Venduta per 158mila euro la borsa Hermès più cara di sempre

Spettacolo

L'accessorio raro, una Birkin modello Faubourg riconoscibile dal motivo ispirato alla facciata della boutique parigina della maison, è stato venduto su Vestiaire Collective, piattaforma francese specializzata nella vendita di abbigliamento e accessori di lusso di seconda mano

a cura di Vittoria Romagnuolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

Molte storie incentrate sulla vendita di una borsa di lusso hanno per protagonista una Birkin, come ben sapranno i fashion addicted (Borse, il fascino senza tempo dei modelli vintage) gli appassionati di moda e soprattutto i sognatori che sperano prima o poi di poter essere così fortunati (o ricchi) da riuscire a mettere le mani su una delle iconiche creazioni di casa Hermès. Non ha badato certamente a spese l'acquirente della Birkin modello Faubourg venduta lo scorso maggio su Vestiaire Collective per centocinquantottomila euro.
La notizia dello shopping da record è stata data dalla stessa società che gestisce la piattaforma francese di vendita specializzata in luxury fashion, sempre più quotata dai consumatori che, specie nelle ultime stagioni, hanno riscoperto il fascino del second hand, economicamente vantaggioso e, naturalmente, sostenibile.

La vendita record su Vestiaire Collective

approfondimento

Borse, le tendenze moda per la Primavera/Estate 2022. FOTO

La rarità, quantificata in appena cinquanta esemplari al mondo - un'edizione quindi più che limitata - sarebbe la motivazione alla base del prezzo richiesto dal possessore della Birkin Faubourg per separarsi da quella che, a buon diritto, può essere considerata una vera e propria opera d'arte di pelletteria.

Realizzata in materiali pregiatissimi, la borsa a mano modello Faubourg è stata costruita artigianalmente in ogni sua parte, cuciture comprese, nel 2019 destinata al braccio della clientela vip della casa di moda francese. La sua peculiarità è il design che riproduce con dovizia di particolari, la facciata della boutique Hermès al numero 24 di Rue du Faubourg Saint-Honoré, nel cuore di Parigi. Un piccolo tributo a uno dei tempi dello shopping di lusso, con tanto di tendine parasole in 3D e miniatura della iconica bag arancione con cui si esce dal negozio che sostituisce la più tradizionale clochette a campana: insomma, un autentico pezzo da collezione che, vista la cifra pagata per l'acquisto, rappresenta piuttosto un tesoro da tenere sottochiave.
Il team di Vestiaire Collective, piattaforma di vendita di capi di moda e di accessori di alta gamma, non solo si è occupato della vendita ma anche del controllo dell'autenticità della borsa, una prassi messa in atto da esperti del settore che garantisce un'esperienza di acquisto in totale sicurezza per gli utenti.

birkin hermes
©Getty

Birkin: più storie che borse

approfondimento

Kanye West, Hermes da 275mila dollari per la fidanzata Chaney Jones

La leggendaria Birkin, una borsa status symbol immancabile nel guardaroba di celebrity, teste coronate ed esponenti dell'upper class, ideata per Jane Birkin negli anni Ottanta, ha visto aumentare, col tempo, il suo valore commerciale e le sue varianti (di dimensione, modello, colore), una crescita che, tuttavia, ha mantenuto il prodotto introvabile e desideratissimo. Vale a dire che, quando si parla di Birkin, esistono in giro più storie che borse, come provano anche le recenti dichiarazioni della personal shopper di Kanye West incaricata lo scorso gennaio a reperire in poco tempo un buon numero di borse destinate a Julia Fox e alle sue amiche come cadeaux per la festa di compleanno dell'attrice. La missione (classificata tra quelle impossibili) ha richiesto la perlustrazione degli store e delle boutique di seconda mano, dove è più probabile trovare qualche esemplare in vendita a un prezzo determinato da parametri specifici per ogni modello, primo fra tutti la rarità.
Come dimenticare, invece, spostandoci nel mondo della fiction, le disavventure di Kim Cattrall, alias Samantha Jones, che in un episodio cult di Sex and the City litiga con l'attrice Lucy Liu per una Birkin il cui acquisto in negozio, anche nel 2001, era soggetto a una ferrea lista d'attesa.

Spettacolo: Per te