Harry Potter: salva la libreria che ha ispirato J. K. Rowling

Inserire immagine
Foto tratta dalla pagina Facebook della Libreria Lello

Il maghetto più famoso al mondo è riuscito a compiere un’altra magia: la libreria che ha ispirato J. K. Rowling nella scrittura della celebre saga è finalmente salva dalla chiusura.

Un giorno (da babbano) sul set di Harry Potter Wizards Unite: Harry Potter in realtà aumentata

Siamo alla metà degli anni ’90, una giovanissima e sconosciuta J. K. Rowling vive tra le viette di Porto insegnando inglese ai suoi studenti, quella ragazza, che ancora nessuno conosce, nei pomeriggi portoghesi si rifugia all’interno dell’antica libreria Lello, situata nel pieno centro della città, per sfogliare volumi e farsi avvolgere da un’atmosfera magica, la stessa che a breve l’avrebbe ispirata nella scrittura del primo volume di quella saga che avrebbe cambiato per sempre la sua vita e la cultura di massa mondiale.
Non si hanno prove certe o testimonianze dirette di chi la vide all’interno più di vent’anni fa, ma ad oggi la scrittrice britannica non ha mai smentito di aver tratto ispirazione proprio da quel negozio e se oggi la libreria può dirsi salva dalla chiusura per fallimento, lo si deve sicuramente a quel maghetto con la fronte segnata da una piccola cicatrice a forma di saetta.

La libreria Lello, fondata nel 1906, è stata per molti anni un’attività di successo che ha attratto cittadini e turisti anche per la sua architettura in cui lo stile neogotico e quello liberty si mescolano dando vita a una struttura davvero incantata, quindi non c’è da stupirsi  se J. K. Rowling trasse davvero ispirazione da lì visto che non è affatto complicato trovare richiami del posto all’interno dei suoi libri.
Tuttavia, dopo anni e anni di successi, nell’ultimo periodo la crisi ha colpito anche quest’affascinante attività commerciale mettendo in ginocchio i proprietari, ovvero i fratelli Lello, che all’inizio di questo decennio hanno dovuto scegliere se continuare a credere in quel posto o arrendersi tristemente alla crisi economica; la coppia ha scelto la prima strada, utilizzando anche un po’ di ingegno.

Infatti, i proprietari si sono accorti che dopo il successo mondiale di Harry Potter, il loro negozio ogni giorno veniva preso d’assalto da centinaia e migliaia di persone, curiose di vedere il luogo dove la loro eroina iniziò a pensare di gettare l’inchiostro sulla carta e così fratelli Lello hanno deciso di rendere l’ingresso a pagamento con un biglietto da 5 euro che poi i clienti avrebbero potuto detrarre dall’acquisto di un libro, risultato? Il negozio ha aumentato esponenzialmente sia i suoi dipendenti sia i visitatori e le vendite dei libri sono aumentate così drasticamente da permettere alla libreria di sopravvivere e far sognare ancora milioni di lettori. Altro risultato positivo è stato sicuramente l’avvicinare il pubblico alla lettura trasformando i turisti in lettori, una magia in pieno stile Potter.

La libreria Lello è situata nella centralissima Rua das Carmelitas ed è considerata da molte testate di fama internazionale una delle librerie più belle al mondo grazie anche a un catalogo di volumi che supera le 60.000 opere, ovviamente in più lingue vista la capacità di catalizzare l’arrivo di turisti da ogni angolo del pianeta. Insomma, come nei libri di maghi e magie, tutto è bene quel che finisce bene.