L'appello di Ryan Reynolds ai ragazzi: "Non andate alle feste, il Covid uccide ancora"

Spettacolo

L'attore, chiamato in causa da John Horgan, presidente del distretto della British Columbia in Canada, ha mandato un messaggio social e molto ironico a tutti i giovani: “Spero che non uccidiate mia mamma”


Con l'ironia che lo contraddistingue, Ryan Reynolds ha voluto mandare un messaggio a tutti i giovani per sensibilizzarli sulla pericolosità del Coronavirus. Chiamato in causa da John Horgan, presidente del distretto della British Columbia in Canada, l'attore ha diffuso un audio via social nel quale ha posto particolare attenzione sulla gravità di alcuni atteggiamenti irresponsabili.

Ryan Reynolds, l'appello ai giovani

approfondimento

Coronavirus, la donazione di Blake Lively e Ryan Reynolds

“Non sono sicuro che le persone desiderino consigli medici da uno come me, a meno che non si tratti di chirurgia plastica. Perché, seppur molte persone non lo sappiano, io ero Hugh Jackman” ha scherzato l’attore canadese citando il caro amico e collega. “Posso dirvi comunque che andare alle feste è pericoloso. Chi ci va forse dovrebbe pensare alle migliaia di persone, anche ragazzi, che si stanno continuando ad ammalare di Coronavirus (LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI LA MAPPA), alcune stanno anche morendo. È orribile che ad essere colpite maggiormente siano le fasce più vulnerabili: tra l’altro lì in Columbia Britannica avete gli anziani più cool del pianeta” ha continuato la star di Deadpool. “Ad esempio c’è l’ambientalista David Suzuki. E c’è pure mia madre, che non vuole restare rinchiusa nel suo appartamento tutto il giorno – ha detto ancora Ryan, ironico ma nemeno troppo - Vorrebbe essere là fuori a Kitsilano Beach cercando un 30enne vestito Abercrombie per fare come Mrs. Robinson. È insaziabile. La mia speranza, quindi, è che i giovani della Columbia Britannica non uccidano mia mamma. Oppure David Suzuki, o entrambi. Ecco, non uccidere nessuno credo sia l’opzione più ragionevole”.

Ryan Reynolds
Ryan Reynolds - ©Getty

Infine l'attore 43 ha spiegato come ama trascorrere le serate. “Io amo le feste. La mia cosa preferita da fare è sedermi da solo nella mia stanza con un bicchiere di gin e le prime 32 stagioni di Gossip Girl. Questo sì che è un party.  L’ultima volta che l’ho fatto mi sono anche fatto male alla spalla“ ha scherzato ancora, citando la serie tv che ha reso celebre sua moglie, Blake Lively.

Ryan Reynolds e Blake Lively
Ryan Reynolds e Blake Lively - ©Getty

Ryan Reynold da record

approfondimento

Blake Lively e Ryan Reynolds: Taylor Swift svela il nome della figlia

Intanto Ryan Reynolds ha da poco concluso un affare milionario. L'attore ha venduto l'Aviation Gin Line, azienda produttrice del liquore di cui lo stesso attore è testimonial, al notevole prezzo di 610 milioni di dollari. Ad acquistare l'azienda di gin è stata la Diageo, leader del settore dei distillati che tempo fa aveva acquistato la tequila Casamigos di un'altra star hollywoodiana, George Clooney. "Poco più di due anni fa sono diventato proprietario di Aviation Gin perché amo il sapore di questo distillato più che di ogni altro” ha commentato Ryan a proposito della vendita. “Quello che non mi aspettavo era che con esso avrei potuto dare libero sfogo alla mia creatività, oltre alla profonda conoscenza di questo settore dell'industria. Far crescere questo marchio con la mia azienda, la Maximum Effort Marketing, è stato uno dei progetti più appaganti in cui sono stato coinvolto. Voglio ringraziare Diageo per il suo incredibile team e la sua passione. Siamo tutti su di giri per prossimo capitolo dell'Aviation Gin, e, prometto, non tarderà ad arrivare".

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.