Aldo, Giovanni e Giacomo, le origini del trio comico

Cinema

Le origini del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, dal teatro alla televisione, fino al cinema

Aldo, Giovanni e Giacomo compongono il trio comico più famoso d’Italia. Trent’anni di storia alle spalle, suddivisa tra cabaret, teatro, televisione e cinema. Svariate le pellicole, ma soprattutto innumerevoli i personaggi e gli sketch. Una splendida storia, quella del trio.

Aldo Baglio (vero nome Cataldo) è nato a Palermo nel 1958 ma si è trasferito col resto della famiglia a Milano all’età di tre anni. Forma un duo comico, ancora molto giovane, con Giovanni Storti, nato a Milano nel 1957. I due si conoscono durante l’adolescenza, ritrovando nell’altro alcuni elementi comici comuni. Il trio ha sempre spiegato d’essere nato in maniera naturale. I tre hanno rapidamente capito d’essere sulla stessa lunghezza d’onda. Per questo l’aggiunta di Giacomo Poretti, nato in provincia di Milano nel 1956, è stato quasi automatico.

Insieme con Marina Massironi, Giacomo creò il duo “Hansel e Struedel”. Un duo di cabaret che tenta di far muovere a entrambi i primi passi nel mondo dello spettacolo. Nel 1985 trascorre l’estate come capovillaggio in Sardegna. In quest’occasione conosce Aldo e Giovanni e la loro vita cambia per sempre.

Aldo, Giovanni e Giacomo, l’evoluzione del trio

Gli anni ’90 vedono l’esplosione del trio comico, con Aldo, Giovanni e Giacomo che riescono a imporsi in ogni ambito, dal teatro alla televisione, fino al cinema. Tutto ha inizio con il cabaret, con i tre che si esibiscono col nome di “Galline Vecchie Fan Buon Brothers”. Lo fanno presso il Caffè Teatro di Verghera di Samarate, in provincia di Varese.

La prima apparizione televisiva avviene con “TG delle vacanze”, al fianco di Zuzzurro e Gaspare. Si ritrovano poi a prendere parte a “Su la testa!”, di Paolo Rossi. Tutto si muove sui giusti binari. Sono a teatro nel 1993 con “Aria di tempesta”, per la regia di Giancarlo Bozzo, noto in seguito per essere autore e ideatore di “Zelig”.

Tutto cambia nel 1994, quando vengono scelti per entrare a far parte dell’ampio gruppo artistico di “Mai dire gol”, con la Gialappa’s Band. Hanno così modo di sperimentare svariati personaggi, alcuni dei quali mai abbandonati.

Aldo, Giovanni e Giacomo, i primi tre film

Il 1997 è un anno fondamentale per Aldo, Giovanni e Giacomo. Il trio infatti fa il proprio esordio al cinema. Giunge in sala il film cult “Tre uomini e una gamba”. Costato due miliardi di euro, è oggi uno dei più apprezzati film comici italiani. Una pellicola on the road, ancora oggi attuale ed efficace. Un grande successo, al punto che dopo un solo anno il trio è nuovamente in sala, stavolta con “Così è la vita”.

Ancora un anno e, passando dal cinema al teatro, propongono “Tel chi el telùn”, un mix geniale di scrittura e improvvisazione. Lo spettacolo viene ripreso e quelle immagini sono ancora ricercatissime oggi, a distanza di 20 anni. Nel 2000 si apre un nuovo decennio, con un film che trasuda lo stesso genio comico degli anni precedenti, con un pizzico di maturità nelle tematiche affrontate. Il film è “Chiedimi se sono felice”, in grado di incassare 70 miliardi di lire, uno dei risultati più alti della storia del cinema italiano.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.