguenti criteri.

 

La società di distribuzione o finanziamento del film deve aver pagato apprendisti e stagisti che provengono dai seguenti gruppi sottorappresentati e soddisfano i criteri seguenti:

• Donne

• Gruppo etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

 

La società di produzione, distribuzione o finanziamento del film deve offrire opportunità di formazione e lavoro a persone dei seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne

• Gruppo etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

Gli standard di distribuzione

approfondimento

Parasite, alla scoperta di un capolavoro

Gli standard richiesti riguardano anche il marketing e la distribuzione del film. In questo caso lo studio deve dimostrare di avere più dirigenti senior interni nei loro team di marketing e distribuzione tra i seguenti gruppi sottorappresentati :

• Donne

• Gruppi etnico

• LGBTQ +

• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.