Jason Momoa: carriera e film del protagonista di Aquaman

Jason Momoa: carriera e film del protagonista di Aquaman
@Getty Images

Attore, fotomodello, scrittore e produttore: Jason Momoa è il volto dietro ad alcuni dei personaggi più amati delle saghe fantasy e fantascientifiche del momento

Denis Villeneuve lo ha appena scelto per unirsi al cast di “Dune”, primo romanzo del capolavoro di Frank Herbert. Insieme a lui un corale di altissimo livello, tra cui Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Dave Bautista e Javier Bardem. La sua iconica figura, del resto, non passa mai inosservata e gli ha permesso di scrivere il successo di molti personaggi per cui è stato scelto.

Gli inizi

Jason Momoa nasce a Honolulu, alle Hawaii, ma si traferisce presto negli Stati Uniti, in Iowa, dove all’inizio si dedica allo sport e alla biologia marina. In lui scorre il sangue della madre Coni, statunitense, tedesca, irlandese e nativa americana, e del padre hawaiiano. Nel 1998 viene notato e scritturato per un’agenzia di modeling, dove diventa immediatamente un’icona di bellezza e un manifesto della sensualità hawaiiana.

Dal 1999 al 2001 Jason Momoa entra nel cast di "Baywatch", e vi prende parte per la durata delle ultime stagioni. Il suo personaggio, Jason Ioane, lo aiuta a entrare per la prima volta in contatto diretto col pubblico. Nel 2003 fa il suo debutto nei lungometraggi con “Baywatch - Matrimonio alle Hawaii”, interpretando lo stesso ruolo. Seguono poi una piccola parte in “Ritorno a Kauai” e “North Shore”. Il grande schermo lo attende nel 2004 con “Arrivano i Johnson” e, infine, il successo. Nel 2009 partecipa al telefilm “Stargate Atlantis” nel ruolo di Ronon Dex.

Il Trono di Spade

Se chi lo ha conosciuto nei panni dello specialista Ronon Dex ne ha apprezzato le qualità, è con Khal Drogo che il nome di Jason Momoa decolla ufficialmente: un enorme, rozzo, scolpitissimo Dothraki a cui, nella serie "Il Trono di Spade (Game of Thrones)", va in sposa Daenerys Targaryen, l’amata Emilia Clarke. Tra i ricordi più graditi ai fan c’è il suo resoconto del provino con cui è riuscito ad accaparrarsi il ruolo nella serie, dove l’attore si è esibito in una haka maori che ha convinto i talent scout.

Conan, Aquaman e altri progetti

Nel 2011, Jason Momoa scrive e produce il thriller “Road to Paloma” insieme a Jonathan Hirschbein e Robert Homer Mollohan. Nello stesso anno è anche Conan di “Conan the Barbarian”, il reboot del franchise edito per la prima volta nel 1982 con protagonista Arnold Schwazenegger. Nel 2012 prosegue il lancio di Jason Momoa nei panni dell’action man con “Jimmy Bobo – Bullet to the Head”, film diretto da Walter Hill dove l’attore recita accanto a nientemeno che Sylvester Stallone.  

Arriva così il 2014, quando in giugno viene annunciato che l’attore vestirà i panni di Aquaman in una breve sequenza di “Batman v Superman: Dawn of Justice” (2016). La ricezione positiva dell’attore nel ruolo del supereroe lo rende immediatamente presenza fissa nei film del franchise DC Extended Universe, dove parteciperà anche a “Justice League” e “Aquaman” negli anni successivi. Nel 2017 recita accanto a Bruce Willis nel film “C’era una volta Los Angeles”.

La passione per lo sport

La presenza scenica e l’importante fisicità di Jason Momoa hanno giocato a suo favore nei provini di molti film e serie TV che lo hanno reso famoso. L’attore pratica surf, arti marziali (Jiu-Jitsu brasiliano) e una serie di sport adrenalinici, tra cui l’arrampicata e lo snowboard. A quanto pare, infatti, sono state proprio le montagne del Colorado a tenerlo, in adolescenza, lontano dai libri e così vicino alla forma fisica che lo ha poi reso una star assoluta, e un marchio di qualità all’interno delle pellicole più spericolate degli ultimi anni.