I 70 anni di Loretta Goggi: tra teatro, musica e tv, una carriera... inimitabile

Spettacolo

Giuseppe Pastore

Attrice, cantante, conduttrice e tra pochi giorni ancora al cinema in una commedia tutta al femminile: la vita di un'artista brillante e poliedrica

Festeggia oggi 70 anni una delle donne più brillanti, talentuose e duttili della storia dello spettacolo italiano: in quasi sessant'anni di carriera, iniziata doppiando il canarino Titti – è lei a dire “mi è semblato di vedele un gatto! - nei cartoni animati della Warner Bros accanto all'amico di una vita Gigi Proietti (che si occupava di Gatto Silvestro), Loretta Goggi si è affermata in tv, radio, cinema, teatro e naturalmente musica. Ripercorriamo i suoi maggiori successi.

Nata a Roma il 29 settembre 1950, terza di tre sorelle (Liliana e Daniela, anche lei impegnata nel mondo dello spettacolo), Loretta Goggi si rivela in televisione ancora adolescente in numerosi sceneggiati televisivi di Anton Giulio Majano, da Sotto processo a Delitto e castigo e La Cittadella, fino al grande successo de La Freccia Nera, tratta dall'omonimo romanzo di Robert Louis Stevenson: il suo primo ruolo “adulto”, da co-protagonista accanto a Serge Reggiani, riscuote un grande successo (con punte da venti milioni di telespettatori) e la impone come la grande novità degli anni Settanta.

approfondimento

Pippo Baudo: I nomi di chi "ha inventato"

Alla carriera da attrice Loretta affianca anche quella di cantante (partecipa al Festival di Castrocaro e a Un Disco per l'Estate) e soprattutto come intrattenitrice televisiva e radiofonica. La svolta della sua carriera arriva durante il programma radiofonico Caccia alla voce, a cui partecipa per sostituire l'attore Franco Rosi, “folgorando” Pippo Baudo con le sue imitazioni da Mina in giù, tanto che lo stesso conduttore la vuole accanto a sé nel varietà domenicale La freccia d'oro e poi a guida di Canzonissima 1972-73, dove canta la sigla d'apertura Vieni via con me (Taratapunzi-e), il suo primo grande successo con cantante. Le sue quotazioni si impennano e l'anno dopo eccola in coppia con il principe degli imitatori, Alighiero Noschese, alla guida di Formula Due (1973).

Tra gli altri successi televisivi della seconda metà degli anni Settanta ricordiamo anche il varietà Il ribaltone (1978), che vince la Rosa d'Argento al Festival di Montreux come miglior trasmissione televisiva europea dell'anno, e la conduzione della prima edizione di Fantastico (1979) insieme a Heather Parisi e Beppe Grillo, il programma del sabato sera di Rai1 abbinato alla Lotteria Italia: Loretta si occupa anche della sigla di chiusura L'aria del sabato sera, che venderà oltre un milione di copie. Durante la lavorazione di Fantastico conosce quello che sarà il compagno di tutta una vita, il ballerino e coreografo Gianni Brezza: la loro relazione uscirà allo scoperto dopo due anni e durerà per oltre trent'anni fino alla scomparsa di Brezza, avvenuta nell'aprile 2011.

approfondimento

Sanremo, le 20 canzoni di successo che non hanno mai vinto

In coppia con la sorella Daniela forma il duo Hermanas Goggi che tra il 1977 e il 1981 ottiene un ottimo successo sulla scena disco italiana. Ma il suo più grande successo musicale arriva da solista, al Festival di Sanremo 1981: Maledetta Primavera arriva “solamente” seconda, alle spalle di Per Elisa di Alice, ma quarant'anni dopo resta uno dei brani italiani più conosciuti in tutto il mondo, disco d'oro, disco di platino, venduta e tradotta in moltissime cover all'estero.

 

Negli anni Ottanta viene “acquistata” dalle emergenti reti Fininvest e conduce il primo varietà in assoluto della storia di Canale 5, Hello Goggi. Dopo due anni fa ritorno in RAI e si afferma come brillante conduttrice di quiz e preserali di grande successo come Loretta Goggi in quiz e Ieri, Goggi e domani, aggiudicandosi nel 1988 e il 1989 il Telegatto come personaggio televisivo femminile dell'anno. In mezzo, nel 1986, il grande onore di essere la prima donna a presentare il Festival di Sanremo in una delle edizioni più fortunate in termini di ascolti: canta anche la sigla d'apertura, Io nascerò, scritta da Mango.

Negli anni Novanta dirada la sua presenza sul piccolo schermo, limitandosi soprattutto a grandi eventi (per esempio Il mio canto libero, in onda su Canale 5 due giorni dopo la scomparsa di Lucio Battisti, in cui ripercorre la carriera del grande cantante) e si dedica al palcoscenico: la tournée del musical Hello, Dolly, di cui è protagonista accanto a Paolo Ferrari, riempie i teatri italiani per quattro anni, dal 1999 al 2003.

approfondimento

Burraco Fatale, Paola Minaccioni si racconta a Sky Tg24. VIDEO

Negli ultimi dieci anni Loretta Goggi è apparsa in tv soprattutto nel ruolo di giudice del talent Tale e Quale Show, dedicandosi poi stabilmente al cinema e alla fiction: ha recitato per esempio nella commedia Pazze di me (2012) di Fausto Brizzi e nello sceneggiato Un'altra vita di Cinzia Th Torrini. E rimane ancora molto attiva: uscirà il 1° ottobre Burraco fatale, una commedia al femminile di Giuliana Gamba con Claudia Gerini, Paola Minaccioni, Angela Finocchiaro e Caterina Guzzanti, in cui interpreta il ruolo di una suocera elegante e pettegola.

Spettacolo: Per te