I migliori film di Edward Norton

Edward Norton
@Getty Images

Da American History X a Birdman, ecco i migliori film di Edward Norton, celebrato da Sky Cinema Drama

Edward Norton è uno degli attori più importanti della scena cinematografica mondiale da più di 20 anni. Tanti i ruoli divenuti cult nell’arco della sua carriera, con Sky Cinema Drama che il 18 agosto, in concomitanza con il suo 50esimo compleanno, propone due delle sue pellicole più importanti, in prima e in seconda serata: The Illusionist – L’illusionista e Il velo dipinto. Titoli di livello, inseriti in una longeva carriera, iniziata sul grande schermo nel 1996. Da allora ha avuto modo di collaborare con grandi registi, da Woody Allen a David Fincher, da Spike Lee a Wes Anderson, ed ecco i suoi migliori film.

  • Il giocatore – Rounders
  • American History X
  • Fight Club
  • La 25a ora
  • Il velo dipinto
  • The Illusionist – L’illusionista
  • Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore
  • Grand Budapest Hotel
  • Birdman, 2014

Il giocatore – Rounders, 1998

Mike McDermott, interpretato da Matt Damon, potrebbe condurre una vita serena. Frequenta la facoltà di legge e vive con la sua compagna, Jo. Dentro di sé però è sempre più forte una pulsione che non sa controllare: Mike è un appassionato di poker. Non è di certo l’ultimo arrivato, è uno studioso del tavolo da gioco. Le carte però possono tradirti e, ritrovandosi nella bisca del russo KGB, interpretato da John Malkovich, perde tutti i propri risparmi.

Il giovane si ripromette di smettere ma il suo amico Verme esce di galera e lo coinvolge nuovamente, tra trucchetti ai limiti della legge e un debito con un pericoloso strozzino. Mike tenta allora una manovra azzardata. Ha perso tutto, è stato pestato e Jo lo ha lasciato per sempre. Ottiene un prestito da 10mila dollari e torna dal KGB, per una partita che segnerà il suo futuro per sempre.

American History X, 1998

American History X è uno dei film più iconici degli anni Novanta, tra i più importanti della carriera di Edward Norton. Questi interpreta Derek, giovane ragazzo uscito di carcere dopo aver ucciso due ladri neri. Al tempo dell’arresto era il leader di un gruppo paranazista, al quale negli anni si è avvicinato anche il suo fratellino Danny. Questi però si rende rapidamente conto di come il carcere abbia cambiato Derek. In cella ha avuto modo di riflettere, comprendendo come l’odio e la violenza razzista non abbiano senso d’esistere.

Fight Club, 1999

Edward Norton è un protagonista senza nome, voce narrante del film, nel quale si evidenzia lo stato di decadenza dell’uomo moderno. Si tende ormai a identificarsi con gli oggetti che si possiedono, e intanto, minuto dopo minuto, ci si avvicina alla propria morte. Tutto viene stravolto dall’incontro con Tyler Durden, interpretato da Brad Pitt. Si tratta di un seducente diavolo che fonda il Fight Club. Lottare per ritrovarsi, per liberarsi dalle convenzioni sociali, fino ad assurde ed estreme conseguenze.

La 25a ora, 2002

Monty Brogan si ritrova dinanzi le ultime 24 ore da uomo libero, al termine delle quali dovrà consegnarsi per essere rinchiuso in carcere per sette anni. Una notte che pare infinita, intrisa d’amarezza e dubbi. Prova a recuperare il rapporto con suo padre e trascorre alcune ore in compagnia dei suoi più vecchi amici. Il suo tempo da uomo libero lo trascorre però principalmente riflettendo, pensando a Naturelle, la sua fidanzata che teme l’abbia tradito, al suo passato e ai suoi sogni futuri, che sfumeranno all’inizio di quella temuta 25a ora, la prima della sua detenzione.

Il velo dipinto, 2006

Pellicola basata sul classico di Somerset Maugham, che racconta la storia d’amore di una giovane coppia inglese negli anni ’20. Lei appartiene all’alta borghesia, mentre lui è un medico di ceto medio. Il loro matrimonio si svolge per le ragioni sbagliate e infine i due cambiano vita, trasferendosi a Shanghai. Qui tutto cambia, con Kitty che si innamora di un’altra persona. Walter scopre l’infedeltà della moglie e la trascina con sé in un villaggio remoto, tormentato da un’epidemia mortale. Un viaggio che cambierà radicalmente la loro unione, dandole un senso.

The Illusionist – L’illusionista, 2006

Elsenheim è un adolescente nell’Austria di inizio XX secolo. È perdutamente innamorato di Sophie, la quale ricambia ma è promessa in sposa al Principe Leopoldo, erede al trono. Una cocente delusione che porta Elsenheim a svanire nel nulla, per poi fare ritorno 15 anni dopo, stupendo Vienna con il suo spettacolo da illusionista. Ritrova Sophie e si rende conto di come quella scintilla non si sia mai spenta. Il Principe Leopoldo però proverà in tutti i modi a stroncare questa relazione, ponendo fine al triangolo grazie all’aiuto dell’Ispettore Generale Uhl.

Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore, 2012

Film ambientato negli anni Sessanta su un’isoletta del New England. Due ragazzini sono pronti a tutto pur di vivere il loro amore in libertà, lontano dalle vite fragili e depresse degli adulti che li circondano. Ne nasce una “caccia all’uomo” che coinvolge personaggi ai limiti dell’assurdo, sconvolgendo in breve la solita tranquillità dell’isola.

Grand Budapest Hotel, 2014

Secondo film di Edward Norton sotto la guida di Wes Anderson, che raggruppa un ricco cast, come suo solito, da Ralph Fiennes a Bill Murray, da Willem Dafoe a Jude Law. Un uomo anziano, proprietario di un albergo storico ma ormai in decadenza, racconta la storia del leggendario concierge del Grand Budapest Hotel, Gustava H., protagonista di una caccia all’uomo folle. È in possesso di un dipinto dal valore inestimabile e si dà alla fuga col suo protetto, Zero, in una rassegna di personaggi a dir poco bizzarri.

Birdman, 2014

Birdman racconta del dilemma interiore dell’attore Riggan Thomson, interpretato da Michael Keaton, che spera di poter rilanciare la propria carriera a teatro, dirigendo un nuovo spettacolo. Il suo obiettivo primario è quello di relegare al passato il successo ottenuto nei panni di un supereroe, ormai divenuto un incubo ricorrente della sua quotidianità.