IT: Capitolo 2, Bill Skarsgard pronto al sequel

Bill Skarsgard è pronto a tornare nei panni di Pennywise per un possibile terzo capitolo della saga horror

Il 5 settembre 2019 ha segnato il ritorno nelle sale cinematografiche di Pennywise con IT: Capitolo 2, tra i personaggi del mondo horror più spaventosi di tutti i tempi. A interpretarlo per la seconda volta è Bill Skarsgard, che torna nel ruolo, ancora sotto la guida di Andy Muschietti. L’attore svedese proviene da una famiglia particolarmente nota nel mondo del cinema, dati i grandi successi ottenuti da suo padre Stellan e dai suoi fratelli Alexander e Gustaf. Il grande pubblico ha ormai imparato a conoscerlo e probabilmente gradirebbe un suo terzo capitolo nell’universo di IT. Bill si è detto pronto, lasciando sognare i fan.

IT: Capitolo 3, possibile il sequel

Il secondo capitolo di IT esaurisce tutto il materiale messo a disposizione dal genio di Stephen King. Il suo omonimo romanzo intreccia due linee temporali, che Andy Muschietti ha invece diviso perfettamente nelle sue due pellicole, rendendo il tutto più comprensibile al pubblico. Qualsiasi nuova produzione non farebbe che aggiungere elementi alla base dell’autore, con Bill Skarsgard che si è detto pronto a un terzo capitolo.

Un ipotetico IT: Capitolo 3 non vedrebbe però Muschietti dietro la macchina da presa. Il regista aveva infatti annunciato di voler concludere qui la propria esperienza, dedicandosi ad altro. Il pubblico sarebbe di certo diviso dinanzi all’ipotesi di un film del tutto indipendente ma, come dichiarato a Entertainment Weekly, Skarsgard prenderebbe parte al nuovo cast soltanto in presenza di un solito script: “Il libro ha fine lì dove termina il secondo film. Si può dire dunque che questo sia il capitolo finale della storia. Sarebbe però possibile andare indietro, prima che tutto questo accadesse. Potrebbe esserci una storia lì che vale la pena esplorare. Una vicenda autonoma e svincolata dal libro, che però farebbe parte dello stesso universo”.

Bill Skarsgard: una famiglia di attori

La famiglia di Bill Skarsgard ha un rapporto speciale col mondo del cinema. Il classe 1990 è l’ultimo ad aver raggiunto il successo, dopo essersi fatto conoscere dal grande pubblico con Anna Karenina e Atomica Bionda. Suo padre Stellan ha esordito nel 1972 e da allora ha preso parte a più di 100 pellicole. Da Caccia a Ottobre Rosso a Will Hunting – Genio Ribelle, da Ronin con Robert De Niro a Dogville, per poi entrare nell’universo cinematografico Marvel. È un vero e proprio attore feticcio del celebre regista Lars von Trier, col quale ha girato ben sette film.

Molto apprezzati i suoi fratelli Alexander e Gustaf, noti soprattutto al pubblico televisivo, grazie alle serie True Blood e Vikings. Proprio Gustaf ha avuto un ruolo nella creazione della nuova versione del personaggio di Pennywise. Suo fratello Bill doveva proporre qualcosa di diverso rispetto alla straordinaria prova offerta nella miniserie horror degli anni ’90 da Tim Curry, che ha traumatizzato intere generazioni. Ha così deciso di affidarsi alla propria tradizione di famiglia.

Il sorriso inquietante che il clown propone al cinema è un marchio della famiglia Skarsgard. Lo ha creato Gustaf, che si divertiva a spaventare i più piccoli di casa con il personaggio inventato di Jansen. Dopo dieci anni Bill ha creato la sua versione, Yorgen, così da terrorizzare suo fratello minore e i suoi cugini: “Quando Gustaf ha visto il film mi ha detto che dovrei essergli riconoscente, perché gli ho rubato il sorriso”.